12 ottobre
Adriano Celentano è finalmente tornato in tv. Un grande spettacolo con coreografie emozionanti, ospiti eccezionali, un cantante fantastico e dalla verve incontenibile: questo è quello che lunedì sera hanno potuto ammirare i telespettatori della Bbc, mentre su Canale5 andava in onda Rock Economy. Insieme al fido Gianni Morandi, il Molleggiato ha cantato alla grande, dimostrando di essere un eccellente showman; poi è iniziata la trasmissione. La critica, comunque, ha elogiato Rock Economy. Il Corriere l’ha definita “il miglior programma condotto da Celentano negli ultimi tre mesi”, mentre ancora più entusiasta si è dimostrata La Padania: “Non c’era neanche un negro”.

13 ottobre
In onda su Real Time una nuova puntata di Vendo casa disperatamente, il programma grazie a cui Scajola ha ottenuto un appartamento davanti al Colosseo a sua insaputa. Protagonista di oggi è Silvio, ex imprenditore edile desideroso di trasferirsi a Panama e intenzionato a vendere una delle sue case. Il compito per Paola Marella, però, è impegnativo: difficile, infatti, trovare acquirenti interessati ad avere nel proprio giardino un vulcano, una ex concorrente del Grande Fratello e quattro consigliere regionali da soddisfare. Alla fine, Paola riesce a vendere non solo la casa, ma tutta la Sardegna, all’emiro arabo Mansur bin Zayd Al Nahyan. Da non perdere, quindi, il prossimo derby di Champions League Manchester City – Sassari Torres.

14 ottobre
Ormai per andare in televisione le persone sono disposte a tutto: farsi riprendere mentre partoriscono, parlare dei loro fatti privati, far naufragare una nave da crociera, persino sedersi di fianco a Mara Venier. Per stroncare questa tendenza, l’Agcom (uno di quegli organismi controllati dai politici per controllare i politici – un po’ come se alle elementari le verifiche di matematica di vostro figlio le correggesse il suo compagno di banco a cui ha suggerito le risposte) impone che d’ora in poi chi apparirà più di cinquecento ore all’anno in video dovrà pagare un milione e mezzo di dollari, pari a due Mills e mezzo. Alba Parietti, per evitare problemi e non farsi riconoscere, decide di presentarsi in tutte le trasmissioni in cui viene invitata con una maschera di silicone. Pardon, senza silicone.

15 ottobre
Clamorosa rivelazione della Vita in diretta. Il naufragio della Costa Concordia sarebbe stato provocato da Striscia la Notizia e Salvo Sottile: la prima per realizzare lo scoop sull’avvocato Canzona, il secondo per intervistare Francesco Schettino e farsi insultare da decine di milioni di italiani. Alcuni dettagli, però, non tornano: perché, per esempio, far affondare la nave all’isola del Giglio e non sul Lambro, decisamente più vicino a Cologno Monzese? Perché non buttare in mare Francesca Rettondini? E ancora, non è scandaloso che Schettino sia stato pagato per essere intervistato da Ilaria Cavo? E infine, non è scandaloso che Ilaria Cavo sia stata pagata per intervistare Schettino?

16 ottobre     
Discreto successo di ascolti su Canale5 per Avanti un altro. “Conduzione divertente, ritmi incalzanti, protagonisti coinvolgenti: un programma decisamente ben realizzato”, scrive Dipollina su Repubblica parlando di X Factor. Il quiz del preserale di Mediaset, invece, si regge soprattutto sulla personalità di Bonolis, come sempre straordinario nell’insultare con vocaboli sconosciuti chiunque abbia di fronte. Meno significativo, invece, l’apporto di Luca Laurenti, “che come spalla comica sarebbe simpatico solo se si fratturasse una scapola”, scrive TVblog. Immediata la risposta di Laurenti, percepibile, però, solo dalle balene.

17 ottobre
Il web si interroga su Morgan. A far dubitare della sua lucidità sono le sue dichiarazioni non di rado prive di senso, le sue invettive spesso sconclusionate ma soprattutto il fatto che abbia sposato Asia Argento. Anche ad X Factor il cantante, tra una corsa in bagno e una leccata di denti, appare confuso e irrazionale: a volte dà addirittura ragione ad Arisa. I responsabili del programma però lo difendono: “E’ lui il vero valore aggiunto di X Factor, e non si muoverà da qui. Anche perché Boosta dei Subsonica per le prossime due settimane è già impegnato”.

18 ottobre
Tragedia a Mediaset: un operaio muore cadendo dall’impalcatura utilizzata per la ristrutturazione della faccia di Barbara D’Urso. Si tratta del terzo infortunio sul lavoro che si verifica a Mediaset, si legge in un comunicato diffuso da Cologno Monzese, per quanto possa suonare ridicolo l’accostamento delle parole “Mediaset” e “lavoro”. La D’Urso si dice terribilmente affranta e sconvolta dalla notizia, e infatti dedica alla vicenda solo un breve speciale di dodici ore.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *