In seguito all’entrata in vigore del Decreto Interministeriale (G.U. n.243 del 17 ottobre 2012) con cui il Governo ha previsto incentivi per le assunzioni dei giovani under 30 e delle donne di qualsiasi età anagrafica, l’INPS ha illustrato, con la circolare n. 122 del 17 ottobre 2012, le modalità di invio della domanda per l’ammissione agli incentivi.

La domanda può essere inviata esclusivamente per via telematica utilizzando l’apposito modello “DON-GIOV” disponibile, per i datori di lavoro ovvero per i loro intermediari, sul sito ww.inps.it-servizi on line (e scaricabile anche dai documenti correlati a questo articolo) e l’ordine cronologico di invio telematico delle istanze – del quale si riceverà attestazione mediante produzione della ricevuta da parte dei sistema telematico dell’Istituto previdenziale – costituirà il criterio per l’attribuzione degli incentivi in caso di insufficienza delle risorse stanziate in relazione alle domande presentate.

L’istituto inoltre, nel rinviare al decreto per la disciplina specifica degli incentivi in relazione alle diverse tipologie di assunzione e stabilizzazione (sintesi nel documento allegato), ha ricordato che la legge in ogni caso subordina la concessione degli incentivi alla sussistenza di talune condizioni generali.

In primo luogo, gli incentivi non spettano se l’assunzione o la trasformazione viola il diritto di precedenza, stabilito dalla legge o dal contratto collettivo, alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato da un rapporto a tempo indeterminato o cessato da un rapporto a termine; non spettano, altresì, se il datore di lavoro abbia in atto sospensioni dal lavoro connesse ad una crisi o riorganizzazione aziendale salvi i casi in cui l’assunzione o la trasformazione siano finalizzate all’acquisizione di professionalità sostanzialmente diverse da quelle dei lavoratori sospesi oppure siano effettuate presso una diversa unità produttiva. In ultimo, la loro fruizione è sempre subordinata alla sussistenza della regolarità contributiva aziendale, al rispetto delle norme in materia di sicurezza sul lavoro, all’osservanza dei contratti collettivi e al rispetto del regime “de minimis”.

Secondo la recentissima comunicazione dell’INPGI, dal momento che il Governo ha attribuito solo all’INPS la gestione dell’erogazione degli incentivi, anche le aziende del settore editoriale che vogliono assumere ovvero stabilizzare giornalisti under 30 ovvero giornaliste di qualsiasi età devono attenersi alla procedura telematica di cui sopra presentando quindi l’istanza di accesso agli incentivi sempre all’INPS.
INPS – MODELLO DON-GIOV per accedere agli incentivi all’assunzione di donne e giovani
FINANZIAMENTO PER L’OCCUPAZIONE GIOVANILE E DELLE DONNE

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *