In commissione Giustizia a Palazzo Madama il sottosegretario alla Giustizia Zoppini ha illustrato le modifiche chieste dal Governo al decreto sul sovraindebitamento. Viene introdotta una disciplina specifica per la composizione delle crisi da sovraindebitamento del consumatore. Nel caso in cui le perdite siano pari o superiori al capitale sociale, verrà adottata una delibera per l’aumento dello stesso capitale.
Passa da 1000 a 1100 la soglia di valore delle controversie per le quali è consentito nei giudizi davanti al giudice di pace, alle parti di costituirsi senza difesa tecnica.
Per poter accelerare e semplificare l’attività istruttoria, nelle controversie civili il cancelliere potrà essere delegato per l’assunzione della prova testimoniale.
Via Arenula avrà sei mesi di tempo per scrivere un decreto legislativo che riordinerà il sistema di controlli nelle società di capitali con un’attenzione particolare alle sovrapposizioni e alle duplicazioni tra figure e competenze, al rapporto tra costi e benefici e alle dimensioni di Spa e Srl.
(Gli emendamenti sono leggibili in allegato) 
ddl_civile_sovraindebitamento.pdf

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *