I prestiti per le vacanze sono delle forme di prestito personale che si possono richiedere per fare una vacanza di qualsiasi durata, oppure per intraprendere un soggiorno di studio all’estero. A differenza di altre tipologie di finanziamento come i prestiti senza busta paga che richiedono la presentazione di garanzie esterne, i prestiti per le vacanze dipendono da garanzie obbligatorie “interne” che vanno presentate solamente dal proprio stipendio e dalle proprie finanze.
Prestiti per le vacanze: quali garanzie obbligatorie avere?

Per tranquillizzare tutte le categorie di lettori di questo approfondimento, ci teniamo a precisare che anche le persone che hanno avuto una storia finanziaria non brillante e che, sono state cattivi pagatori, possono accedere ai prestiti per le vacanze servendosi della formula di cessione del quinto dello stipendio o della pensione: in questo modo l’istituto i credito che effettuerà il prestito potrà trattenere le rate del pagamento direttamente dallo stipendio o dalla pensione, evitando possibili frodi.

Le garanzie obbligatorie dei prestiti per le vacanze sono simili a quelle delle altre tipologie più comuni di prestito:

  • avere dai 18 ai 75 anni;
  • avere residenza sul territorio italiano;
  • avere una fonte di reddito stabile, legale e dimostrabile, per tutelare la banca dal rischio di insolvenza;

Quali sono i documenti da presentare per richiedere il prestito?
Come tutte le domande di prestito, anche nel caso dei prestiti per le vacanze, ci sono dei documenti da presentare, ecco quali sono:

  • documento di identità valido e non scaduto;
  • codice fiscale;
  • copia dell’ultima busta paga per i lavoratori dipendenti/del cedolino della pensione per i pensionati/del Modello Unico per i lavoratori autonomi o per i liberi professionisti.

Quanto posso chiedere in prestito per una vacanza?
La prima cosa da sapere è che il quantitativo massimo erogabile non raggiunge i 15mila euro, tranne nel caso di soggiorni all’estero prolungati con lo scopo di apprendere una nuova lingua; in questi casi il valore del prestito può arrivare a 30mila euro.

I prestiti per le vacanze si ricevono sul proprio conto corrente e possono essere usati senza vincoli e senza l’obbligo di fornire giustificazioni all’ente erogante.
Questi prestiti possono coprire il 100% del viaggio e hanno un periodo di ammortamento variabile a seconda dell’istituto creditizio erogante: la media, solitamente, è compresa tra i 12 e i 60 mesi.
Alcuni istituti arrivano a 84 mesi per importi maggiori ai 15mila euro.

Per quanto riguarda i dati economici di questi prestiti, i tassi di interessi sono fissi, le rate sono ridotte, e anche le spese di istruttoria della pratica sono convenienti: spesso, inoltre, alcuni istituti di credito offrono prestiti per le vacanze a zero imposta di bollo, istruttoria, incasso e gestione rata.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *