Il prossimo 27 Gennaio alle 21 al Teatro Brancaccio di Roma entra in scena la solidarietà, con una serata-evento di beneficenza che vede come madrina Bianca Guaccero. Durante la serata, dedicata interamente all’A.G.O.P., l’Associazione dei genitori di oncologia pediatrica che opera al Policlinico Gemelli di Roma, verrà presentato il cortometraggio “Piccoli poteri” diretto dal regista Dario Acocella, su soggetto del professor Fabrizio Cerusico.

L’evento prevede anche uno spettacolo di danza, con le esibizioni dei ballerini Kledi Kadiu e Anbeta Toromani. La serata, oltre all’ A.G.O.P., è dedicata alla famiglia di Alessandro Moccia deceduto in un incidente stradale lasciando la moglie Valeria Cefaro incinta di 2 gemelline. Valeria, una mamma coraggio che ha partorito e sta crescendo le 2 bambine con forza e determinazione. L’evento si aprirà con uno spettacolo di 3 coreografie di hip hop curate dalla coreografa Alice Valentini con allievi della scuola di danza BDR Parioli, sotto laagop direzione artistica di Emanuela Tani, ed in seguito sarà proiettato il cortometraggio intitolato ‘Piccoli poteri’. 

Dopo una breve presentazione del prof. Fabrizio Cerusico del progetto a cui è dedicata la serata, ci sarà un esibizione dei ballerini Kledy Kadiu e Claudia Vecchi con le coreografie di Michela Zullo tratta dallo spettacolo Contemporany tango e poi un’altra di Anbeta Toromani e Francesco Core con la coreografia di Alessandra Celentano. Infine la madrina Bianca Guaccero leggerà un brano dedicato a Valeria e presenterà un video dedicato alla madre-coraggio. L’incasso sarà interamente devoluto all’AGOP per la costruzione di una struttura residenziale protetta, “La Casa a Colori”, modello di assistenza integrata per i bambini e le loro famiglie. La casa è situata in via Rubra a Roma ed è stata assegnata all’A.G.O.P. dal Comune di Roma.  Si sviluppa su 5 piani per un totale di circa 1.600 mq e comprende tutte le infrastrutture necessarie per l’accoglienza, la cura, la riabilitazione, il gioco dei bambini e delle loro famiglie. All’interno sono previsti 18 miniappartamenti per un totale di 66 posti letto, sala pranzo con cucina in comune, ambulatori specialistici, infermeria, centro di riabilitazione, centro di formazione e assistenza psico-oncologica, ludoteca, biblioteca, sala conferenze, sala multimediale. Mentre all’esterno sono previsti un giardino per il gioco con allestimento scenografico dal tema “I Pirati dei Caraibi” e un giardino bioenergetico.

All’interno della Divisione di Oncologia Pediatrica del Policlinico Gemelli, l’Agop cura anche la creazione di spazi che richiamano l’ambiente familiare, supporta l’équipe medica della Divisione nei progetti di ricerca clinica e di base, finanzia corsi di Psico-Oncologia per il personale specializzato e per i volontari e, attraverso un servizio di volontariato domiciliare, garantisce attività ludiche per i bambini e attività di supporto per le famiglie nella gestione delle necessità quotidiane, dalle piccole commissioni alla spesa, dall’acquisto dei farmaci al trasporto. Per l’associazione, come abbiamo precedentemente visto, è importante anche l’aspetto ludico dei piccoli malati ai fini della guarigione e, per questo, organizza momenti di svago e di gioco, feste in ospedale, spettacoli cinematografici e teatrali, incontri sportivi e vacanze. Di fondamentale importanza per la Onlus sono anche i convegni per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni sui problemi legati alle patologie onco-ematologiche.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *