Il rischio futuro di chi si procura una lesione, di diversa natura, più o meno estesa, è quello che sulla pelle resti una traccia evidente e antiestetica quale una cicatrice.

Il processo di cicatrizzazione, che fa seguito alla lesione, deve procedere adeguatamente considerando la necessità di cure specifiche, per evitare che la ferita lasci sulla pelle un segno indelebile.

Una ferita si rimargina progressivamente grazie alla presenza negli strati più profondi dell’epidermide del collagene. Ed è proprio nel lasso di tempo riservato alla guarigione, che possiamo intervenire con tutta una serie di rimedi perché della cicatrice non resti alcuna traccia, oppure risulti il meno evidente possibile.

Prevenire le cicatrici non è sempre così facile, di fatto non esistono rimedi miracolosi, ma intervenendo adeguatamente si può fare molto.

Tanti utili consigli per prevenire le cicatrici

Se la ferita non è così estesa da dover fare immediatamente ricorso a un medico, è bene pulire adeguatamente l’area coinvolta. Una volta tamponata la ferita con una garza, per fermare l’eventuale sanguinamento, controllate con attenzione che non siano presenti corpi estranei al suo interno.

Procedete alla detersione della ferita usando un disinfettante, meglio evitare l’uso dell’alcool, che potrebbe accentuare il formarsi della cicatrice. Se non avete a disposizione un prodotto farmaceutico potete anche usare acqua e sapone, pulendo delicatamente senza strofinare o tamponare con insistenza.

Se la lesione coinvolge il viso sempre meglio rivolgersi a un professionista. L’idea che il volto risulti deturpato non è piacevole. In qualsiasi altra parte del corpo potete procedere autonomamente.

In seguito alla detersione è utile applicare della vaselina, oppure una crema per ferite, soluzioni che contribuiscono a mantenere il giusto grado di umidità, accelerano la guarigione evitando che si formino croste esagerate, e i tessuti si rimarginino perfettamente. Non mancano possibili alternative come l’uso di aloe vera e miele.

Necessario coprire la lesione

La lesione deve essere adeguatamente coperta per evitare che si formino cicatrici future. Una lesione esposta all’aria sicuramente guarisce più in fretta, ma spesso accentua il formarsi di cicatrici. E’ quindi preferibile utilizzare una fasciatura traspirante, in grado di proteggere e riparare i tessuti ma anche di far respirare adeguatamente la ferita. Ricordate che la medicazione deve essere sostituita quotidianamente per mantenere l’area interessata pulita e igienizzata.

In fatto di esposizione della ferita evitate accuratamente di prendere il sole. Anche quando la lesione si è rimarginata completamente i raggi solari possono danneggiare la zona, quindi utilizzate una protezione adeguata sempre e comunque.

Massaggi, pressione e movimenti adeguati

Per aiutare il percorso di guarigione, ed evitare la formazione di evidenti cicatrici, eseguite costantemente massaggi e pressioni, procedendo con estrema delicatezza, avendo cura di non premere troppo. Massaggi e pressioni consentono di limitare gli accumuli di collagene, prima causa della formazione di cicatrici. Nel trattare la zona potete utilizzare l’olio di rosa mosqueta, che facilita il massaggio e favorisce la cicatrizzazione.

Limitare i movimenti e l’esercizio fisico, possono aiutare il corretto percorso di cicatrizzazione, evitando che l’area coinvolta si ampli eccessivamente.

Una corretta alimentazione a supporto del percorso di cicatrizzazione

Un efficace supporto alla cicatrizzazione arriva anche da una sana e corretta alimentazione. Perfetta la scelta di cibi ricchi di vitamina C, proteine e zinco.

Related Articles