L’esperienza di una vacanza fai da te può essere piena e appagante. Pianificare unviaggio in totale autonomia di norma ha il tipico sapore della libertà. Può spaventare dover pensare a tutto, organizzare gli spostamenti per raggiungere la meta prescelta, garantirsi il pernottamento, valutare gli itinerari da percorrere, ma la mancanza di vincoli, quali quelli imposti dalla vacanza organizzata da un tour operator, riappaga dello sforzo.

Chi da sempre approfitta di pacchetti vacanza già pronti, ha forse timore di non riuscire a programmare il viaggio, ma l’impresa è fattibile, occorre soltanto seguire poche e semplici regole, procedendo passo dopo passo. A fare la differenza, se possibile, è la scelta di muoversi con largo anticipo, approfittando delle tante proposte online, che sono sinonimo di risparmio, per l’acquisto dei titoli di viaggio, per la scelta della location dove pernottare, per scovare tutte le informazioni utili sui possibili itinerari.

Organizzare il viaggio in dieci mosse

L’organizzazione fai da te del viaggio consta di dieci mosse essenziali, dieci scelte che permettono di assicurarsi una vacanza interessante, senza spendere cifre astronomiche. Ecco nel dettaglio i dieci punti da tenere in considerazione.

Destinazione e mezzi di trasporto

Una volta scelta la destinazione, si deve valutare come raggiungere la meta, viaggiando in auto,o con altri mezzi di trasporto quali treno, nave o aereo.  Preferendo i mezzi pubblici si possono acquisire tutte le informazioni su trasferimenti, orari, costi dei titoli di viaggio, direttamente sui siti online dei vettori, trovando la soluzione più adeguata alle esigenze individuali. Garantirsi le offerte ai prezzi più interessanti non è complicato, a partire dai viaggi in aereo, grazie alla mole di proposte disponibili su Ita-airways.com.

Preparare tutti i documenti necessari per il viaggio

Considerando la destinazione, soprattutto se si sceglie di varcare i confini italiani, è bene valutare di quali documenti disporre. Per avere tutte le risposte necessarie, e capire se è sufficiente munirsi della sola Carta d’Identità, fruire del Passaporto o del Visto di soggiorno, è utile scorrere le informazioni fornite da Viaggiare sicuri, il portale della Farnesina dedicato ai cittadini italiani che si recano all’estero.

Stilare un itinerario grazie a una guida cartacea

Prima di partire è bene avere le idee chiare su quali luoghi d’interesse si desidera visitare. Su ciascuno è importante raccogliere tutte le informazioni, dotandosi di una guida cartacea, di cui poter disporre in ogni momento, annotando su una mappa del luogo dove sono collocati i punti prescelti per la visita.

Itinerario e distanze: scopritele su Google Maps

Una volta messo a punto un itinerario, è importante stabilire come suddividere le visite nei giorni di permanenza. Essenziale avere un’idea delle distanze, per raggiungere agevolmente i luoghi e capire in quanto tempo. Per organizzare il tour perfetto si può valutare l’uso di un servizio geografico come Google Maps.

Le guide locali: interpellatele in caso di necessità

Potersi affidare a una guida turistica locale può essere utile. Trovare in loco qualcuno che può accompagnarvi a visitare i luoghi d’interesse è sicuramente proficuo, e i costi da sostenere sono più contenuti rispetto a quelli necessari per potersi garantire i servigi di una guida proposta dalle agenzie di viaggio.

Dove soggiornare

La scelta del luogo dove soggiornare è frutto di scelte attente. Utile scorrere le tante offerte dei siti specializzati di cui si conosce la professionalità, cercando soluzioni pernottamento sicure e convenienti. Nel valutare le strutture, preferire sempre quelle collocate in centro e non in periferia, per poter sfruttare i mezzi pubblici e spostarsi facilmente. Chi si mette a caccia dell’albergo può anche scegliere di contattare direttamente le strutture per farsi fare un preventivo.

Utile informarsi sulle usanze locali

Conoscere le culture, e le usanze del posto prescelto per la vacanza, è importante per comportarsi correttamente a partire dalle scelte in tema di abbigliamento, di tradizioni, di abitudini a tavola e tanto altro ancora.

Quali oggetti e abbigliamento portare in viaggio

Per partire sicuri è bene mettere in valigia l’abbigliamento adeguato al clima, e comodo da indossare considerando le tante ore che si dedicheranno alle visite. Non possono mancare adattatori per la corrente elettrica, tutti gli accessori per la macchina fotografica, un marsupio, ideale per sventare i furti, dove collocare documenti e denaro.

Le vaccinazioni obbligatorie e facoltative

Prima di partire è bene informarsi sulle vaccinazioni, scoprendo se ci sono obblighi e quali eventualmente possono risultare utili anche se sono facoltative.

I costi della vacanza

Messe in fila tutte le informazioni si possono calcolare i singoli costi, e sommarli per avere un’idea più precisa di quanto la vacanza potrà costare complessivamente. Per risparmiare è vantaggioso andare a caccia delle offerte convenienza, possibilmente sfruttando le proposte di realtà di fiducia, per evitare spiacevoli sorprese.

Related Articles