Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Primi piatti di pesce

Maltagliati al ragù di seppia

24 Maggio 2013 di 

La ricetta prevede che la pasta venga fatta in casa. Ma ci sono maltagliati industriali di ottima qualità.

Maltagliati al ragù di seppia
I maltagliati sono un tipo di pasta riconosciuta come prodotto tipico dell’Emilia Romagna.
Quando si fanno le tagliatelle la pasta viene arrotolata e quindi tagliata a strisce sottili. La parte di sfoglia che rimane, che non permette di ricavare delle tagliatelle (generalmente i bordi), viene tagliata in modo irregolare ottenendo pezzetti di pasta del tutto disomogenei (i maltagliati). Trattandosi per lo più delle aree perimetrali della sfoglia, anche lo spessore è disomogeneo. Insomma sono pezzetti di pasta all’uovo che si differenziano per forma, dimensione e spessore.

Ingredienti per 4 persone:
Per la pasta: 300 grammi di farina – 3 uova intere – un grosso pizzico di sale
Per il sugo:   500 grammi di seppie già pulite – 4 alici sottolio – 1 cipolla – 80 grammi di olio e.v.o. – 2 spicchi d’aglio – 500 grammi di pomodori pelati – 3 cucchiaini di concentrato di pomodoro – prezzemolo – sale

Con la farina, le uova ed il sale preparate una bella pasta lavorandola fino a renderla liscia ed sufficientemente morbida per essere poi stesa, aggiungendo, se necessario, qualche cucchiaio di acqua. Mettetela a riposare in un luogo fresco ed asciutto per un’oretta.
Nel frattempo tagliate le seppie a striscioline e successivamente a pezzetti; tagliate in 2 o 3 pezzi i tentacoli.
Tagliate a pezzetti le alici.
Tritate la cipolla e fatela appassire in padella con gli spicchi di aglio che poi toglierete non appena imbionditi.
Unite le acciughe e successivamente le seppie. Fatele rosolare per qualche minuto, poi aggiungete il vino e fate sfumare. Sciogliete nella padella il concentrato di pomodoro e dopo qualche istante aggiungete i pelati schiacciati. Regolate di sale e portate a cottura.
Stendete la pasta su una spianatoia infarinata e con il matterello portatela allo spessore di circa 1 mm.
Tagliate la pasta in strisce regolari e successivamente in losanghe di varie dimensioni.
Cuocete al dente la pasta in abbondante acqua salata. A cottura ultimata scolatela e versatela nella padella con il ragù di seppia facendola saltare per qualche minuto. Irrorate di prezzemolo tritato e servite.
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Informazioni sull'autore
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni