Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

La rassegna delle prese per il sedere

10 Gennaio 2014 di 
Cari amici, è un poco che non ci si sente. Potrei dire che ho avuto impegni improrogabili, potrei dire che la mia attività mi ha preso così tanto da non aver avuto tempo si scrivere, potrei anche dire di aver fatto cose che erano di vitale importanza per il Paese, ma non lo dirò. La verità vera è che durante le feste non ho fatto niente che non sia mangiare, giocare, andare in giro, oziare e guardare le stelle in attesa di segni per il nuovo anno. Per quanto riguarda questo ultimo punto credo di aver perso tempo. Non ci sono segni premonitori che qualcosa cambi, anzi continua la presa per il sedere. Ecco allora che come prima riflessione per il nuovo anno parto proprio dalle prese per il sedere in molti campi della nostra vita sociale. Ho un sempreverde tornato prepotentemente di moda a “mia insaputa”: facile il buon Scajola. Un giudice ha chiesto, a sua insaputa, tre anni di carcere per l’acquisto, a sua insaputa, di una casa di fronte al Colosseo con soldi diciamo non proprio puliti. Il nostro immarcescibile ex ministro, che vanta di essersi dimesso, naturalmente a sua insaputa, disse che l’avrebbe restituita, ma a chi, visto che era a sua insaputa? Infatti alla fine la casa, dicono, sia stata venduta, ovviamente a sua insaputa e i soldi della vendita incassati, sempre a sua insaputa. Questa presa per il culo è veramente deliziosa, se si potesse dare un voto non esisterei: 10 e lode e a sua insaputa. Ora se sarà spiccato un mandato di cattura, diteglielo, non fatelo a sua insaputa. Veniamo al buon Renzi, oramai una bella e costante presenza. Ha presentato, una parte però, il suo “job act”. Noi siamo persone perbene altrimenti potremmo dire che cazzo è? A parte l’inglesismo che mette in difficoltà i nostri giornalisti televisivi che hanno già problemi con l’italiano, lo poteva chiamare, ad esempio, piano per l’occupazione? Tra parentesi dicono che l’inglesismo porti male, vedi la fine che ha fatto Veltroni che lo introdusse. Il 15 ci sarà la bomba renziana sul lavoro, nel frattempo la proposta è sospendere per tre anni lo Statuto del lavoratori per i nuovi assunti: che propostona, però sa di Fornero. Vogliamo parlare di IMU o di IUC, Tasi, Tari? Qui è facile scoprire cosa accadrà: alla fine pagheremo più dell’ICI, cara, vecchia, rimpianta tassa! Perché a conti fatti i Comuni i soldi li devono trovare altrimenti il cittadino si incazza e ha pure ragione. Ma la tassazione che fa capo allo Stato è diminuita e quindi poco importa che siano aumentate le tasse regionali, provinciali, comunali. Ma hanno mai sentito parlare di partita di giro? Sarebbe il caso di riesumare un vecchio detto in uso negli anni dei continui cambiamenti di governo, tipo tre mesi: la supposta cambia ma il sedere è sempre uguale. Abbiamo una new entry: il Ministro del Rio, personaggio veramente stupefacente, nel senso buono, si intende. Giovedì ha dichiarato in televisione che la tassazione sulla casa può essere aumentata dai Comuni per reperire risorse utili ad esentare i più deboli. Ma dove vive questo Del Rio? Considerando una evasione di 120 miliardi di Euro, considerando che i commessi guadagnano più dei proprietari, considerando che una tale imprenditrice ha dichiarato senza vergogna di evadere altrimenti non ce la fa ad andare a Cortina almeno due settimane, vuoi vedere che alla fine vengono esentati questi qui? Anche questo di certo accadrà! Non poteva mancare Angelino nostro fresco e tosto. Ha tuonato giovedì: non permetteremo le nozze gay. La domanda, ma chi le ha chieste? Renzi aveva infatti parlato di regolarizzare le unioni civili che non c’entrano niente con le nozze gay. Ora delle due l’una: Angelino non capisce e allora abbiamo un Ministro dell’interno e Vice Primo Ministro che non capisce o cerca pretesti per fare non so cosa. Esecrabile in entrambi i casi. Ma poi almeno un poco di decenza, orsù. Ma vi pare che quelli che hanno militato con il Berlusca e ancora oggi lo difendono, possono ergersi a difensori della famiglia? Angelino regolati, sii buono. Titolo di un giornale: Saccomanni va dalla Carrozza. Ho creduto che ci fosse un errore, poteva essere Saccomanni va in carrozza, causa l’aumento del prezzo della benzina! Non era così. Il fatto è noto. Hanno data in busta paga 150 Euro di aumento agli insegnanti e poi si sono accorti che non potevano darglieli e allora glieli hanno chiesto indietro anche perché con i 150 Euro schiere di insegnanti, marinando la scuola, che birichini, si erano dati alla pazza gioia addirittura con segnalazioni di sesso sfrenato. E di fronte al sesso sfrenato anche gli altri statali hanno chiesto i 150 Euro, ma sembra non sia possibile. La domanda è perché non è possibile per gli altri, fermo restando gli stipendi da fame dei professori? Allora dietro front e restituzione del malloppo. Renzi scatenato con dichiarazioni di fuoco, lo stesso Angelino, la Carrozza non ti dico e un deputato del Pd che invocava le dimissioni di Saccomanni in televisione dicendo: “Non chiedo le dimissioni di Saccomanni, ma un politico invece che un tecnico a quel posto sarebbe meglio”. Il deputato è il renziano Nardella, Nardella chi? Non si sa chi sia Fassina, Vice Ministro all’Economia, perché si dovrebbe sapere chi è Nardella? Ma nella giornata di ieri vediamo anche cose positive, ad esempio   è stata decisiva per la legge elettorale nuova: il Parlamento ha fissato la prima discussione il 27 gennaio facendo dire a Renzi e a Letta che si tratta di una svolta epocale! L’aver fissato una data dopo sette anni è una svolta epocale? Napolitano fai qualcosa per favore, questi hanno bisogno di un buon psichiatra, hanno difficoltà di linguaggio, non capiscono il senso delle parole ma anche delle cose se è per questo! Veniamo alle prese per il sedere soft. Se potessimo stilare una classifica resta al primo posto la pubblicità con i doppi saldi che scade domenica, affrettatevi prima che licenziano tutti gli artigiani ormai esausti. Ma poi perché si affliggono per i doppi saldi? A loro che gli frega, mica i divani sono loro, basta che gli danno il salario poi vendili a quanto ti pare! Ma c’è dell’altro. Le automobili a rate. La legge dice che chi propone questa vendita deve rendere chiare le condizioni durante la pubblicità: c’è mai stato qualcuno che nel tempo dello spot è riuscito a leggere le condizioni che appaiono sotto e nel caso di una nota marca giapponese anche in grigio? Ma nemmeno Speedy Gonzales e allora perché non le vietano? Poi c’è un famoso riso: ogni volta che la signora cerca di addentare la forchettata chiama il dr. S… Ma si può magiare in pace e la Signora perché non stacca il telefono o lo manda a quel paese! Una buona notizia. Lo stato ha acquisito dopo circa 30 anni di trattative la Reggia Borbonica di Carditello, un gioiello di valore mondiale per una cifra irrisoria 10 milioni circa di Euro. Ora cosa accadrà? La restaureranno e la metteranno a disposizione di studiosi di tutto il modo rendendo l’ampio parco fruibile alla popolazione del posto che ne avrà estrema cura e che organizzerà intorno alla Reggia una serie di eventi che renderanno Carditello famosa nel mondo incrementando anche la vendita degli asparagi, vero prodotto di qualità del posto e poi tutta la terrà dei fuochi si riscatterà partendo dalla presenza e dalla fruizione della Reggia. Questo accadrà, speriamo.
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Informazioni sull'autore
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni