Per il mondo assicurativo sono tempi duri: le frodi a danno delle compagnie non sembrano arrestarsi, il caro delle polizze auto è sempre presente e le auto fantasma prive di copertura assicurativa sono ancora troppe. Considerata la pericolosità delle strade italiane, poi, l’importanza di scegliere la migliore assicurazione per l’auto si acuisce, ponendo gli automobilisti di fronte al problema del risparmio. In questo caso, il miglior alleato dei consumatori è il confronto: solo vagliando attentamente i vari preventivi riusciremo infatti ad acquisire una panoramica chiara ed efficace di ciò che il mercato offre. Dopo aver effettuato tale operazione, trovare l’assicurazione auto più conveniente sarà facilissimo, conciliando comunque il risparmio con un servizio di qualità.

Ciononostante, a causa della crisi economica, circa 3,5 milioni di Italiani scelgono di non stipulare una polizza auto. Si tratta però di una scelta altamente sconsigliabile, oltre che illegale ovviamente. Ogni veicolo in circolazione deve infatti obbligatoriamente essere coperto da una polizza. Se così non fosse, in caso di incidente, non solo occorrerebbe pagare di tasca propria i danni causati, ma si rischierebbe anche di incorrere nel penale.

Da un lato, dunque, trovare la polizza assicurativa più conveniente è una priorità per tutti i consumatori che non possono permettersi rate troppo alte a causa dell’instabilità economica; dall’altro lato, però, l’esigenza più importante è quella di ricevere le massime tutele in caso di sinistri. Il problema è comunque risolvibile: quando si stipula l’assicurazione auto, infatti, è possibile scegliere quale garanzia accessoria abbinare alla propria polizza e quale no. Ogni garanzia determina l’aumento del premio assicurativo e forse scegliere quelle che più ci interessano e scartare quelle che potrebbero non servire, potrebbe aiutarci a diminuire il costo dell’assicurazione.

L’Osservatorio SuperMoney, in merito alle scelte delle garanzie degli automobilisti italiani, ha dimostrato come attualmente ci sia una tendenza a preferire l’assistenza stradale piuttosto che, per esempio, la garanzia Kasko.

La ricerca ha analizzato più di 50 mila richieste di preventivi per polizze auto pervenute al portale di confronto tariffe online, nel periodo che va da ottobre a dicembre 2013.

Il dato riportato è quello che il 31% dei guidatori preferisce essere tutelato nel caso in cui rimanga in panne con l’auto e sicuro di poter ricevere l’assistenza stradale; il 14% del campione analizzato preferisce le tutele più classiche come il furto e l’incendio, mentre il 13% sceglie la garanzia “cristalli”.

Il 29%, però, sceglie la garanzia accessoria “infortuni conducente” che garantisce il risarcimento danni alla persona anche se il conducente è responsabile di un eventuale sinistro.

Probabilmente per il costo più elevato, la garanzia accessoria Kasko, invece, è scelta solo dall’1% degli automobilisti: questa, ricordiamolo, permette di ottenere un rimborso per i danni che avvengono durante la circolazione.

A livello regionale, comunque, gli automobilisti più “preoccupati” di rimanere in panne sono quelli del Friuli Venezia Giulia e della Liguria, che con il 40% raggiunge i livelli più alti rispetto al resto dell’Italia.

Come commenta lo stesso Amministratore Delegato SuperMoney, Andrea Manfredi, “Contrariamente a quanto si possa pensare, per gli italiani è più importante essere sicuri di non dover pagare di tasca propria un intervento del carro attrezzi che la sostituzione di un finestrino rotto.”

E continua:“Stupisce però che la Kasko riscuota così poco successo: il suo costo è sì più alto rispetto alle altre garanzie, ma sicuramente più basso delle riparazioni, ad esempio, per un eventuale ribaltamento del veicolo.”

“Siamo sicuri – conclude l’AD – che sia prudente per tutti gli automobilisti scartare a priori questa copertura?”

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *