Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

27 lavoratori disabili producono piantine aromatiche biologiche

06 Agosto 2015 di  Riccardo Rossi
27 lavoratori disabili producono piantine aromatiche biologiche
Ventisette persone con disabilità psichica o ritardi mentali sono impegnati in una cooperativa per produrre piante aromatiche e piante da fiore.  La cooperativa sociale Il Bettolino di Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia è nata nel 1989 grazie alla volontà della Cooperativa Muratori, e presto trasformata in attività di inserimento lavorativo delle persone con disabilità psichica o ritardo mentale, oggi la coop Il Bettolino conta 50 dipendenti, di cui 27 persone svantaggiate. A cui si aggiunge un mix di educatori e operai, più un’altra cinquantina di giovani in tirocinio formativo o stage, attivati grazie a progetti individuali e convenzioni con l’Asl e i servizi sociali della zona. Una bella realtà che vende i suoi prodotti alla grande distribuzione, Coop (Nord-est, Nord-ovest e Adriatica; sue le piantine “ViviVerde”), Conad Centro-nord, Realco (ovvero i supermercati Sigma), Cir Food.

Fonte: Redattore Sociale

Riccardo Rossi
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Riccardo Rossi
Riccardo Rossi
Informazioni sull'autore

Qualche anno fa, Giuseppe Messina (un missionario), Giuseppe Motta (un imprenditore) e Riccardo Rossi, (un addetto stampa), scoprono di avere un desiderio comune: quello di creare un giornale di buone notizie. Che non fosse soltanto un magazine, ma un vero e proprio promotore di carità, di speranza e di gioia. 
Hanno ancora un sogno: quello di donare un po’ di Gioia e di seminare solidarietà.
La Gioia onlus è una associazione non lucrativa, di utilità sociale. L’associazione, nell’esclusivo perseguimento di solidarietà sociale, si propone lo svolgimento nei settori dell’assistenza sociale, beneficienza, istruzione e formazione; della cultura, dell’arte, dei diritti civili, della natura e dell’ambiente. Essa nasce con l’intento di promuovere la diffusione nella società in generale, e tra le persone deboli ed emarginate in particolare, del rispetto dei valori umani, dell’osservanza dei buoni costumi, della cultura dell’amore, dell’amicizia, della solidarietà attraverso la pubblicazione e distribuzione gratuita di giornali e riviste principalmente in istituti penitenziari, ospedali e scuole, nonché la promozione di studi, ricerche ed iniziative, conferenze e congressi, seminari e gruppi di studio. L’associazione, inoltre, svolge attività nei settori della cultura, dell’istruzione, della formazione e della carità.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni