Quando si parla di diffusori tessili si fa riferimento a dispositivi che hanno il compito di assicurare la diffusione dell’aria. Si tratta di un compito che può essere svolto in modalità differenti: per esempio attraverso i micro-ugelli o per mezzo di un ugello, ma anche sfruttando la permeabilità del tessuto. Altre soluzioni che meritano di essere prese in considerazione sono la microforatura, la foratura, l’adattatore e il fondello. Tutto dipende dalle specifiche circostanze e, ovviamente, dalle peculiarità che sono richieste nei punti scelti per l’installazione.

Soluzioni differenti

In base alle varie opzioni di pressione e di portata, è possibile scegliere fra numerose combinazioni tra la dislocazione dei fori e la loro dimensione. In riferimento alle opzioni di lancio, d’altra parte, ci sono due modalità: la bassa induzione e l’alta induzione, che è quella che occorre per le distanze più lunghe. La bassa induzione necessita della microforatura, che corrisponde ai fori che hanno dimensioni ridotte. Al contrario, l’alta induzione è correlata alla foratura, che prevede per i fori un diametro di almeno 4 millimetri. Se si vuol scoprire qual è il tipo di foratura migliore a seconda delle esigenze che devono essere assecondate, comunque, è necessario tenere conto anche delle variazioni di temperatura.

I parametri da prendere in considerazione

Nel novero dei parametri di cui si deve tenere conto c’è poi la pressione statica utile all’imbocco. I diffusori di PŘÍHODA per esempio possono gonfiarsi anche con 50 o 60 Pascal in presenza di un canale lineare. Nel caso in cui il sistema sia contraddistinto da un livello più elevato di complessità, per esempio perché ci sono delle riduzioni di diametro, degli abbassamenti o delle curve, la pressione statica diventa fondamentale dal punto di vista del necessario funzionamento del sistema. Così i valori oscillano fra i 200 e i 250 Pascal, e servono a prevenire fenomeni di vibrazione.

Le dimensioni

La gittata dell’aria canalizzata varia in funzione della pressione statica interna al diffusore, ma c’è anche un altro parametro significativo, che è quello del differenziale termico fra la temperatura che viene immessa e la temperatura ambiente. Per quel che riguarda le dimensioni è possibile realizzare diffusori con un diametro minimo di 10 centimetri e un diametro massimo di 2 metri. Non sono previste limitazioni, invece, per quel che concerne la lunghezza, dal momento che i diffusori sono progettati e realizzati su misura a seconda degli ambienti in cui vengono installati. In linea di massima, comunque, i diffusori devono essere suddivisi in spezzoni da 10 metri; così, nel caso in cui uno degli spezzoni si dovesse usurare e avesse bisogno di essere sostituito, non ci sarebbe bisogno di cambiare tutto il pezzo.

La sezione dei diffusori in tessuto

diffusori in tessuto con sezione circolare rappresentano la versione base, e sono quelli più suggeriti anche perché richiedono una manutenzione minima. In alternativa si può optare per i diffusori con sezione semicircolare, che vengono usati per ragioni di natura estetica e quando lo spazio è limitato. Ancora, ecco le soluzioni a quarto di cerchio, ideali nei contesti in cui non c’è abbastanza spazio per i diffusori circolari o quando l’installazione deve essere effettuata in un angolo del locale. Vale la pena di citare, poi, i segmenti, che sono usati quando lo spazio disponibile non basta neppure per il semicircolare. Nel caso del settore, si può ottenere la forma unicamente tramite una struttura particolare grazie a cui gli angoli del diffusore vengono tenuti insieme. Ci sono anche i diffusori in tessuto a sezione quadrata, con una struttura che consente di tenere i 4 angoli in posizione. Infine, spazio ai diffusori a sezione triangolare, per i quali serve un peso interno a una tasca ad hoc che viene cucita in basso.

Le soluzioni di PŘÍHODA

PŘÍHODA è una realtà specializzata nella fornitura di diffusori in tessuto e condotti di forma quadrata, ma non solo. Questa azienda si occupa anche di ugelli tessili, di diffusori di aspirazione a depressione e di componenti regolabili come gomiti e prezzi dritti. Un altro fiore all’occhiello di PŘÍHODA è la microforatura del tessuto, con la portata che viene adattata alla superficie del materiale. PŘÍHODA vanta 3 edifici ed è presente in Italia con una filiale a Padova.

Related Articles