Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Preservare è peggio che pippare

28 Marzo 2014 di 
Preservare è peggio che pippare
Il nuovo Papa è uguale al vecchio Papa, ma più sportivo, giovanile e piace alle nonne, proprio come Renzi. Si parla di apertura, di modernità e di svecchiamento della chiesa contemporanea, pur mantenendo saldi i principi medievali di tirannia sociale, omofobia e tasse religiose.

Non contento della copertina di Rolling Stone, ora Bergoglio ha la sua rivista personale e presto uno show televisivo dove maledirà, sorridendo, tutti gli eretici. Il popolo argentino lo adora come un orgoglio nazionale e proprio dal Sudamerica arrivano ogni giorno lettere d’amore e omaggi floreali indirizzati al Vaticano. Uno di questi pacchi, intercettato dalla polizia postale tedesca, conteneva circa 340 grammi di cocaina liquida conservata nei preservativi. Un insolito presente inviato all’ufficio postale di Città del Vaticano che ha destato più di una perplessità negli inquirenti. Non è infatti ammissibile che i profilattici, ancorché usati a fini di spaccio, varchino la soglia pontificia. Per fortuna i cani anti-lattice delle guardie svizzere si sono mossi in tempo per sventare la diffusione dei contraccettivi sacrileghi. La religione sarà pure la cocaina dei popoli, ma, affermano i diplomatici della Santa Sede, che nessuno parli di anticoncezionali.
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Informazioni sull'autore
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni