Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Approvata la legge anticorruzione e la riforma della professione forense

2 novembre 2012

02 Novembre 2012 di  Paola Alunni

Settimana breve ma intensa per il Parlamento. Prima del ponte di Ognissanti la Camera è riuscita ad approvare la legge anticorruzione e la riforma della professione forense; quest'ultima dovrà ripassare dal Senato. Palazzo Madama ha dato il via libera definitivo al decreto salute, mentre la diffamazione fa un passo indietro.

CAMERA
AULA

In un sol giorno l'Assemblea di Montecitorio ha approvato quello che non aveva approvato per mesi: la legge anticorruzione e la riforma della professione forense. Nel primo caso le norme sono state approvate definitivamente, con voto di fiducia (460 sì, 76 no), mentre la riforma forense tornerà all'esame di Palazzo Madama (chissà se le disposizioni ce la faranno ad essere approvate definitivamente prima della fine di questa legislatura o se la riforma tornerà ad essere una riforma yo-yo).
COMMISSIONI
La commissione Cultura
ha dato parere con condizioni ed emendamenti alle Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità)... (Leggere quanto segue)
La commissione Trasporti, in sede consultiva ha dato parere favorevole con osservazioni e condizioni alle Tabelle 3 e 10 di competenza riguardo le Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità 2013) per la parti di competenza (le commissioni, lo sappiamo, stanno smontando pezzo pezzo la legge di Stabilità... che non è più così stabile).

SENATO
AULA
Approvato, anche in questo caso con il voto di fiducia come per il ddl corruzione alla Camera, il decreto salute: 181 i voti favorevoli, 43 contrari e 23 astensioni. (Ancora un provvedimento che nel nome del pareggio di bilancio e dei conseguenti tagli alla spesa andrà a gravare sul diritto alla salute dei cittadini; numerose le astensioni da parte di componenti dei partiti di maggioranza come Pd, Udc, Pdl e terzo Polo). Non ce la fa invece la diffamazione che torna in commissione Giustizia. Martedì 30 ottobre Anna Maria Mancuso è stata proclamata senatrice: la giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari ha riscontrato che, all'attribuzione del seggio resosi vacante nella Regione Lazio a seguito della scomparsa del senatore Angelo Maria Cicolani, la Mancuso era il candidato che seguiva nell'ordine l'ultimo degli eletti.
COMMISSIONI
La commissione Affari costituzionali è alle prese con la riforma della legge elettorale: tra Porcellum, ritorno al Mattarellum ed emendamenti impossibili, ce la faremo ad andare al voto con un nuovo sistema.. ma soprattutto il nuovo sistema sarà meglio del vecchio?
In commissione Giustizia è ri-ricominciato l'esame del Ddl diffamazione; di quante ri-partenze avrà bisogno? Di più di quelle della Roma di Spalletti o dell'Inter di Mourinho?

In commissione Industria è proseguito l'esame del decreto sulle misure urgenti per la crescita del Paese, con lo svolgimento di audizioni di rappresentanti dell'Associazione italiana per l'information technology-Assinform, dell'Associazione italiana del private equity and venture capital-AIFI, dei rappresentanti dell'Osservatorio banda larga e dell'Associazione nazionale costruttori Edili (Ance).

GIUNTE
La Giunta per le autorizzazioni ha iniziato l'esame di una richiesta pervenuta dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Milano a carico di Marco Mario Milanese e ha proseguito l'esame di una domanda di immunità relativa a una causa civile tra Renato Soru e Silvio Berlusconi.
La Giunta delle elezioni ha preso atto che Guido Crosetto è cessato dalle cariche di presidente e consigliere di amministrazione della Geac Spa (Società di gestione dell'aeroporto di Cuneo-Levaldigi).

© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Paola Alunni
Paola Alunni
Informazioni sull'autore
Giornalista professionista si è sempre occupata di Giustizia e cronaca parlamentare.
Si è quindi dedicata alla comunicazione istituzionale lavorando presso l'ufficio stampa del Ministero degli Affari regionali e presso la Presidenza del Consiglio - ministero Rapporti col Parlamento. Ha inoltre collaborato con l'agenzia di stampa Apcom seguendo la giustizia amministrativa. Nonostante l'età continua a fare attività scout.
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni