Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Contrastare la caduta dei capelli in modo naturale

02 Maggio 2016

La caduta dei capelli è un processo fisiologico connaturato al regolare decorso di vita del capello, che è compreso fra i 2 e i 7 anni. Quando il fenomeno diventa più accentuato, però, iniziate a notare un numero consistente di capelli depositato sul cuscino la mattina o tra i denti delle spazzole, può essere sintomatico di un problema di alopecia.

Contrastare la caduta dei capelli in modo naturale
. L’alopecia androgenetica è la più diffusa forma di calvizie, correlata a fattori di carattere genetico-ereditari, e interessa circa il 90% della popolazione maschile e il 40% di quella femminile. Sebbene non esistano rimedi in grado di arrestare del tutto la caduta, è possibile prevenire il diradamento o limitarlo attraverso comportamenti e accorgimenti naturali.

Alimentazione adatta

Un’alimentazione adatta concorre a nutrire in modo adeguato i bulbi piliferi, limitando la perdita di capelli. La Vitamina B è l’elemento più importante per la salute del capello e si trova in grande abbondanza in cibi come cereali, fegato animale, lievito di birra, legumi e frutta secca. Molto preziose per la salute dei bulbi sono anche le vitamine dei gruppi A, E, B5, B6, PP, ed H. Da evitare, invece, cibi ad alta concentrazione lipidica, i fritti e gli zuccheri, che possono causare un’eccessiva produzione di sebo causando seborrea e forfora.
Stile di vita sano

Una delle concause più impattanti sulla salute del cuoio capelluto è lo stress. Uno stile di vita sregolato o frenetico, caratterizzato da ritmi troppo elevati e poche ore di sonno possono avere effetti diretti sulla perdita dei capelli. Concedersi del tempo per le proprie passioni, riposare il giusto numero di ore e dedicarsi alla meditazione permettono di limitare gli effetti della calvizie. Fumo e uso eccessivo di alcolici sono ulteriori elementi destabilizzanti per la salute del capello.

Massaggi al cuoio capelluto

Ossigenare i bulbi piliferi che si trovano all’interno del cuoio capelluto garantisce una miglior tenuta dei capelli, aiutando a mantenerli più folti e resistenti. Una delle pratiche più diffuse ed efficaci deriva dalla medicina indiana, l’ayurveda, è consiste nel massaggiare il cuoio capelluto per circa mezz’ora attraverso specifiche lozioni naturali nutrienti. La pratica permette di far circolare meglio il sangue, nutrendo in modo adeguato i follicoli.

Evitare atteggiamenti sbagliati

Piccoli accorgimenti quotidiani possono fare la differenza. Quando si spazzolano i capelli è necessario porre estrema cura alle modalità di esecuzione. Spazzolate troppo veementi possono danneggiare il cuoio capelluto, costringendolo ad uno stress costante e protratto nel tempo che può, nel lungo periodo, risultare dannoso. Lavare i capelli ogni giorno consente di eliminare i residui di grasso e di prevenire la comparsa di infezioni alla cute, seborree, dermatiti seborroiche e altre patologie cutanee. Infine, è sempre assolutamente consigliato utilizzare prodotti di qualità per la cura dei capelli: shampoo e balsamo scadenti possono causare danni significativi al cuoio capelluto, ai bulbi piliferi e, di conseguenza al benessere dei capelli.

© goleminformazione.it - riproduzione vietata

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni