Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Le primarie dell'8 dicembre

Renzi nuovo segretario del PD

08 Dicembre 2013 di  Paola Alunni

Renzi vince e sfiora il 70%, secondo Gianni Cuperlo, terzo Giuseppe Civati.

Quasi tre milioni di persone alle primarie del PD, Matteo Rernzi sfiora il 70%.
Sarà stato bello o sarà stato brutto il discorso di Matteo Renzi come neo segretario del PD ha detto tante cose, alcune deflagranti. 
Il bipolarismo non é finito, non siamo passati dall'altra parte, abbiamo solo cambiato la classe dirigente. Vincere non é una parola fascista, ma soprattutto non si vince per prendersi semplicemente una rivincita, ma per cambiare le cose. E a proposito di cambiare le cose ora non si avranno piú alibi, tocca a noi. A noi che facevamo le medie quando cadeva il muro di Berlino, che sceglievamo giurisprudenza dopo le stragi del ' 92 (e quí c'é qualche sbavatura sui numeri).
Renzi ha definito anche cosa é di sinistra: é di sinistra parlare di merito, che scuola e cultura sono investimenti importanti, che non si puó fare carriera solo perché si é sindacalisti. Che viviamo in un Paese bellissimo, guidato peró da una classe dirigente pessima, dove Confindustria ha fatto un po' la bella addormentata ma che da domani inizierà a fare il segretario del partito piú numeroso del paese piú bello del mondo.
Ha parlato di Olbia, di Taranto, della Terra dei Fuochi, di Prato, sarà anche stato un discorso all'americana ma nessuno é stato dimenticato.
In estrema sintesi Renzi ha cercato di ridare una speranza ad un Paese che oramai ne ha piú poca ma che soprattutto ha perso fiducia nella politica, ecco perché si punta soprattutto sul ricambio generazionale.
Il sindaco di Firenze é stato votato da quasi un milione e mezzo di italiani, sono andati a votare per il segretario quasi tre milioni di italiani.
Una piccola postilla: quando Renzi parla di coraggio e onore, vorrei spiegare a tutti quelli che storcono la bocca, soprattutto a sinistra, come la senatrice Doris Lo Moro che a SKY é saltata sulla sedia quando ha sentito la frase "cerchiamo di lasciare il mondo un poco piú migliore di come lo abbiamo trovato", gridando alla vergogna perché si stava usando la retorica piú becera, ecco a tutti coloro vorrei solo dire che in questi momenti viene semplicemente fuori lo scout che é in lui.
Perché ha promesso sul suo onore di fare del suo meglio per compiere il suo dovere. 
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Paola Alunni
Paola Alunni
Informazioni sull'autore
Giornalista professionista si è sempre occupata di Giustizia e cronaca parlamentare.
Si è quindi dedicata alla comunicazione istituzionale lavorando presso l'ufficio stampa del Ministero degli Affari regionali e presso la Presidenza del Consiglio - ministero Rapporti col Parlamento. Ha inoltre collaborato con l'agenzia di stampa Apcom seguendo la giustizia amministrativa. Nonostante l'età continua a fare attività scout.
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni