L’Organismo Unitario dell’Avvocatura ha fatto una prima valutazione e espresso un giudizio articolato sugli emendamenti presentati dai relatori al ddl Concorrenza. L’Oua ricorda, quindi, che si attende da domani l’esame di tutte le proposte emendative.
Per Mirella Casiello, presidente Oua, assistiamo, “a continui cambi di direzione nell’iter di approvazione di questo provvedimento”.  “La Commissione Giustizia – continua – con un parere consultivo aveva avanzato diverse correzioni, alcune significative e positive come per l’Rc Auto o per lo stralcio dell’articolo relativo alle società di capitale, altre negative come la soppressione dell’estensione agli avvocati delle autentiche nei trasferimenti degli immobili sotto i 100mila euro”.
“Ebbene ora è arrivato il dietrofront – aggiunge – i relatori riportano le lancette indietro, da un lato fanno fare agli avvocati e ai cittadini un passo avanti ‘liberando’ e rendendo più competitivo un settore come quello del trasferimento degli immobili, dall’altro fanno marcia indietro su una scelta di buonsenso come quella di rinviare a una delega la delicata materia dell’ingresso dei soci di capitale negli studi legali, come richiesto anche dagli Stati Generali dell’Avvocatura”.
“Ma la partita è ancora aperta – conclude Casiello – l’iter è lungo, tra voto in commissione, che comincia domani, poi il passaggio in aula e quindi al Senato, l’avvocatura continuerà a far sentire le ragioni degli avvocati italiani, dando seguito alle mozioni approvate dall’ultimo Congresso Nazionale Forense”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *