7 dicembre
E’ la sera della finale di X Factor. La puntata viene vinta da Chiara, che emoziona tutti con la magistrale interpretazione della sigla di Un posto al sole. Simona Ventura scoppia a piangere sentendo le parole Se questa vita siamo noi, lascia le cose che non vuoi: è la commozione. Morgan, invece, scoppia a piangere sentendo le parole Un nuovo giorno è qui, anche per noi: è l’astinenza. Al secondo posto, Ics, che si esibisce in una versione techno dark di Camminerò camminerò sulla tua strada Signor (Signooooore). Terzo, infine, Davide, che interpreta con straordinaria intensità l’inno del Botswana.

8 dicembre
In onda questa sera l’ultima puntata di The Winner is, la trasmissione in cui i concorrenti devono scegliere se fare affidamento sulle proprie capacità o ricevere decine di migliaia di euro in regalo. Un po’ come succede in Parlamento. Il programma, accusato di essere lungo e lento quasi come un film di Pupi Avati, dovrebbe essere riproposto l’anno prossimo in otto puntate, per evitare che Gerry Scotti sia assente dalla televisione per più di quattro ore di seguito. Benché critici e telespettatori auspichino che The Winner is in futuro rinunci ai casi umani visti in questa edizione, la produzione ha confermato che Rudi Zerbi ci sarà ancora.

9 dicembre
Fa ancora discutere l’incontro a Volo in diretta tra Fabio Volo e Aldo Busi. Il celebre scrittore lombardo, uno tra i principali esponenti della cultura italiana degli ultimi trent’anni, ha invitato Busi nel suo programma di Raitre per parlare di El especialista de Barcelona, il libro realizzato nei ritagli di tempo ricavati tra una lettera inviata a Dagospia e l’invenzione di nuovi insulti per Alba Parietti. Da Volo, Busi ha anche rievocato la sua esperienza di qualche anno fa su Mediaset, quando era stato chiamato a parlare di libri ai concorrenti di Amici, un compito talmente impegnativo che al confronto convincere Odifreddi dell’esistenza di Adamo ed Eva è una passeggiata.

10 dicembre
Presentato il nuovo canale Sky Sport F1 HD. Dall’anno prossimo, la Formula 1 andrà in onda anche su Sky: gli italiani, così, avranno a disposizione un altro canale per addormentarsi la domenica pomeriggio. Le immagini saranno, naturalmente, in alta definizione, al punto che Massa sembrerà quasi un pilota vero. Rassicuriamo immediatamente i telespettatori già in preda al terrore: le gare non saranno commentate da Fabio Caressa.

11 dicembre
L’edizione di quest’anno di Telethon sarà dedicata a Marco Columbro. La maratona televisiva della Rai raccoglierà fondi per provare a impedire al conduttore toscano di continuare a sparare le sue minchiate su meditazione, alieni, Dio o altre cose inesistenti. Si attende una grande partecipazione da parte del pubblico, che ancora oggi rimpiange i tempi in cui Columbro fingeva di essere un papero a Paperissima o un attore a Caro maestro.

12 dicembre
Con un colpo di scena destinato a essere ricordato per molto tempo nella storia della tv, prendendo una decisione sorprendente e avventata, Raiuno propone in prima serata Pretty woman, il film che ha permesso a Julia Roberts di comprare la Nuova Zelanda solo grazie ai soldi ricavati dalle repliche trasmesse in Italia. In virtù della messa in onda di stasera, la trecentoquaranteseiesima, Pretty Woman su Raiuno allunga il proprio distacco nei confronti dei più immediati inseguitori: Ghost su Canale 5, infatti, è fermo a quota trecentotrentanove repliche, mentre Don Camillo e l’onorevole Peppone su Retequattro è stabile da quasi tre settimane a quota trecentotrentasei.

13 dicembre
Ascolti in aumento per Un minuto per vincere, il gioco di Raidue in cui i concorrenti hanno un minuto a disposizione per eseguire azioni assurde come infilare una carta in un cocomero, far rotolare un uovo soffiando o candidarsi alle primarie del Pdl. Curiosità: il programma si colloca nella stessa fascia oraria di Annozero, dove gli ospiti avevano un minuto per parlare prima di essere interrotti dalla Santanchè. Ottima e pacata la conduzione di Nicola Savino, per altro molto divertente anche nella pubblicità della Telecom, al fianco di un Neri Marcorè strepitoso nei panni di Mara Maionchi

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *