Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Il falò della credibilità

11 Gennaio 2013 di 
Il falò della credibilità
Nome del programma: “Forza Italia”, stagione prima: 1994, durata: per sempre. Questi sono i termini del contratto che Gabriella Carlucci si vede recapitare sotto la scrivania del cavaliere.

Stufa di incarnare la decadenza della tv pomeridiana, accetta la promozione e anche l’acconto esentasse (allegato B). La lady di legno si ritrova così alla Camera dei deputati, poi sulla poltrona di sindaco di Margherita di Savoia in Puglia. Ma non è abbastanza, l’audience non è più quella di una volta, lo stipendio percepito è “minimo” e i portaborse non le guardano più il culo come i primi giorni.

Proprio come una trasmissione invecchiata male, il partito cambia più volte nome, cast e sponsor. Gabriella non ci sta, si guarda intorno e passa da Mediaset alla RAI, candidandosi per l’UDC. Bollata come Gabriella Iscariota dai vecchi amici, lascia indelebili ricordi del suo passaggio: una proposta di legge antipirateria confusa con l’antipedofilia, la condanna al risarcimento di una ex segretaria (circa 10.000 euro), la Porsche parcheggiata sul marciapiede in piazza del Parlamento e qualche pisciata dei suoi gatti sui tappeti di Montecitorio.

Il nuovo mecenate è in realtà una vecchia volpe di nome Paolo Cirino Pomicino, già condannato per finanziamento illecito e corruzione ai bei tempi che furono. Non è certo Berlusconi, l’idolo dei giovani che “a 74 anni, l'età dei loro nonni, è pieno di donne”, ma è pur sempre un contratto da prima serata.
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Informazioni sull'autore
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Video correlati

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni