Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

La dura giornata di...Pierferdinando Casini

28 Febbraio 2013 di 
  • |
  • |
  • Stampa
    |
Pierferdinando Casini
Ore 7.23 Si sveglia e si allea subito con il Pdl e la Lega perché per iniziare la giornata al meglio è fondamentale la prima coalizione.

Ore 8.15
Porta a scuola suo figlio, Pierpierferdinando.

Ore 8.30
Come ogni mattina va in Chiesa per il suo appuntamento quotidiano con la Messa. Anche a 57 anni, è sempre bello fare il chierichetto. 

Ore 8.45
Dedica una preghiera ai grandi padri ispiratori dell'Udc: Don Sturzo, don Mazzolari, don Milani e don Tano.

Ore 9.11
Telefona preoccupato a Bruno Vespa, visto che sono quasi due giorni che non lo invita a Porta a porta. Vespa dapprima si nega al telefono; poi, messo alle strette, gli risponde e confessa: “Pier, guarda: non sei tu, sono io. E’ che non mi sembra corretto ospitare te ma pensare a un altro”. “Chi è lui?”. “No, guarda, non è importante”. “Certo che è importante”. “No, ma..”. “E’ Luca C*****o ** M*********o, vero?”. “Sì”. “…”. “Pier”. “Dimmi”. “Meriti di meglio”. “Lo so. Ma Paragone non mi invita mai”. “Addio Pier”.

Ore 10.01
Si iscrive alla prossima maratona di New York: "Inizialmente correrò da solo - dichiara - poi vedrò se allearmi con i vincitori".

Ore 11.22
Intervistato da Avvenire, conferma la propria intenzione di prendere il posto di Napolitano: "Anche io voglio essere imitato da Crozza".

Ore 11.26
Sempre ad Avvenire rivendica il primato della coscienza personale per i temi eticamente sensibili: l'aborto, l'eutanasia e l'accanimento terapeutico. Ciò di cui avrebbe avuto bisogno l’Udc, insomma.

Ore 13.32
Intervistato dal Tg1, ribadisce la sua posizione sulle nozze tra omosessuali: "Sono incivili. L'altro giorno in treno ho visto un matrimonio gay che appoggiava i piedi sul sedile e si metteva le dita nel naso".
Ore 14.01 Va a confessarsi.

Ore 17.22
Finisce di confessarsi.

Ore 18.00
Insegna le tabelline alla figlia Caterina. "7x8?". "I corrotti dell'Udc". "Brava. 6x9?". "I pregiudicati dell'Udc". "Brava. 8x0?". "Le possibilità che tu vinca le elezioni". "Perfetto. 8x1000?". "Il tuo stipendio, papà".

Ore 18.43
Gioca con i figli a Twister: deve tendere una mano verso il Pdl, fare un passo in avanti verso il Pd, affiancare Montezemolo ma rimanere vicino a Monti, porgere il braccio a Grillo e non voltare le spalle alla componente moderata.

Ore 20.04
Guarda in televisione uno dei suoi più grandi idoli: Totò. Maestro di ironia, re dell'umorismo, principe della recitazione, rivedere Totò in tv suscita sempre un mix di nostalgia e commozione: nessuno potrà mai dimenticare le parole di Cuffaro a Samarcanda.

Ore 20.31
Dopo una lunghissima assenza di tre giorni, è ospite di Otto e mezzo su La7.

Ore 20.41
Impegnato nella prosecuzione dell'attività politica dell'Udc (un partito alternativo alla destra, alternativo alla sinistra ma soprattutto alternativo al buon senso), a Otto e mezzo propone per il 2013 un governo totalmente svincolato dai partiti e affidato a professori e personalità esterne di grande prestigio: il professor Buttiglione, il professor Giovanardi, il professor Bagnasco e il professor Ratzinger.

Ore 22.50
Come ogni sera, deve scegliere se l’indomani sarà il giorno in cui vorrà allearsi con il Pdl, con il Pd o con Monti. Sulla base di attente e meditate analisi politiche, decide: "Ok, testa: Pd. Croce: Pdl. Se rimane in piedi: Monti". "Pier - lo interrompe la moglie Azzurra – secondo me se invece di una banconota usi una moneta è più facile".
Simone Morano
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Simone Morano
Simone Morano
Informazioni sull'autore
Nato a Seregno nel 1987, laureato in Linguaggi dei Media. Web writer, collabora con Lettera43 e GuidaConsumatore, ed è uno degli analisti della trasmissione di Raitre Tv Talk. Nel 2010 per Fermenti Editore ha pubblicato la raccolta di poesie "Hai perso una goccia".
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni