Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Un concorso fotografico per conoscere l’iperattività e fare del bene

23 Luglio 2015 di  Riccardo Rossi
Un concorso fotografico per conoscere l’iperattività e fare del bene
L’Associazione Famiglie ADHD propone il primo concorso fotografico “Fotografiamo l’iperattività”. L’iniziativa si propone di far conoscere l’ATTENTION DEFICIT HYPERACTIVITY DESORDER, disturbo che si presenta in molti bambini e che, proprio perché spesso misconosciuto, viene sottovalutato creando poi successivi problemi nella sfera sociale ed educativa del soggetto colpito. Il concorso fotografico è realizzata con la collaborazione del comune di Villanova Mondovì, dell’UIF, dell’ANCI Piemonte e dell’AIFA Onlus.
L’ADHD è un disturbo neurobiologico che ha tra i sintomi iperattività, impulsività e disattenzione.Questi bambini/ragazzi non riescono a stare fermi, agiscono prima di pensare e non riescono a mantenere l’attenzione sulle cose che svolgono.E’ un disturbo invisibile, ma invalidante se non seguito e curato.

L’associazione opera per divulgare e far conoscere questo disturbo a livello sociale, per questo motivo il concorso chiede ai partecipanti di rappresentare l’ADHD attraverso scatti che ritraggano le sue caratteristiche tramite :

- soggetti naturalistici, appartenenti al regno animale o vegetale, fenomeni atmosferici, acqua (anche se fosse evidente la presenza dell’uomo e il suo intervento)

- oggetti, situazioni o luoghi di vita quotidiana, scorci cittadini, in cui però i soggetti predominanti NON SIANO LE PERSONE (pena l’esclusione delle opere).

Si può partecipare al concorso, entro il 28 settembre, con due modalità:

A - Tema obbligato IPERATTIVITA’ - BN/Colore - max 4 opere (è possibile inviare da 1 a 4 opere)

B – Tema libero - BN/Colore - max 4 opere (è possibile inviare da 1 a 4 opere).

La partecipazione al concorso è possibile previo versamento di un’offerta (a discrezione della sensibilità dei partecipanti), fondamentale per sostenere i costi di realizzazione e la possibilità di offrire premi allettanti agli scatti vincitori. Tra i premi vi sono infatti cofanetti per un weekend per due persone in Italia, per una giornata benessere, buono pizza per due persone e altre opportunità legate alla giuria popolare che sarà istituita da coloro che visiteranno la mostra con le fotografie dal 12 al 17 ottobre presso la Biblioteca Comunale di Villanova Mondovì.
I fondi raccolti saranno devoluti all’Associazione di volontariato FAMIGLIE ADHD - Cuneo e serviranno per la realizzazione di progetti sui bambini/ragazzi affetti da questo disturbo e sulle loro famiglie (Pet-terapy, percorsi cognitivo-comportamentali, parent training).
Per informazioni e/o iscrizioni contattare l’associazione Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiamare la referente
Cinzia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – cell. 338 44 056 75
Valentina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - cell 339 543 77 42

Fonte: TargatoCN

Riccardo Rossi
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Riccardo Rossi
Riccardo Rossi
Informazioni sull'autore

Qualche anno fa, Giuseppe Messina (un missionario), Giuseppe Motta (un imprenditore) e Riccardo Rossi, (un addetto stampa), scoprono di avere un desiderio comune: quello di creare un giornale di buone notizie. Che non fosse soltanto un magazine, ma un vero e proprio promotore di carità, di speranza e di gioia. 
Hanno ancora un sogno: quello di donare un po’ di Gioia e di seminare solidarietà.
La Gioia onlus è una associazione non lucrativa, di utilità sociale. L’associazione, nell’esclusivo perseguimento di solidarietà sociale, si propone lo svolgimento nei settori dell’assistenza sociale, beneficienza, istruzione e formazione; della cultura, dell’arte, dei diritti civili, della natura e dell’ambiente. Essa nasce con l’intento di promuovere la diffusione nella società in generale, e tra le persone deboli ed emarginate in particolare, del rispetto dei valori umani, dell’osservanza dei buoni costumi, della cultura dell’amore, dell’amicizia, della solidarietà attraverso la pubblicazione e distribuzione gratuita di giornali e riviste principalmente in istituti penitenziari, ospedali e scuole, nonché la promozione di studi, ricerche ed iniziative, conferenze e congressi, seminari e gruppi di studio. L’associazione, inoltre, svolge attività nei settori della cultura, dell’istruzione, della formazione e della carità.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni