Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Simone Morano

Simone Morano

Nato a Seregno nel 1987, laureato in Linguaggi dei Media. Web writer, collabora con Lettera43 e GuidaConsumatore, ed è uno degli analisti della trasmissione di Raitre Tv Talk. Nel 2010 per Fermenti Editore ha pubblicato la raccolta di poesie "Hai perso una goccia".
Venerdì, 01 Giugno 2012 10:25

25 – 31 maggio

25 maggio
Dopo 16 and pregnant, su Mtv arriva un altro docu-reality dedicato alle adolescenti che rimangono incinte: 16 anni e bottane. Il programma racconta tutte le sfide che una ragazza di 16 anni che aspetta un bambino deve affrontare: scoprire chi è il padre, provare ad abortire facendosi picchiare dai fratelli, fuggire in Germania per non disonorare la famiglia, essere intervistata a Pomeriggio Cinque.

Venerdì, 25 Maggio 2012 15:17

18 – 24 maggio

18 maggio
Per il ciclo Alta tensione, Canale5 propone la pellicola Bersani al governo: il classico film catastrofico che ipotizza scenari apocalittici, nel quale l’intera umanità in pericolo viene salvata da un eroe provvidenziale: Massimo D’Alema. Aiutato dai suoi fedeli collaboratori Silvio B., Umberto B. e Jenny B., D’Alema riesce evitare il disastro, ripristinando l’ordine stabilito e riportando Bersani nella gabbia, a giocare col gomitolo e a fare le fusa quando vede Casini a Ballarò.
Venerdì, 18 Maggio 2012 14:47

11 – 17 maggio

11 maggio
Pioggia di polemiche su Tata Lucia, che dopo aver prestato il volto alla pubblicità della Nutella è diventata testimonial anche di Durex, PlayStation, Mc Donald’s, Rizla, Lucky Strike, Minulet, Bacardi e Absolut. Intervistata da Maria Volpe sul Corriere, la diretta interessata si difende: “Prima di tutto togliti le dita dal naso, Maria. Comunque io ho accettato di fare quella pubblicità per provare a dare un messaggio positivo. Il messaggio è: Ora ho una barca di soldi”.
Venerdì, 11 Maggio 2012 15:06

4 - 10 maggio

Venerdì 4 maggio
Novità a L’eredità. Per la prima volta nella storia del programma, Carlo Conti utilizza il congiuntivo. Il conduttore spiega ai giornalisti: “La tv italiana viene sempre accusata di non essere innovativa e di non sperimentare. Noi, usando il congiuntivo, porteremo una ventata d’aria fresca. Siamo consapevoli che si tratta di una scelta che disorienterà il pubblico, ma vogliamo osare”. Nel corso della puntata, tuttavia, qualcosa va storto. Le ereditiere, sentendo due congiuntivi e un condizionale nella stessa frase, non reggono lo stress e si danno fuoco agitando un vocabolario Zingarelli. “E’ sempre colpa degli zingarelli”, commenta Umberto Bossi.
Pagina 17 di 17

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni