Sulla storia del vitigno Vermentino non si hanno notizie certe. Probabilmente è di origine spagnola e dalla Penisola Iberica si è poi diffuso, grazie ai commerci, lungo tutte le coste del Mediterraneo, dove ha trovato il suo habitat ideale.
In Italia è presente soprattutto in Sardegna, in Toscana e in Liguria; quello più celebre è il Vermentino di Gallura, tutelato con la Docg dal 1996, ma i vini liguri a base di uve Vermentino, anche se sono meno strutturati, possono contare su una maggiore eleganza e su un rapporto qualità-prezzo più favorevole. In Liguria il Vermentino compare nelle Doc Riviera Ligure di Ponente, Colli di Luni, Val Polcevera e Golfo del Tigullio, ma sono le prime due quelle qualitativamente superiori.
La Doc Colli di Luni si trova nell’angolo orientale della Liguria, ricade nella provincia di La Spezia e comprende anche una piccola parte di Toscana, in provincia di Massa, mentre la Doc Riviera Ligure di Ponente è dalla parte opposta della regione, in provincia di Imperia.
La pianta presenta foglia medio-grande, orbicolare o pentagonale, penta o eptalobata; il grappolo è di grandezza media, alato, di forma conica o cilindrica, con acini giallo verdastri, medio-grandi, di forma rotonda o ellissoidale.
Giallo paglierino con riflessi dorati, profumo intenso, persistente, elegante, il Vermentino è un vino bianco secco; in bocca è fresco e armonico, con note di fiori di ginestra, mela Golden, miele d’acacia e una buona sapidità finale.
Vino ideale per la stagione più calda, il Vermentino ligure va servito a una temperatura di circa 10 gradi e consumato preferibilmente entro uno, massimo due anni dalla vendemmia; discorso a parte merita l’Antico Sfizio dell’Azienda Agricola Maria Donata Bianchi, realizzato al di fuori delle regole della Doc e vinificato con il contatto delle bucce e con lieviti indigeni: senz’altro da provare per ritrovare i veri sapori di un tempo.
Il Vermentino ligure ha il grande pregio di accompagnarsi a una grande varietà di piatti, costituendo la scelta ideale per chi desidera proseguire con lo stesso vino per tutto il pasto. Oltre alle portate a base di pesce e crostacei, sia serviti crudi sia bolliti, grigliati o cucinati con sughi leggeri, infatti, si sposa alla perfezione con le verdure ripiene, la pasta al pesto, ai funghi o condita con il sugo alle noci, i formaggi freschi, come mozzarella, crescenza e ricotta e la focaccia al formaggio.

I produttori consigliati

Azienda Agricola Maria Donata Bianchi
Vermentino della Riviera Ligure di Ponente Doc, 100% Vermentino, venduto in loco a 10 euro.
Antico Sfizio, 100% Vermentino, venduto in loco a 12 euro.
Su prenotazione è possibile effettuare visite e degustazioni in cantina. Per chi volesse pernottare in zona, l’azienda agricola dispone di un agriturismo con appartamenti a partire da 125 euro al giorno e pacchetti per soggiorni settimanali.
Via Merea 101, loc. Valcrosa, Diano Arentino (IM), tel. 0183.498233, www.aziendaagricolabianchi.it

Cantine Lunae Bosoni
Colli di Luni Vermentino Doc Etichetta grigia, 100% Vermentino, venduto in loco a 8,35 euro.
Colli di Luni Vermentino Doc Etichetta nera, 100% Vermentino, venduto in loco a 11,98 euro.
Colli di Luni Vermentino Doc Cavagino, 100% Vermentino, venduto in loco a 17,30 euro.
Su prenotazione è possibile effettuare visite e degustazioni in cantina.
Via Bozzi 63, Ortonovo (SP), tel. 0187.660187, 669222, http://cantinelunae.it

Azienda Agricola Ottaviano Lambruschi
Colli di Luni Vermentino Doc Il Maggiore, 100% Vermentino, venduto in loco a circa 12 euro.
Colli di Luni Vermentino Doc Costa Marina, 100% Vermentino, venduto in loco a circa 10 euro.
Su prenotazione è possibile effettuare visite e degustazioni in cantina.
Via Olmarello 28, Castelnuovo Magra (SP), tel. 0187.674261, cell. 338.4413761, www.ottavianolambruschi.com

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *