Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Turchia: i “venti di guerra” penalizzano il forex

02 Dicembre 2015

Dopo l'abbattimento del jet russo, crolla la lira turca sul mercato finanziario e la Turchia resta a guardare l'impennata del cambio euro-lira turca...

Turchia: i “venti di guerra” penalizzano il forex
I fatti di cronaca noti a tutti intercorsi tra Russia e Turchia, oltre ad aver influenzato gli equilibri politici hanno avuto anche una ripercussione sul mercato finanziario e, in particolare sul forex che, per chi fosse digiuno dell'argomento, è “il mercato internazionale di cambio di valuta estera, il luogo dove avvengono le transazioni di scambio tra le diverse valute nazionali”, come spiegato in maniera più dettagliata dalla guida sul Forex del comparatore SuperMoney.
Dopo l'abbattimento del jet russo da parte dei bombardieri turchi la lira turca ha iniziato a precipitare e le previsioni fanno allontanare qualsiasi speranza di ripresa della valuta della Turchia: oltre a questo l'euro è in recupero sul dollaro USA, nonostante le ultime oscillazioni.
Questo contribuisce ancora di più all'impennata del cambio euro-lira.

Turchia: tensione diplomatica e tensione economica

Se da un lato le vicende diplomatiche tra Vladimir Putin e il presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan sono al centro delle cronache giornalistiche, quello che rimane più in secondo piano è che questa tensione politica si ritrova nel forex: la lira turca, come accennato, dopo aver guadagnato terreno precedentemente sia nel cambio con il dollaro che in quello con l'euro, adesso si trova ad arrancare, per non dire a precipitare del tutto.

La notizia dell’abbattimento del jet russo da parte dei due caccia F-16 turchi nei cieli di Ankara, al confine con la Siria il 24 novembre, ha avuto immediatamente delle ripercussioni sul mercato delle valute e la lira turca in sole poche ore ha perso quasi 400 pip contro il dollaro USA e quasi 500 contro l’euro. Qual è la conseguenza di questa perdita legata al grave incidente diplomatico? Il timore maggiore è che la crisi diplomatica possa inasprirsi per la Turchia e quindi la conseguenza è che le vendite si continuano a susseguire quasi senza sosta, e non la tendenza non sembra mutare col passare del tempo.

Euro-lira: analisi tecnica del cambio e della “crisi” in atto
La difficile situazione della moneta della Turchia in confronto con l'euro, non è spiegabile solo con la crisi diplomatica che sta affrontando Ankara, ma anche per meriti dell'euro che, nonostante gli scivoloni degli ultimi giorni, è in rialzo per quanto riguarda il cambio con il dollaro.

Attualmente, il dato aggiornato al 27 novembre, vede la quotazione euro-lira turca (EUR/TRY) superare il prezzo di 3,0972442, con un movimento che va verso i target di 3.1124 e di 3.1821, dove c’è un gap non ancora da colmare fino a 3.2015.
In caso di ripiegamento, potrebbe verificarsi la ripresa del trend negativo, e i supporti da raggiungere sarebbero 3.0555 e 3.0023, ma affinché sia così dovrebbero per forza di cose verificarsi  risvolti positivi sui rapporti diplomatici tra Turchia e Russia.

© goleminformazione.it - riproduzione vietata

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni