Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

La gita elettorale del vecchio miliardario

30 Aprile 2014 di  Filippo Senatore

In Italia si pensa a svuotare le carceri invece di riempirle di veri criminali.

La gita elettorale del vecchio miliardario
Sospesa la vecchia Costituzione dai poteri dello Stato in attesa di modificarla in odio al Referendum del 2006 ecco come procede l'effettività della legge.

Nel campo civile basta incappare nelle mani di magistrati e avvocati corrotti (vedi le ultime vicende romane e di altre città italiana) per vedere la vittima taglieggiata dai carnefici I deboli sommersi da cause costosissime non affrontabili per le spese legali e camarille varie. Nel campo penale c'è di peggio. Un gruppo di poliziotti può inneggiare a difesa di colleghi condannati per omicidio colposo. Un partito come FI corteggiato d tutti può occupare impunemente il Palazzo di Giustizia di Milano. Una magistratura esausta irroga pene ridicole ai potenti facendo partire i tempi a piacere dopo le elezioni per non disturbare il manovratore. Cosa sono i servizi sociali per un vecchio miliardario. Una gita elettorale a Cesano Boscone mentre negli Stati uniti i vecchi delinquenti vanno in galera. Per tutti vedi Maadoff. I reati dei colletti bianchi vengono colpiti duramente con pene severe che a volte superano la durata della vita media dei rei.

In Italia si pensa a svuotare le carceri e non riempirle dei veri criminali. Liberate i deboli altrimenti l'Italia è già regredita alle camarille dei Borgia.
Filippo Senatore
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Filippo Senatore
Filippo Senatore
Informazioni sull'autore
Bibliotecario al Corriere della Sera e giudice di pace. Ha pubblicato vari libri di poesie, l'ultimo si intitola "Pandosia".
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni