Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

A Catania l’integrazione passa per un campo di calcio a Monte Po

09 Dicembre 2015 di  Riccardo Rossi
A Catania l’integrazione passa per un campo di calcio a Monte Po
Nel campetto di Monte Po che i ragazzi hanno ristrutturato e riconsegnato alla cittadinanza, nei giorni scorsi si è disputato un torneo di calcio tra i ragazzi del quartiere e un gruppo di “minori non accompagnati” provenienti da Nigeria, Gambia e Senegal (accolti presso l’IPAB “Santa Maria del Lume”). Si è giocato a squadre miste per volontà degli stessi ragazzi .“I ragazzi si erano già incontrati e conosciuti la settimana scorsa giocando a squadre fisse, Monte Po contro Africa United –racconta Lorenzo di Mani Tese – poi al termine della partita è scattata l’idea di organizzare un torneo la settimana successiva a squadre miste”. Sempre nei giorni scorsi è stato inoltre organizzato un incontro tra i “minori non accompagnati” e gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Monte Po a Catania , curato anch’esso da Mani Tese e dall’IPAB “Santa Maria del Lume”. L’integrazione, la conoscenza dell’altro, avviene anche con una partita di calcio.

Fonte: Argo

Riccardo Rossi
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Riccardo Rossi
Riccardo Rossi
Informazioni sull'autore

Qualche anno fa, Giuseppe Messina (un missionario), Giuseppe Motta (un imprenditore) e Riccardo Rossi, (un addetto stampa), scoprono di avere un desiderio comune: quello di creare un giornale di buone notizie. Che non fosse soltanto un magazine, ma un vero e proprio promotore di carità, di speranza e di gioia. 
Hanno ancora un sogno: quello di donare un po’ di Gioia e di seminare solidarietà.
La Gioia onlus è una associazione non lucrativa, di utilità sociale. L’associazione, nell’esclusivo perseguimento di solidarietà sociale, si propone lo svolgimento nei settori dell’assistenza sociale, beneficienza, istruzione e formazione; della cultura, dell’arte, dei diritti civili, della natura e dell’ambiente. Essa nasce con l’intento di promuovere la diffusione nella società in generale, e tra le persone deboli ed emarginate in particolare, del rispetto dei valori umani, dell’osservanza dei buoni costumi, della cultura dell’amore, dell’amicizia, della solidarietà attraverso la pubblicazione e distribuzione gratuita di giornali e riviste principalmente in istituti penitenziari, ospedali e scuole, nonché la promozione di studi, ricerche ed iniziative, conferenze e congressi, seminari e gruppi di studio. L’associazione, inoltre, svolge attività nei settori della cultura, dell’istruzione, della formazione e della carità.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni