Per quanto riguarda la scelta di un’assicurazione auto conveniente, sappiamo che esistono molte soluzioni: richiedere diversi preventivi, assicurarsi on line, o comparare diverse offerte assicurative su comparatori accreditati come SuperMoney; questo è solo l’inizio per poter risparmiare, poiché un ruolo importante lo giocano anche i sinistri in cui si può essere coinvolti.
L’Osservatorio SuperMoney sulle assicurazioni auto, ha recentemente condotto uno studio che dimostra la crescita dell’assicurazione auto anche del 69% in seguito a uno o più incidenti con colpa.
Lo studio, condotto su quattro città italiane, Milano, Roma, Napoli, e Palermo, prende in esame la crescita delle polizze assicurative in seguito a sinistri con colpa.
Assicurazione auto: i dati dello studio di SuperMoney

Premettiamo che la prima indagine specifica di questo genere è stata condotta nel 2012: rispetto ai dati emersi allora si evidenziano aumenti delle polizze specialmente al Sud Italia, ma in maniera più lieve rispetto all’anno precedentemente preso in causa.

I risultati prodotti hanno analizzato due profili diversi di automobilisti in base alla classe di merito (esperto classe CU 1, meno esperto classe CU 7) e in relazione alle conseguenze di un incidente con colpa.

Esempio 1: automobilista esperto, classe CU 1

Esaminando il caso di un automobilista esperto inserito in classe di merito CU 1, lo studio rileva un aumento medio delle polizze a livello nazionale del 31% con un solo sinistro all’anno, di oltre il 61%, invece, con due sinistri nel corso dello stesso anno.
Vediamo il dettaglio importante per quanto riguarda la città di Napoli, dove il rincaro è più consistente: le polizze aumentano del 22% dopo un incidente e del 57% dopo due con una media espressa in euro di 1154 all’anno per la polizza assicurativa.

Esempio 2: automobilista poco esperto, classe CU 7

Nello studio riferito a un automobilista poco esperto, con classe di merito CU 7, protagonisti in negativo sono ancora i napoletani, con aumenti del 20% considerando un solo incidente, e del 69% con due sinistri: tutto questo fa lievitare le polizze auto fino a raggiungere i 1353 euro annui. Anche per gli altri automobilisti italiani si registrano rincari sulla assicurazione auto, ma non così pesanti come a Napoli: a Milano, per esempio, le polizze aumentano del 27% al primo incidente, del 31% nel secondo.

Bonus-malus: un criterio di valutazione “negativo” per l’assicurazione auto?

Il criterio adottato per l’attribuzione della classe di merito, risulta essere oggetto di discussione per due motivi che ora illustreremo; stiamo parlando del meccanismo bonus-malus, che offre benefici in base all’assenza di sinistri e penalizza fortemente i trasgressori.
Se le penalità sono pesanti, i premi di merito sono invece elargiti con lentezza: l’unica cosa che gli automobilisti possono fare per evitare improvvise ed economicamente dannose variazioni della classe di merito è sottoscrivere una polizza kasko (o una con clausola “bonus-protetto”) o pagare i danni di tasca propria, rischiando di avere un aumento dei costi assicurativi o di bypassare in maniera poco chiara alcune limitazioni.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *