Aave (AAVE): Cos’è e Come funziona

Aave (AAVE) è una nuova criptovaluta DeFi che permette agli utenti di prestare, prendere in prestito e guadagnare interessi su asset crittografici senza l’utilizzo di intermediari. È anche un sistema di smart contract che opera sulla blockchain di Ethereum e che consente a questi asset di essere controllati da una rete distribuita di computer che eseguono il suo software.

Ciò implica che i consumatori di Aave non devono riporre la loro fiducia in un intermediario per gestire il loro denaro ma devono solo confidare che il codice funzioni esattamente come previsto. ETH, MANA e BAT sono solo alcune delle 17 criptovalute che possono essere prese in prestito o prestate utilizzando il programma Aave ed i suoi pool di prestiti.

Se desideri saperne di più ti suggeriamo di proseguire con la lettura dell’articolo, in alternativa puoi acquistare AAVE su Young Platform direttamente.

Cos’è AAVE?

Come anticipato, Aave (AAVE) è un token Ethereum che alimenta la piattaforma Aave su cui è possibile prestare e prendere in prestito asset crittografici.

Aave richiede ai mutuatari di fornire garanzie prima di poter prendere in prestito, in modo simile ad altre piattaforme di prestito decentralizzate basate su Ethereum. Inoltre, l’importo che può essere preso in prestito è limitato al valore della garanzia fornita.

Un “aToken”, un token unico legato al valore di un’altra attività, viene dato ai mutuatari come pagamento. Poi, questo token viene codificato in modo che gli interessi sul deposito possano essere pagati ai prestatori. Ad esempio, un mutuatario può mettere ETH come garanzia e ottenere prestiti in BAT. Ciò consente al mutuatario di sperimentare varie criptovalute senza possederle realmente. Aave può poi supportare altre funzionalità, come i prestiti istantanei che sfruttano le caratteristiche speciali della tecnologia blockchain.

Gli utenti hanno anche l’opportunità di votare le modifiche alle regole e ai regolamenti di AAVE, un aspetto fondamentale per la gestione del software Aave. Il team di Aave ha presentato un “Modulo di sicurezza” (SM), in cui gli utenti possono mettere in staking i loro AAVE come assicurazione contro una carenza di liquidità. Gli stakeholder che lo faranno riceveranno altri token AAVE e una parte delle commissioni del protocollo.

La quantità limitata di token AAVE ed il fatto che il protocollo utilizza i proventi delle commissioni per acquistare AAVE e rimuovere la criptovaluta dalla circolazione contribuiscono al valore di questa innovativa criptovaluta.

Come funziona AAVE?

È possibile definire Aave come una rete di pool di prestiti. I partecipanti depositano il denaro che vogliono prestare e il pool di liquidità viene successivamente riempito. Quando accendono un prestito, i mutuatari possono attingere da questi pool ed i token sono poi trasferibili o negoziabili a discrezione del prestatore.

Aave fornisce due diversi tipi di token per agevolare questa attività: gli aToken, che vengono dati ai prestatori per ottenere interessi sui depositi, e i token AAVE, che sono i token nativi di Aave.

I possessori della crypto AAVE possono beneficiare di una serie di vantaggi. Per esempio, se i mutuatari di AAVE contraggono prestiti nella valuta del token, non ci sono commissioni. Inoltre, anche i mutuatari che utilizzano AAVE come garanzia ricevono commissioni ridotte. Pagando una commissione in AAVE, i titolari di AAVE possono vedere i prestiti in modo più dettagliato prima che vengano resi disponibili al pubblico. Infine, i mutuatari con garanzia AAVE possono anche prendere in prestito una cifra maggiore.

Related Articles