Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Marocco: il Gambia apre consolato a Dakhla e conferma sviluppo area Sahara

09 Gennaio 2020 di  Hamza Boccolini
Marocco: il Gambia apre consolato a Dakhla e conferma sviluppo area Sahara
Il Gambia ha deciso di aprire il suo consolato generale nella città di Dakhla, nel sud del Marocco, punto nevralgico di passaggio dei flussi migratori e allo stesso tempo città candidata ad essere la capitale del turismo nella regione del Sahara.

Dopo che la Repubblica Unita delle Comore ha aperto il suo consolato a El Ayoun, la Repubblica di Gambia ha inaugurato questa settimana un consolato generale a Dakhla, città costiera che si affaccia sull'Oceano Atlantico, alla presenza del ministro degli Affari esteri e della Cooperazione africana e dei marocchini residenti all'estero, Nasser Boreita, e della sua controparte gambiana, Mamadou Tangara. La diplomazia di Rabat, sottolinea il sito web "Hespress" "è riuscita a convincere i paesi africani ad aprire consolati generali nelle principali città del Sahara marocchino considerata ormai da tutto il continente africano parte integrante del paese e terra dove si prevede ci sarà un forte sviluppo economico nei prossimi anni".

Rabat prosegue quindi la sua politica di riconoscimento internazionale delle regioni del sud. Sono "almeno quattro i paesi africani" che apriranno consolati a Laayoune "entro la fine del prossimo anno". Lo ha annunciato il ministro degli Esteri, della cooperazione africana e dei marocchini residenti all'estero, Nasser Bourita. Parlando in una conferenza stampa congiunta con la sua controparte delle Isole Comore nelle scorse settimane, Souef Mohamed El Amine, dopo l'inaugurazione di un consolato generale a Laayoune, il ministro ha sottolineato che la città vivrà "un'intensa attività diplomatica" nei prossimi mesi, ospitando gli incontri di commissioni bilaterali congiunte tra il Marocco e alcuni paesi africani, nonché il Forum tra il Marocco e i paesi del Pacifico che riunirà i ministri degli affari stranieri provenienti da dodici paesi.
Hamza Boccolini
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Hamza Boccolini
Hamza Boccolini
Informazioni sull'autore

Giornalista professionista, segue il mondo arabo per l’Agenzia Nova. Ha lavorato come capo servizio presso l’agenzia di stampa Aki – Adnkronos international, per la quale ha seguito le notizie diffuse dalle tv satellitari mediorientali, e prima ancora per l’agenzia Apcom. È stato docente di ‘Media nel mondo arabo’ per l’Università di Napoli l”Orientale’ e si è specializzato sui movimenti fondamentalisti islamici con un dottorato di ricerca all’Università di Parma. Ha vinto il premio Ischia per il giornalismo nel 2010 per i suoi articoli sulla galassia jihadista nel web. e nel 2013 il premio "Mare Nostrum Award" promosso dalla Grimaldi Lines per i reportage sulle autostrade del mare nel Mediterraneo, e il riconoscimento come "attore del partenariato tra Italia e Marocco" assegnato dall'ambasciata del Marocco.
In passato ha collaborato con diverse emittenti televisive e quotidiani come esperto di questioni mediorientali ed in particolare per le tv SkyTg24 e Canale Italia e per i giornali Libero, l’Indipendente e il Roma. Prima di diventare giornalista ha insegnato ‘Cultura islamica’ presso l’università degli Studi di Siena ed ha scritto pubblicazioni inerenti al mondo islamico come La vita del Profeta Muhammad (Di Salvo Editore 1999) L’Islam a Napoli (Intra Moenia editore 2002) Media e Oriente (Mursia Editore). E’ stato anche corrispondente per l’edizione araba della Bbc e France24.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni