Una vita che procede tranquilla, la solita sveglia per andare al lavoro. È alla guida della sua auto, decide di operare un sorpasso, sbanda, perde il controllo del mezzo e tutto cambia. Alessandra, la protagonista del libro: La sedia di Lulù ha un incidente gravissimo ed è trasportata con un elicottero d’urgenza in ospedale.

AA_LULU_2Dopo tante traversie il responso è drammatico, non utilizzerà più le gambe, è diventata paraplegica. Questo romanzo racconta una storia vera, ben narrata da Marina Casciani, che ha il grande obiettivo di sensibilizzare i lettori verso le tematiche della disabilità e di come un cane guida può essere di grande aiuto. Le prime pagine raccontano i dolori fisici, ma anche i disagi dovuti alla nuova condizione. Alessandra Santandrea affronta momenti terribili, di quelle sofferenze che non augureresti al tuo peggior nemico. Lei va avanti, grazie alla vicinanza dei familiari, degli operatori sanitari e del suo compagno che le rimane accanto. Le sue giornate sono sempre uguali, sveglia molto tardi, ad annoiarsi nel letto. Lunghi giorni davanti alle tele, i soli momenti felici i fine settimana quando Mauro, il suo compagno, è libero da impegni lavorativi. Poi la scelta di prendere un cane e arriva lei, Lulù, un concentrato di energia allo stato puro. Un piccolo batuffolo nero, che subito si trova a suo agio con la carrozzella ed entra immediatamente in sintonia con Alessandra. Questo cane ha il merito di cambiare radicalmente le giornate di Santandrea, ma soprattutto le sue motivazioni nel riscoprire la gioia di vivere. Lulù diventa uno strumento importante per svolgere tante funzioni che Alessandra non può più eseguire. Un rapporto che diventa così simbiotico che li porta anche a partecipare a gare di “obedience” con ottimi risultati. Il cane in queste gare deve eseguire degli ordini e degli esercizi dettati dal conduttore e competizioni che esaltano la bravura di Lulù. Questo libro è lo spunto per fare capire quanto siano importanti i cani per aiutare chi è in sedia a rotelle. Tutti i proventi della vendita del libro andranno all’associazione ChiaraMilla per preparare cani da supporto. L’associazione senza scopo di lucro ha diversi progetti di Pet Therapy in case di riposo, scuole, centri per l’handicap e si avvale di tanti operatori qualificati, ma anche di borse lavoro per recuperare ragazzi disagiati. Marina Casciani, infatti, non è solo l’abile scrittrice di questo romanzo, ma è anche la responsabile di ChiaraMilla e regista di una vera rete solidale, sia per uomini sia per animali. La stessa casa editrice Itaca ha creduto in questo progetto di raccoglier fondi per cani da supporto. Tantissimi sono quelli che hanno dato un impulso a questo progetto. Village for all è il primo network di villaggi e campeggi accessibili a persone disabili, che sentendosi vicini a questi temi hanno promosso il libro.

AA_LULU_1

Holiday Village Florenz, un villaggio senza barriere architettoniche, ha deciso di aiutare il progetto di ChiaraMilla perché sulla stessa linea di pensiero.
Pasvens azienda leader in Italia nella commercializzazione di lavatrici ed essiccatori industriali hanno deciso di acquistare diverse copie del libro, il cui ricavato potrà creare un progetto di Pet Therapy a favore dei bimbi ospiti di una casa per minori di Bologna, denominata il Piccolo Principe.
L’Associazione il Piccolo Principe, che beneficerà della Pet Therapy per i suoi ragazzi disagiati.
Save the Dogs and other Animals un’associazione che nasce per salvare i cani randagi della Romania dalle barbare uccisioni. L’associazione Save the Dogs ha visto un’opportunità per creare una nuova sensibilità nei confronti dei cani.

AA_LULUL’Associazione Avedev-Canile comunale di Ferrara che si è unita alla battaglia di ChiaraMilla che vuole che sia legalmente riconosciuto il ruolo dei cani da supporto per le persone in sedia a rotelle e auspicano, che cani accolti dal canile possano un giorno diventare bravi come Lulù.
ENPA – Sezione di Cento (FE) che ha visto in questo progetto una grande opportunità per migliorare il rapporto uomo-animale.
Lega del cane- Sezione Ferrara, che gestisce anche un canile, si sono anche loro lanciati nel sostenere il libro e per far conoscere i rapporti meravigliosi che possono nascere tra uomo e animale.
Questa storia di Alessandra e Lulù ha il potere di commuovere il lettore e portare avanti un progetto che mira a costruire una catena di bene, tra uomini e animali.

 

La Sedia di Lulù
Autori: Marina Casciani   Alessandra Santandrea
Editore: Itaca Libri
Costo: 12,00 Euro (interamente devoluto all’associazione ChiaraMilla per la preparazione di cani da supporto)

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *