L’ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti in Italia, Omar Obaid Al-Shamsi, ha offerto oggi a Roma un banchetto in onore di una rappresentanza della squadra italiana che ha partecipato ai giochi Olympic Special World Games di Abu Dhabi, svolti lo scorso marzo negli Emirati Arabi, con una delegazione di 167 persone tra atleti e tecnici, raccogliendo ben 107 medaglie.

Nel suo intervento il Vice Presidente di Special Olympics Italia, Alessandro Palazzotti, ha confermato la gioia degli atleti per aver partecipato alla manifestazione di Abu Dhabi, una delle più riuscite dalla prima nel lontano 1968, sia in termini di organizzazione sia per il messaggio di fratellanza tra popoli e persone partito lo scorso marzo dagli Emirati e che continua a viaggiare nelle gambe e nelle parole degli atleti italiani in tutta la penisola.
Dal suo canto, l’ambasciatore Al-Shamsi, ha sottolineato come gli Emirati, lanciando la nuova politica nazionale per le persone diversamente abili nel 2017, siano stati il primo paese ad adottare una nuova denominazione che non aggettivasse più la “mancanza” o “diversità”, ma al contrario risaltasse il “più” che esse danno, diventando quindi ufficialmente i “possessori della determinazione”, rimarcando pertanto la loro vita come un’impresa già di suo. La cerimonia si è conclusa con uno scambio di doni e la proiezione di un filmato sull’esperienza della squadra italiana durante il loro viaggio ad Abu Dhabi.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *