Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Secondi di pesce

Spigola in agrodolce

26 Aprile 2013 di  Bruno Cosentini

Quella d'allevamento esteticamente si differenzia da quella selvatico per il colore più scuro sul dorso e nettamente più chiaro sui fianchi.

Spigola in agrodolce
Nelle regioni dell’Italia settentrionale la spigola è nota con il nome di branzino. A Firenze, in particolare, si chiama anche pesce lupo. C’è anche il persico-spigola, allevato in acqua dolce. Sono preferibili quelle provenienti da allevamenti estensivi, ossia non da gabbie, in acqua marina.

Ingredienti per 4 persone:
4 filetti di spigola del peso di circa 200 grammi ciascuno (se non sapete sfilettare il pesce, chiedeteli al vostro pescivendolo) – pancetta affumicata a cubetti 80 grammi – cipolle bianche 2 – arancia 1 – olio evo 5 cucchiai – aceto bianco 3 cucchiai – zucchero 3 cucchiai – rosmarino fresco 1 rametto – sale e pepe q.b.

Fate appassire in padella le cipolle affettate non troppo sottili in 3 cucchiai di olio.
Aggiungete i 3 cucchiai di zucchero  e, non appena questo si sarà caramellato, unite i 3 cucchiai di aceto; salate e pepate.
Tagliate a striscioline la scorza dell’arancia eliminando la parte bianca. Scottatele in poca acqua bollente. Scolatele ed aggiungetele nel tegame delle cipolle cuocendo per altri 5 minuti.
Saltate i filetti di spigola in poco olio e preferibilmente in una padella antiaderente facendoli leggermente dorare da entrambi i lati.
In una padellina a parte, anch’essa antiaderente, senza olio, saltate i cubetti di pancetta sino a renderli croccanti. Pepate e versate i cubetti sui filetti di spigola..
Ultimata la cottura, impiattate il pesce cosparso dei cubetti e della salsetta agrodolce.
Il piatto va servito ben caldo.
Bruno Cosentini
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Bruno Cosentini
Bruno Cosentini
Informazioni sull'autore
Ingegnere, dopo molti anni trascorsi tra l'Aeirtalia, la Boeing di Seattle, l'Eternit e la Metalrame del Gruppo Pirelli, dove ha ricoperto la carica di amministratore e direttore generale, è passato dalla fucina alla cucina dedicandosi ai clienti del ristorante "Il Vinacciolo", a Napoli.
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni