Originaria dell’Estremo Oriente, la pianta di Neroli, altrimenti detta Arancio Amaro, è molto comune nei paesi del bacino del Mediterraneo, dove è ampiamente coltivata. Il suo olio essenziale si ottiene per spremitura a freddo delle bucce fresche e dei frutti, se ne ricava un liquido giallo scuro con intense note agrumate e floreali, con un profumo molto più intenso del comune arancio dolce.

Secondo la leggenda l’olio essenziale dei fiori di arancio amaro era la fragranza preferita di Annamaria di Tremoville, moglie di Flavio Orsini, conte del feudo di Nerola, nel Lazio del secondo ‘500. Le cronache narrano che la donna, di origine francese, portò l’amato olio essenziale nella sua terra natia, attribuendogli il nome di “Neroli”, in memoria del borgo del marito. O, in alternativa, un’altra leggenda narra che Nerola era il nome della principessa laziale e che lei fu la prima a profumare i suoi abiti e i suoi capelli con la preziosa essenza, in modo così aggraziato da tramandare ai posteri il suo nome legato alla pianta da lei così amata. È associato alla purezza e, forse a causa del simbolismo che deriva dai fiori bianchi, anticamente veniva impiegato per confezionare la coroncina che cingeva il capo delle spose durante le nozze, che serviva a un duplice scopo: simboleggiare la verginità, propiziando, al contempo la fertilità, e allentare la possibile preoccupazione che poteva provare una giovane sposa nei confronti della prima notte di nozze e della futura vita coniugale.

Da un punto di vista fitoterapico l’olio essenziale di Neroli è un eccellente riequilibrante del sistema nervoso indicato dopo fatiche mentali e tensioni psichiche, contro paure incontrollate, attacchi di panico, disturbi d’ansia, depressione e confusione mentale dovuta a stress. Concilia il sonno in caso di insonnia e nervosismo. Placa la fame emotiva e rilassa mente e corpo. È molto utile nei bambini sovraeccitati e che si addormentano con difficoltà. L’olio di Neroli è utile come miorilassante in caso di disturbi psicosomatici legati all’apparato digerente come crampi, spasmi, intestino irritabile o meteorismo. È ideale per essere usato come massaggio sul ventre in caso di dolori mestruali. Ottimo rigenerante cellulare, si può usare per uso esterno in caso di cicatrici, pelle arida o eritemi di diversa natura. Per questo motivo l’olio essenziale di Neroli è spesso alla base di numerose creme idratanti e maschere di bellezza.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *