Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Emirati: al Shamsi riceve squadra italiana reduce da Olympic Special World Games di Abu Dhabi

28 Giugno 2019 di  Hamza Boccolini
L’ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti in Italia, Omar Obaid Al-Shamsi, ha offerto oggi a Roma un banchetto in onore di una rappresentanza della squadra italiana che ha partecipato ai giochi Olympic Special World Games di Abu Dhabi, svolti lo scorso marzo negli Emirati Arabi, con una delegazione di 167 persone tra atleti e tecnici, raccogliendo ben 107 medaglie.

Nel suo intervento il Vice Presidente di Special Olympics Italia, Alessandro Palazzotti, ha confermato la gioia degli atleti per aver partecipato alla manifestazione di Abu Dhabi, una delle più riuscite dalla prima nel lontano 1968, sia in termini di organizzazione sia per il messaggio di fratellanza tra popoli e persone partito lo scorso marzo dagli Emirati e che continua a viaggiare nelle gambe e nelle parole degli atleti italiani in tutta la penisola.
Dal suo canto, l'ambasciatore Al-Shamsi, ha sottolineato come gli Emirati, lanciando la nuova politica nazionale per le persone diversamente abili nel 2017, siano stati il primo paese ad adottare una nuova denominazione che non aggettivasse più la “mancanza” o “diversità”, ma al contrario risaltasse il “più” che esse danno, diventando quindi ufficialmente i “possessori della determinazione”, rimarcando pertanto la loro vita come un’impresa già di suo. La cerimonia si è conclusa con uno scambio di doni e la proiezione di un filmato sull’esperienza della squadra italiana durante il loro viaggio ad Abu Dhabi.
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Hamza Boccolini
Hamza Boccolini
Informazioni sull'autore

Giornalista professionista, segue il mondo arabo per l’Agenzia Nova. Ha lavorato come capo servizio presso l’agenzia di stampa Aki – Adnkronos international, per la quale ha seguito le notizie diffuse dalle tv satellitari mediorientali, e prima ancora per l’agenzia Apcom. È stato docente di ‘Media nel mondo arabo’ per l’Università di Napoli l”Orientale’ e si è specializzato sui movimenti fondamentalisti islamici con un dottorato di ricerca all’Università di Parma. Ha vinto il premio Ischia per il giornalismo nel 2010 per i suoi articoli sulla galassia jihadista nel web. e nel 2013 il premio "Mare Nostrum Award" promosso dalla Grimaldi Lines per i reportage sulle autostrade del mare nel Mediterraneo, e il riconoscimento come "attore del partenariato tra Italia e Marocco" assegnato dall'ambasciata del Marocco.
In passato ha collaborato con diverse emittenti televisive e quotidiani come esperto di questioni mediorientali ed in particolare per le tv SkyTg24 e Canale Italia e per i giornali Libero, l’Indipendente e il Roma. Prima di diventare giornalista ha insegnato ‘Cultura islamica’ presso l’università degli Studi di Siena ed ha scritto pubblicazioni inerenti al mondo islamico come La vita del Profeta Muhammad (Di Salvo Editore 1999) L’Islam a Napoli (Intra Moenia editore 2002) Media e Oriente (Mursia Editore). E’ stato anche corrispondente per l’edizione araba della Bbc e France24.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni