Intraprendere una carriera in qualità di marketing manager vuol dire ricoprire un ruolo professionale in grado di garantire una retribuzione più che soddisfacente. Un direttore marketing che abbia alle spalle tra i 10 e i 15 anni di esperienza, infatti, può portare a casa ogni anno non meno di 90mila euro lordi; a mano a mano che l’anzianità cresce, poi, il salario aumenta. Così, per un manager con circa 20 anni di esperienza lo stipendio può raggiungere i 150mila euro lordi annui, mentre con un’anzianità superiore si va addirittura oltre.

La carriera di un marketing manager

Chiaramente, molto dipende dal contesto in cui si opera: un conto è lavorare in una piccola azienda e un conto è essere impegnati in un’impresa di dimensioni più grandi. Le differenze non riguardano solo gli aspetti economici, ma anche le modalità di svolgimento del lavoro. In una piccola realtà, infatti, il direttore marketing è chiamato a essere particolarmente operativo e deve seguire tutti gli aspetti legati al business, come la strategia di vendita, la promozione e il branding.

I direttori marketing nelle aziende più grandi

Diverso è il discorso quando si parla di imprese di dimensioni maggiori. In questo caso, per altro, all’inizio di solito si viene assunti in qualità di assistenti di marketing, o al massimo come product manager con un ruolo junior, in base a cui si è responsabili di un prodotto specifico. Solo in seguito si ha la possibilità di ambire a diventare brand manager di un certo marchio e dei suoi prodotti, con una visione di insieme della strategia e un’estensione delle competenze che si traduce in un aumento delle responsabilità. A questo punto il direttore marketing sarà chiamato a relazionarsi con tutte le aree aziendali: non solo la proprietà e la produzione, ma anche il settore delegato alla gestione delle finanze, il reparto creativo, il design, e così via. Come si può intuire, quindi, per chi svolge questo lavoro è molto importante essere in possesso di adeguate capacità relazionali.

Qual è il percorso formativo da seguire

Il percorso di formazione migliore per chi vuole diventare direttore marketing prevede di frequentare un master in marketing management: a tale scopo si può dare uno sguardo alla proposta didattica della Bologna Business School (per saperne di più clicca qui). Il master presuppone un anno di studio, con le lezioni in aula suddivise in due cicli; al termine è previsto uno stage in un’azienda partner. L’elaborazione di casi di studio e l’insegnamento delle basi di management e marketing sono i punti focali dell’offerta formativa, grazie a cui si ha la possibilità di conquistarsi una carriera dinamica.

Le doti richieste a un marketing manager

La conoscenza degli elementi di statistica e il possesso di ottime capacità di analisi sono solo due delle numerose doti che vengono richieste a chi aspira ad assumere il ruolo di direttore marketing. Per svolgere questo compito è necessario anche essere in grado di definire budget e impostare ricerche di mercato, così come conoscere i principi della comunicazione, le tecniche di vendita e i canali di distribuzione commerciale.

Il profilo ideale di un direttore marketing

Volendo stilare il profilo ideale di un marketing manager, poi, non si può fare a meno di menzionare la padronanza delle lingue straniere, con riferimento in particolare all’inglese. Si parla, comunque, di una figura dirigenziale che ha la responsabilità non solo delle analisi di mercato, ma anche delle soluzioni di prezzo e delle tecniche utili per ottimizzare le vendite. Il suo ruolo consiste nel definire i principi della policy di marketing dell’impresa.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *