Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Marocco: inaugurata nuova struttura sportiva integrata

10 Dicembre 2019 di  Hamza Boccolini

Il re Mohammed VI inaugura a Salé il centro dedicato allo sviluppo della pratica calcistica.

Il re del Marocco, Mohammed VI, ha inaugurato nel distretto di Hssain di Salé il National Football Center Maâmoura, dopo la sua ricostruzione, che è stato ribattezzato "Complesso sportivo Mohammed VI". Struttura integrata dedicata all'esecuzione e allo sviluppo di una pratica calcistica di alto livello.

Questo complesso, realizzato dalla Federazione Reale Marocchina di Calcio (FRMF), riflette l'alto livello di sollecitudine con cui il Sovrano ha costantemente circondato il mondo dello sport e della gioventù e il suo desiderio di garantire che i professionisti del calcio nazionale abbiano tutte le condizioni per il successo in modo che possano rappresentare il loro paese come dovrebbe essere.

Una concentrazione di competenza e know-how, il Complesso Mohammed VI Football ha lo scopo di ospitare squadre nazionali nei campi di preparazione, così come le squadre nazionali straniere che desiderano esibirsi in Marocco. L'apertura di questa struttura sportiva a squadre straniere consentirà inoltre di diventare una leva per lo sviluppo del turismo nazionale e promuovere l'influenza internazionale del Regno.

Il nuovo complesso è dotato di strutture e attrezzature all'avanguardia, in linea con gli standard FIFA, che lo rendono uno dei più grandi al mondo. Ospita residenze per la squadra nazionale A (66 camere e 4 suite), per le squadre nazionali U23 (3 blocchi di alloggi con una capacità di 150 posti letto), U17 (45 camere con una capacità di 80 posti letto ) e per i portieri (54 camere con una capacità totale di 98 posti letto). Dispone inoltre di quattro campi da calcio in erba naturale, tre campi da calcio in erba sintetica, un campo da calcio coperto, un campo da calcio ibrido, una sala di riqualificazione che può ospitare partite di calcetto e una piscina olimpionica all'aperto, due campi da tennis e un campo da Beach Soccer. Il complesso comprende anche un centro di medicina dello sport e delle prestazioni di nuova generazione che soddisfa gli standard FIFA sul campo e dispone di fisioterapia, stress test, odontoiatria, oftalmologia, traumi, psicologia, podologia, medicina nutrizionale, radiologia, ultrasuoni, elettroterapia, osteodensitometria, crioterapia, oltre a un'unità medica mobile di emergenza. Il completamento del Complesso calcistico Mohammed VI fa parte dell'attuazione del programma nazionale per il potenziamento delle infrastrutture del calcio nazionale.
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Hamza Boccolini
Hamza Boccolini
Informazioni sull'autore

Giornalista professionista, segue il mondo arabo per l’Agenzia Nova. Ha lavorato come capo servizio presso l’agenzia di stampa Aki – Adnkronos international, per la quale ha seguito le notizie diffuse dalle tv satellitari mediorientali, e prima ancora per l’agenzia Apcom. È stato docente di ‘Media nel mondo arabo’ per l’Università di Napoli l”Orientale’ e si è specializzato sui movimenti fondamentalisti islamici con un dottorato di ricerca all’Università di Parma. Ha vinto il premio Ischia per il giornalismo nel 2010 per i suoi articoli sulla galassia jihadista nel web. e nel 2013 il premio "Mare Nostrum Award" promosso dalla Grimaldi Lines per i reportage sulle autostrade del mare nel Mediterraneo, e il riconoscimento come "attore del partenariato tra Italia e Marocco" assegnato dall'ambasciata del Marocco.
In passato ha collaborato con diverse emittenti televisive e quotidiani come esperto di questioni mediorientali ed in particolare per le tv SkyTg24 e Canale Italia e per i giornali Libero, l’Indipendente e il Roma. Prima di diventare giornalista ha insegnato ‘Cultura islamica’ presso l’università degli Studi di Siena ed ha scritto pubblicazioni inerenti al mondo islamico come La vita del Profeta Muhammad (Di Salvo Editore 1999) L’Islam a Napoli (Intra Moenia editore 2002) Media e Oriente (Mursia Editore). E’ stato anche corrispondente per l’edizione araba della Bbc e France24.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni