Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Cattivi guaglio'

22 Giugno 2012 di 

Glielo dico io ai magistrati che voi non siete stati, né tu, né Scotti, né Martelli, siete tipi da coltelli, qualcun altro avrà mafiato all’insaputa dello Stato!

Cattivi guaglio'
“Cattivi guagliuni nuje tenimmo all’attivo precedenti e recidive … Cattive cattive…‘a colpa è sulo ‘a nosta si ‘stu munno nun funziona, cattivi guagliuni simmo nuje ca simm’ tutte quante nate sbagliate… cattive cattive… nuje nun eremo manco nate e già ci avevano condannate!”*

Inchiesta dai più richiesta sulla trattativa Stato-mafia del 1992-93, intercettazione della telefonata del 15 marzo 2012 alle ore 9,05 tra il Procuratore Generale, Vitaliano Esposito e l’ex senatore, ora privato cittadino, Nicola Mancino: “Sono chiaramente a sua disposizione – dice Vitaliano – adesso vedo questo provvedimento e poi ne parliamo. Se vuole venirmi a trovare, quando vuole.” Risponde Mancino: “GUAGLIO’ come vengo, vado sui giornali!” Poi, qualche tempo dopo, quasi fosse cosa da poco, Mancino, sempre privato cittadino, scrive al Capo dello Stato che lui tra mafia e Stato proprio non c’è stato e forse Napolitano, in napoletano, gli deve aver risposto: GUAGLIO’, tranquillo è tutto a posto, adesso scrivo tosto al Procuratore Generale della Cassazione di questa mia Nazione, che abbiamo sempre considerato una COSA di casa NOSTRA da quando tu eri al Viminale e io Presidente della Camera e poi tu andasti alla Camera e io al Viminale, perché tutto rimanesse tale e quale.

Glielo dico io ai magistrati che voi non siete stati, né tu, né Scotti, né Martelli, siete tipi da coltelli, qualcun altro avrà mafiato all’insaputa dello Stato! Glielo dico io a quel Grasso Pietro, che ve lo vuol mettere nel didietro, di fare un passo indietro e che certe confidenze le deve condividere con Caltanissetta e con Firenze! Ecchè… Mo’ la Magistratura può indagare con disinvoltura su dei BRAVI GUAGLIUNI con interrogatori inopportuni soprattutto per taluni? Sarebbe come se al Governo ci fossero gli eletti e non quegli Eletti, nobilissimi e perfetti, che come i sopradetti mai ebbero a che fare coi Prefetti e che se subiscono processi sono solo degli eccessi di qualche Magistrato che non è stato omologato ma è solo dello Stato.

Proprio come quei FALCONE** e BORSELLINO*** che qualcuno ha ammazzato, ma mica lo Stato è stato, piuttosto qualche depravato che da solo avrà mafiato. “Genta normale ca può ‘ncuntra’ ‘o ‘spitale, ‘o mercato o in fila pe’ parla’ cu’ ‘e pariente carcerate, pecchè dint’ a ‘sti celle nun ce truovi ‘e peculate ‘e truffe aggravate contro ‘o Stato ‘o falso in bilancio ‘a bancarotta fraudolenta ‘a corruzione ‘e magistrato o l’evasione fiscale… Truovi a Pascale! Rapina a mano armata, truovi a Vicienzo! Spacciatore, a Renato! Scippo e estorsione, truovi a Diego! Rissa e danneggiamento aggravato e si tu vide buono, truovi pure ‘o cazzo ca ‘e cacato tu, ‘a legalità, l’inflessibilità,‘a certezza della pena e ‘o magistrato ‘e sorveglianza… Vuje site ‘na paranza ‘e gente cc’ ha perduto ‘a dignità!”*

*CATTIVI GUAGLIUNI – 99 POSSE (ed. NOVENOVE) Il video è nei correlati a questo articolo, in alto a destra: scritto e diretto da ABEL FERRARA, fotografia KENNY KELSCH, camera FRANCESCA AMITRANO, EMANUELA PIRELLI, LOREDANA ANTONELLI, scenografia FRANK DE CURTIS, trucco RENATA DI LEONE, elettricista MARCO FILIPPONE, montaggio NICOLA TRANQUILLINO, JOE CAPALBO ispettore, SALVATORE RUOCCO poliziotto.
** GIOVANNI FALCONE UCCISO A CAPACI (PA) il 22 maggio 1992 con 5 quintali di tritolo
***PAOLO BORSELLINO UCCISO IN VIA D’AMELIO (PA) il 19 luglio 1992 con 100 kg di esplosivo
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Informazioni sull'autore
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Video correlati

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni