Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un grande sviluppo e diffusione di Internet e del web, ed in particolare dello shopping online, sui vari siti di retail e piattaforme e-commerce.

In linea con questa nuova tendenza sono emersi nuovi metodi di pagamento per soddisfare le nuove esigenze: digitalizzazione, velocità e sicurezza delle transazioni. Tra i vari metodi di pagamento, uno dei più popolari è costituito dalle carte prepagate; utilizzate specialmente dai giovani, sono solitamente associate al circuito Visa o Mastercard e consentono di essere ricaricate ogni qualvolta si vuole per fare acquisti, pagare abbonamenti, inviare soldi e molto altro ancora.

Sono svariati i vantaggi delle carte prepagate rispetto a quelle di credito/debito: sottoscrivibili anche da chi ha meno di 18 anni, sono facili da richiedere, non comportano spese particolari, possono essere usate per svariate operazioni, permettono di spendere solo l’importo ricaricato e sono per questo del tutto sicure e affidabili.

Sicuramente uno degli aspetti più importanti da considerare prima di scegliere quale carta prepagata attivare sono i costi, comunque molto inferiori rispetto a conti bancari veri e propri e carte di credito/debito.

Tra le varie carte prepagate attualmente attivabili ci sono infatti molte differenze da questo punto di vista, che possono portare a preferire una piuttosto che un’altra.

Per fare chiarezza in merito, abbiamo chiesto agli esperti del sito specializzato carteprepagate.me di elencare quali sono i principali costi da considerare nella scelta e confronto tra le varie carte disponibili: vediamoli di seguito nel dettaglio.

Costo di attivazione

Uno dei costi che bisogna tenere in considerazione nella scelta della migliore carta prepagata per il proprio caso è il costo di attivazione, ovvero quella somma da pagare

al momento della registrazione per sottoscrivere il contratto ed avere quindi la carta prepagata.

La maggior parte di esse ha un costo di attivazione gratuito, essa si svolge tutto in via telematica in pochi minuti e nel giro di una settimana di avrà già il conto online operativo e la carta fisica ricevuta.

Alcune banche, inoltre, offrono un incentivo per portare la gente ad iscriversi, per esempio un bonus di attivazione in soldi o in caso di inviti ad altri amici e familiari.

Canone mensile

Un altro costo che bisogna valutare nella scelta della carta prepagata ideale è il canone mensile. Sebbene esso sia notevolmente inferiore ad una carta di credito o a un conto bancario, è comunque presente. Generalmente esso varia in base al piano di abbonamento scelto.

Le versioni base di molte prepagate, per esempio, hanno un canone mensile gratuito, e in molti casi non è nemmeno necessario pagare l’imposta di bollo. Queste versioni però hanno aspetti limitanti, come un importo massimo prelevabile ogni giorno e un importo massimo ricaricabile mensile ed annuo. Per chi vuole usare molto la carta, anche per ricevere uno stipendio, è necessario effettuare un upgrade. Qui i costi mensili varieranno in base a cosa offre il nuovo piano ed alla carta prepagata specifica. Generalmente, comunque, non superano i 10/15 euro.

Costi di ricarica

L’aspetto principale che caratterizza una carta prepagata è il fatto di poter essere comodamente e rapidamente ricaricata con l’importo desiderato, per avere del saldo disponibile in caso di emergenza o per fare acquisti.

Sono svariati i metodi di ricarica delle carte prepagate, come fare un bonifico bancario, se possiede l’iban, ricaricare tramite un’altra carta associata o anche in contanti direttamente alla sede della banca, al tabacchino ed anche in alcuni supermercati.

Se si pensa di effettuare spesso questa operazione, scegliere la carta prepagata con i minori costi di ricarica è la soluzione ideale. Di solito per tutte il metodo tramite bonifico bancario è gratuito, senza commissioni, però bisogna avere un conto bancario e la carta prepagata in questione deve possedere un IBAN, aspetto che non tutte hanno.

Per quanto riguarda la ricarica in contanti, il metodo più svolto, i prezzi variano di solito dagli uno ai quattro euro. Diventa fondamentale dunque informarsi bene in anticipo su tutti i vari costi prima di scegliere la carta prepagata.

Related Articles