Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Il tribunale di Napoli si arrende

La bandiera bianca della giustizia

13 Dicembre 2013 di  Roberto Ormanni
Bandiera bianca alla cancelleria della sezione lavoro. La questione giustizia è la più urgente e la più ignorata. Debiti per 340 milioni di euro solo per l'eccessiva durata dei processi. Quasi 9 milioni i procedimenti pendenti tra civile e penale e un totale di circa 10 milioni di imputati.

E' fosco l'aereTribunale di Napoli sezione Lavoro bandiera bianca - particolare
il cielo è muto
ed io, sul tacito
veron seduto,
in solitaria
malinconia,
ti guardo e lagrimo
Venezia mia!

Fra i rotti nugoliTribunale di Napoli sezione Lavoro bandiera bianca
dell'occidente
il raggio perdesi
del sol morente,
e mesto sibila
per l'aura bruna
l'ultimo gemito
della laguna.
 
Passa una gondola
della città:
- Ehi, della gondola,
qual novità? -
- Il morbo infuria
il pan ci manca,
sul ponte sventola
bandiera bianca! -
No, no, non splendere
su tanti guai,
sole d'Italia,
non splender mai!

E su la veneta
spenta fortuna
si eterni il gemito
della laguna!

Venezia, l'ultima
ora è venuta:
illustre martire,
tu sei perduta...
Il morbo infuria,
il pan ti manca
sul ponte sventola
bandiera bianca!

Ma non le ignivome
palle roventi
né i mille fulmini
su te stridenti
troncano ai liberi
tuoi dì lo stame... .
Viva Venezia!
Muore di fame!

Sulle tue pagine
scolpisci, o storia,
le altrui nequizie, .'
e la sua gloria:
e grida ai posteri
tre volte infame
chi vuoi Venezia
morta di fame!

Viva Venezia! 
L'ira nemica
la sua risuscita
virtude antica;
ma il mo!bo infuria,
il pan le manca,
sul ponte sventola
bandiera bianca!

Ed ora infrangasi 
qui sulla pietra,
fin ch'è ancor libera,
questa mia cetra:
a te, Venezia,
l'ultimo canto,
l'ultimo bacio,
l'ultimo pianto!

Ramingo ed esule
in suoI straniero,
vivrai, Venezia,
nel mio pensiero;
vivrai, nel tempio
qui del mio core,
come l'immagine
del primo amore.

Ma il vento sibila, 
ma l'onda è scura,
ma tutta in tenebre
è la natura;
le corde stridono,
la voce manca,
sul ponte sventola
bandiera bianca!

Arnaldo Fusinato, L’ultima ora di Venezia, 1849
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Roberto Ormanni
Roberto Ormanni
Informazioni sull'autore
giornalista, cronista giudiziario, avvocato, direttore responsabile dei settimanali Goleminformazione.it e Il Parlamentare.it, dal 1985 a oggi ha lavorato per diverse testate, è stato direttore del settimanale giuridico Diritto e Giustizia (Giuffrè editore), è autore di un musical teatrale ("Due Carissimi Nemici"), ha collaborato alle trasmissioni "Quelli della Notte" e "Indietro Tutta" di Renzo Arbore, ai rotocalchi televisivi "Visto da Sud" e "Giorno per Giorno", alle sceneggiature della serie a cartoni animati "Ulisse - Il mio nome è Nessuno" prodotta dai RaiDue. Ha pubblicato i saggi "Napoli nel Cinema" (Newton Compton), "Cartoon non vuol dire cartone" (Tempolungo), "Storia del cinema di cartone (animato)" (Infinito Edizioni) e ha curato, insieme con Francesco De Filippo, il volume di Luigi Morsello "La mia vita dentro - Le memorie di un direttore di carceri" (Infinito Edizioni)
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni