Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Paola Alunni

Paola Alunni

Giornalista professionista si è sempre occupata di Giustizia e cronaca parlamentare.
Si è quindi dedicata alla comunicazione istituzionale lavorando presso l'ufficio stampa del Ministero degli Affari regionali e presso la Presidenza del Consiglio - ministero Rapporti col Parlamento. Ha inoltre collaborato con l'agenzia di stampa Apcom seguendo la giustizia amministrativa. Nonostante l'età continua a fare attività scout.
Mercoledì, 27 Novembre 2013 16:23

Decadenza, la via possibile

Diritti civili, giustizia, ingiustizia, ma soprattutto insulti. Berlusconi decade da senatore: tecnicamente sono stati respinti tutti gli ordini del giorno quindi automaticamente il senatore Silvio Berlusconi è decaduto dalla carica.
Lunedì, 25 Novembre 2013 15:52

Questione di barba

Pirlo è bello, tenebroso, c'ha la zazzera lunga, la barba pseudo incolta e infatti al momento è primo in classifica. 

Balotelli s'è tagliato tutto (nel senso di capelli e barba, per carità) e canta i Doors... Urge nuova e più lunga cresta. E' appurato infatti che la cresta fa come una barba incolta...

Milan Genoa. Dice che il twitter "This is the end" non fosse riferito al Milan, mah... Kakà è sontuoso, ma non si fa crescere neanche i baffi e di fronte a quel campesinos di Perin (capello lungo, barba incolta e chi più ne ha più ne metta) non riesce a sfangarla.

Livorno Juventus. Vabbè, si dice che l'uomo partita sia Fernando Llorente (senza barba e baffi e pure coi capelli corti), però guardate che il diretto interessato ha detto che ad essere decisivo è stato Tevez, con barba molto alternativa, quindi tutto torna... A chi sostiene che Buffon ha i capelli corti, si ribatte: volete mettere l'importanza delle mollettine? Si potrebbe dire: ma Nicola ha la chioma fluente! però Conte i capelli ce li ha finti... vince su tutti.

Napoli Parma. Niente da fare per la barbetta di Benitez, vince il ricciolo d'argento di Donadoni.. La cresta di Hamsik entra troppo tardi e si fa pure male e che Cassano*!

Sampdoria Lazio. Mihajlovic e Petkovic hanno nomi impossibili da scrivere e pronunciare, zazzera impomatata, niente barba quindi si annullano a vicenda.

Torino Catania. Il Toro fa la goleada: Immobile, contrariamente al suo nome fa il bello e il cattivo tempo... El Kaddouri il più a lungo possibile, si augurano i tifosi. I marcatori non spiccano per presenze pilifere, ma il resto della squadra sì. Tutto torna anche questa volta.

Udinese Fiorentina. A nulla sono valsi i riccioloni-cavatappo di Cuadrado: vince la barbetta ispida ispida di Di Natale e soprattutto quella trasandata della serie nonl'hofattastamattina di Heurtaux.

Bologna Inter. Mazzarri fai qualcosa: il ciuffo ribelle non basta contro un super Moscardelli. Vince su tutti assolutamente quel barbone di Curci che da giovane e spelacchiato spaperava non poco, ma ora è super. Perde di sicuro il codino di Palacio: Ohi, Rodrì, taglialo, non va più di moda! Porta stregata per l'Inter, pali traverse e nessun gol: fate ricrescere i capelli a Cambiasso

Roma Cagliari. La barba di De Rossi non basta e neanche i riccioloni di Gervinho. Garcia per di più s'è pure tagliato i capelli... e ditelo allora. Vince la frangetta di Avramov.

*Fantantonio
Unica eccezione è FantAntonio, che segna, dimagrisce di 10 kg e parla pure in italiano: "Se sarò convocato sarò l'uomo più felice del mondo". Azzeccati tutti e due i futuri! Prandelli, chiamalo!!Cassano, niente barba e solita zazzera all'indietro fa gol e batte il Napoli... che non va Benitez per niente... Ma del resto Reina è calvo...

Spifferi
E intanto Pep Guardiola cerca la talpa nello spogliatoio del Bayern Monaco che spiffera alla stampa tedesca le sue tattiche prima delle partite (è successo prima del big match contro il Borussia, vinto per 3 a 0). Heilà, Peppì, ma se spifferare le tattiche porta questi risultati, faglielo fare tutte le domeniche! M'hanno detto che Garcia sta chiamando tutte le Gazzette fingendo un dialetto franco-napoletano per spifferare gli schemi di Roma Cagliari...
Venerdì, 22 Novembre 2013 11:40

Chi sfratta e chi soffre

Mentre il presidente del gruppo Pdl (ora Forza Italia? boh!) "sfratta" i colleghi Pdl, o per capirci meglio "alfaniani", sul sito della Camera compare una lunga nota con la quale si rettificano i dati e gli interventi pubblicati sul sito lavoce.info sull'argomento Bilancio Camera...
CAMERA
AULA

Tanto per cambiare volano gli stracci in aula a Montecitorio. Si parlava del decreto contenente le misure urgenti per il riequilibrio della finanza pubblica, nonché in materia di immigrazione (che poi sarebbe una manovrina, ma il diminutivo non v'inganni, sono sempre tagli amari...)egli esponenti del Movimento 5 Stelle hanno sottolineato ancora una volta la sudditanza di questo governo (come di quelli che lo hanno preceduto) alla Germania, sudditanza che ci stritola dal punto di vista economico perché ci costringe a manovre su manovre per rispettare i parametri imposti da Francia e Germania.
Rocco Buttiglione (scelta civica) ha ribattuto che il problema per noi è il debito pubblico, perché mentre in Francia è pari al 90 %, da noi è al 130 %. Immediata la replica del M5S: "Non è accettabile - ha detto Alessandro Di Battista che un uomo che è stato deputato e senatore per cinque legislatura, due volte Ministro, parlamentare europeo venga a parlarci di debito pubblico! Chi l'ha fatto questo debito pubblico? I cittadini e le istituzioni o voi?" Sarà pure populismo, ma non fa una piega...
Resta il fatto che l'eleganza anche nell'esposizione delle proprie idee regna sovrana a Montecitorio; Massimo Corsaro (Fratelli d'Italia) nella sua dichiarazione di voto finale: "provvedimento vigliacco proposto da un governo vigliacco sostenuto da una maggioranza vigliacca". Evviva la chiarezza...
Replica di Paola De Micheli (Pd): "I vigliacchi non siamo noi ma quelli come voi, che hanno miserabilmente fallito al Governo e ora si nascondono dietro al facile populismo" Se tu chiami io rispondo...
Nel merito comunque il provvedimento mira a correggere il rapporto Pil/deficit dello 0,1 % inasprendo il Patto di Stabilità e per quanto riguarda le disposizioni in materia di immigrazione, si stanziano 20 milioni per il Fondo nazionale per l'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, ma a quanto pare qualcosa verrà tagliato al Fondo per le vittime della mafia, dell'usura e del racket.
Nel suo intervento finale Tommaso Currò (M5S) si è domandato: "Come faranno i comuni a rientrare nei vincoli di spesa a due mesi dalla chiusura di esercizio?" Domanda non proprio peregrina.
Maurizio Bianconi (Pdl) ha votato contro il decreto in dissenso dal suo gruppo: "non posso votare un provvedimento che toglie risorse alle vittime della mafia ed ai respingimenti dei clandestini per darli alle cosiddette politiche dell'accoglienza, che finirà per consegnare questi milioni alle solite associazioni dei soliti noti che, nel dedicarsi alla cosiddetta accoglienza altro non fanno che tenere in piedi un circuito poco virtuoso, portatore di interessi, clientele e consenso elettorale. Chiaro, breve e coinciso...
Per quanto riguarda le interpellanze urgenti, en plain di insoddisfazioni da parte dei proponenti, dai chiarimenti in merito alla soppressione della seconda rata Imu, alla presenza del rappresentante diplomatico del governo eritreo (il termine dittatura sarebbe meglio) presso l'isola di Lampedusa. Ma va sottolineato che l'on. Brunetta, in merito alla sua interpellanza sulle ipotesi di rivalutazione delle quote di capitale della Banca d'Italia si è dichiarato soddisfatto... ma non completamente, sia chiaro.

COMMISSIONI
La commissioni Affari costituzionali (forse stanca di aspettare i lavori del Senato) ha iniziato l'esame del disegno di legge recante Istituzione del Comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali.
La commissione Lavoro, in sede di atti dell'Unione europea ha approvato il documento finale sulla comunicazione europea Lavorare insieme per i giovani d'Europa - Invito ad agire contro la disoccupazione giovanile. Ecco, noi adesso aspettiamo l'agire...
La commissione Affari sociali ha continuato l'esame delle disposizioni per la prevenzione, cura e riabilitazione della dipendenza da gioco d'azzardo patologico. Ecco, i numeri li abbiamo vogliamo ridurre queste sale da gioco e i vari giochetti on line??!!

SENATO
AULA

Assemblea di Palazzo Madama ferma in attesa dei lavori della commissione Bilancio sulla legge di stabilità. Venerdì 22 novembre, comunque, il Presidente Piero Grasso ha risposto negativamente alla richiesta avanzata dai senatori del Pdl di convocare nuovamente il Consiglio di presidenza per valutare le violazioni dell'obbligo di segretezza nella Giunta delle elezioni in relazione alla decadenza del senatore Berlusconi (ricordate il caso Crimi e i suoi post su Fb?). Secondo il presidente Grasso non ci sarebbe stata violazione del segreto in camera di Consiglio, ma i senatori Pdl hanno giudicato la risposta elusiva, partigiana, insufficiente. Anche qui, non si può certo parlare di deficit di chiarezza...

COMMISSIONI
Ancora fumata nera in commissione Affari costituzionali. L'esame dei disegni di legge in materia elettorale è stato rinviato a giovedì 28 novembre, mentre martedì 26 si svolgerà una nuova seduta dell'Ufficio di Presidenza con la partecipazione dei ministro per le riforma costituzionali Gaetano Quagliariello al fine di acquisire elementi informativi in merito ad un disegno di legge costituzionale che il Governo sarebbein procinto di proporre in materia di riduzione del numero dei parlamentari e di riforma del bicameralismo. Ce la faranno i nostri eroi?
In commissione Giustizia si è parlato di Eurojust e di istituzione di una Procura europea, un argomento particolarmente delicato per noi che abbiamo delle garanzie costituzionali da rispettare diverse da quelle previste negli altri Paesi europei. Da quì il parere della commissione leggibile in allegato.

GIUNTE
La giunta delle elezioni e delle immunità ha continuato la discussione sulla domanda di autorizzaqzione all'utilizzazione di intercettazioni e conversazioni telefoniche del senatore Denis Verdini, di Nicola Cosentino e di Marcello Dell'Utri nell'ambito di un procedimento penale pendente nei loro confronti.

COMMISSIONI BICAMERALI
Per la celebrazione della Giornata nazionale per l'Infanzia, si è svolto un convegno dal tema "il diritto di bambini e ragazzi alla famiglia: come rilanciare adozioni e affidi". Il presidente della commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza Vittoria Brambilla ha fornito dati interessanti ma preoccupanti: le adozioni sono in drastico calo.
La stessa presidente ha informato la commissione bicamerale circa l'avvio di due indagini conoscitive, una sulla povertà minorile e una sulla prostituzione minorile.

20 novembre giornata dei diritti dell'Infanzia.
In occasione di questa giornata, il Parlamento, come al solito, ha discusso mozioni che impegnano il Governo a fare una serie di cose... Tutte giustissime e importantissime.
I dati ci dicono che aumenta la povertà, che aumentano i bambini poveri anche nel nostro Paese, che il numero delle adozioni sta scendendo drammaticamente per le difficoltà burocratiche...
Ecco, diciamo, sommessamente, che forse le mozioni e le chiacchiere servono più a poco, servono misure, azioni concrete. Bisogna agire. E questo non è populismo. Dateci i fatti. 
Mercoledì, 20 Novembre 2013 14:01

Fiducia al ministro Cancellieri

Il Governo Letta tiene: il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri ha passato l'esame di Montecitorio. DI questa giornata restano i 154 voti contrari e i 67 assenti (tutti in missione?)
Mercoledì, 20 Novembre 2013 12:07

La Cancellieri e la sinderesi

Il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri stamattina ha respinto tutte le accuse.
Venerdì, 15 Novembre 2013 14:45

Bilanci e (poca) Stabilità

Al Senato la protagonista della settimana è stata la legge di Stabilità, che doveva essere approvata venerdì 15 per approdare in aula il 18 novembre, ma la commissione si è aggiornata a lunedì; ogni anno si prova ad anticipare i tempi della discussione, ma poi perché arriviamo sempre sotto Natale con i bilanci?

CAMERA
AULA

Nominato il presidente della Commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo fiscale: sarà il leghista Giancarlo Giorgetti. Durante il question time di venerdì 15, da segnalare che all'interpellanza presentata da Danilo Leva (Pd) sul fondo unico di giustizia, con particolare attenzione ai tagli previsti dalla legge di stabilità che ha diminuito il compenso per gli avvocati che prestano gratuito patrocinio, ha risposto il sottosegretario per le Politiche agricole (??) Giuseppe Castiglione ,mentre a quella per rendere più funzionale il trasporto ferroviario nelle regioni Toscana e Umbria ha risposto il sottosegretario ai Beni culturali Simonetta Giordani.
Il povero Castiglione, ha risposto citando a raffica articoli, commi e leggi che da cinque anni a questa parte, da quando cioè è stato denominato il Fondo Unico di Giustizia, regolamentano la materia... A dire il vero con molta maestria, perché se è vero che viene dalle politiche agricole, è pur sempre un giornalista!
In sede di replica l'esponente del Pd, Verini, ha ringraziato Castiglione per l'onere di leggere dall'inizio alla fine la nota preparata da via Arenula, dal tono a dir poco burocratico, mentre Gallinella (M5S) con riferimento all'interpellanza sul trasporto ferroviario si è detto non solo insoddisfatto per la risposta ma che avrebbe voluto il ministro Lupi in persona a rispondere. Illuso. Comunque, che volete, come direbbe Crozza siamo nel paese delle meraviglie... No comment...
Si è parlato anche di tutela del diritto d'autore sul web: il sottosegretario per i beni culturali Giordani (stavolta rispondendo ad una materia attinente al suo ministero) si è detta d'accordo nel riordinare e disciplinare la materia... Nessuna indicazione però su chi prenderà l'iniziativa... In parlamento, in realtà giacciono da mesi iniziative legislative sull'argomento...

COMMISSIONI
La commissione Giustizia ha deliberato un'indagine conoscitiva sulla proposta di legge contenente Disposizioni sulla determinazione e risarcimento del danno non patrimoniale.
In sede referente, anticipando il ddl governativo ha iniziato l'esame della proposta di legge sulla responsabilità civile dei magistrati (Ddl 1735 presentato da Leva, Pd). Iniziato anche l'esame sulle misure per favorire l'emersione alla legalità e tutela dei lavoratori delle aziende sequestrate e confiscate alla criminalità organizzata (Ddl 1138 di iniziativa popolare).
La commissione Difesa ha iniziato l'esame della proposta di legge recante Disposizioni concernenti l'impiego di contingenti di personale militare con funzioni di pubblica sicurezza per il contrasto della criminalità ambientale in Campania. Arrivano i nostri...

SENATO
AULA

Niente lavori per l'Assemblea di Palazzo Madama in settimana per dare spazio alla commissione Bilancio impegnata con la legge di Stabilità. Da lunedì però, tutti in Aula proprio su questo.
COMMISSIONI
La commissione Affari costituzionali continua a disquisire di riforma elettorale... doppio turno, premio di maggioranza, senza fretta siamo ancora agli ordini del giorno che devono stabilire l'indirizzo dei lavori...
Persino Calderoli ha affermato che un rinvio eccessivo della votazione (degli ordini del giorno, cosa poi verificatasi) "testimonierebbe l'incapacità della Commissione di assumere decisioni e potrebbe indurre l'altro ramo del Parlamento ad avviare in quella sede l'esame delle modifiche della legge elettorale". Stia tranquillo il senatore, dall'altra parte non fremono. Il ministro Quagliariello ha ricordato che il Governo potrebbe presentare un decreto legge in materia solo a fronte di uno specifico atto di indirizzo del Parlamento. Cantava Tony Renis: dimmi quando quando quando...
Anche Palazzo Madama ha avviato l'esame di un documento che prevede l'istituzione di una commissione parlamentare di inchiesta sul terrorismo e sull'uccisione di Aldo Moro.
Vista la parallela discussione a Montecitorio, possibile a questo punto che venga istituita una commissione bicamerale.

COMMISSIONI BICAMERALI
La commissione parlamentare di controllo sull'attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale in merito alla situazione organizzativa dell'Inps ha svolto alcune audizioni: sono stati ascoltati il presidente Antonio Mastropasqua (che se ne è serenamente uscito con la frase "i nostri conti non danno tranquillità" che, manco a dirlo, ha scatenato l'inferno, proprio come ne Il Gladiatore...) e il presidente del Consiglio di indirizzo e vigilanza dell'Istituto Pietro Iocca.
La Giunta per le autorizzazioni ha iniziato l'esame di una domanda di deliberazione in materia di insindacabilità nei confronti di Roberto Rosso, deputato all'epoca dei fatti.  

Lunedì, 11 Novembre 2013 09:37

Le palle non entrano

Per il resto palle che non entrano (dice Ilaria D'Amico all'allenatore del Milan Allegri), budget più o meno corposi, capitani che ritornano e capitani che rimangono in tribuna, gol in fuorigioco (ma è sempre una questione di centimetri) e gol bellissimi.
Ai tempi dei mondiali del 1982, dopo la partita Brasile Italia girava una battuta: "I brasiliani non mangiano più uova, hanno paura di trovarci tre Rossi"
Stamattina Delio Rossiprobabilmente ha la stessa paura... Il meglio della 12° giornata.

Che Buffon, a me guardando da Llorente il gol non sembrava per niente Bonuccio...
Ma se quello Insigne sempre sul filo del fuorigioco, è che non lo sanno Marc(hisio)are.
Non fare il Pirlo, gli altri due Reinano bellissimi però...
Juve Napoli 3-0 (Llorente, Pirlo, Pogba)

Ma le uova hanno Obiang o due Rossi? Lo Savic che dipende se li guardi da Vecino...
Fiorentina Sampdoria 2-1 (Rossi, Rossi e Gabbiadini)

Maiconme, sei de' Roma e schieri questi Berardi Acerbi e ci pareggi alla fine? Non è questione di capelli Bianco, Marrone o Castan, ma di saper fare dei Balzaretti avanti più o meno Longhi.
Roma Sassuolo 1-1 (Longhi aut. e Berardi)

"O capitano mio capitano" noi vorremmo tu non Cambiasso mai! Handanovic a fare i Bardi col Livorno, riportate una Ranocchia, delle Luci, Emeghara pure la vittoria. Benassi, Benassi..
Inter Livorno 2-0 (Bardi e Nagatomo)

E' inutile che Conti, che Cerci, sono due e Murru. Lui sì che non è Immobile. La prossima volta Avramov più tempo, Basha che Vives di più, anche se sei un Bellomo.
Cagliari Torino 2-1 (Conti, Conti e Immobile)

E Cristante, impreca il milanista, bisogna Constantare che Abbiati poca fantasia i Rigoni della maglia non sono più Acosty e qui è proprio un Lazarevic.
Chievo Milan 0-0

A mauri.. te ne stai lì, Mirante la Biglia, sicuro che Valdes la pena? Sì, sono Felipe così, lo sapevo Candreva bene, loro sono Rosi dal dubbio, noi no.
Parma Lazio 1-1 (Lucarelli e Keita)


Liga:
Real Madrid - Real Sociedad 5-1 (forza Carletto)
Premier Leaghe
Chelsea - WBA 2-2 (ciao Mourinho)

Venerdì, 08 Novembre 2013 08:59

Uffici giudiziari, Comuni e rimborsi

Qualcuno si sarà chiesto perché non si è arrivati neanche al voto sulla fiducia al ministro? Forse sono stata l'unica a farsi una domanda scontata e stupida, comunque le cose sono andate così...
Il voto di fiducia alla Cancellieri non è stato proprio calendarizzato, perché non è stato inserito all'ordine del giorno dalla conferenza dei capigruppo. Segno evidente che i gruppi hanno voluto salvare il Guardasigilli a priori, prima ancora di ascoltare le sue ragioni, ma anche il Movimento 5 Stelle ha messo all'ordine del giorno la decadenza di Berlusconi e non la mozione di sfiducia al ministro della Giustizia...

CAMERA
AULA

Mentre tutti erano attenti a seguire la vicenda del ministro Cancellieri e delle sue comunicazioni sul caso Ligresti, a Montecitorio si consumava la tragedia sul Segretario Generale e il comunicato al vetriolo del Collegio dei Questori. Nel testo si legge di reazione scomposta e nervosa, di demagogia tutto rivolto agli esponenti del Movimento 5 Stelle; "con questo bilancio - dice il testo - si fa risparmiare allo Stato 60 milioni di euro ed è la prima volta che accade dagli anni '60", mentre a proposito del Segretario Generale, prorogato oltre ogni durata di mandato e scadenze previste dal regolamento, il comunicato dice che trattasi di persona "la cui competenza e professionalità sono ampiamente riconosciute, la sua figura è garanzia di autonomia e indipendenza dell'amministrazione e come tale il regolamento della Camera lo sottrae ad ogni forma di spoil system".

COMMISSIONI
Se tante volte lo avevate dimenticato, la commissione Affari Costituzionali sta proseguendo l'esame delle Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni. Secondo voi si arriverà ad un taglio effettivo di enti e soprattutto a risparmi veri per le casse dello Stato?
La commissione ha inoltre approvato il testo per l'Aula del provvedimento che istituisce una Commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro. La commissione sarà composta da trenta deputati e graverà sul bilancio interno della Camera per 30 mila euro l'anno.
La commissione Giustizia ha iniziato l'esame della proposta di legge che introduce l'articolo 372-bis del Codice penale concernente il reato di depistaggio.
La commissione Ambiente ha espresso parere favorevole alla proposta di nomina di Gaetano Benedetto a Presidente dell'Ente Parco nazionale del circeo.

SENATO
AULA

A proposito delle comunicazioni del ministro della Giustizia, va ripetuto che queste non sono sfociate in un voto sulla mozione di fiducia (o sfiducia), perché semplicemente questa non è stata calendarizzata da nessuno e sottolineiamo da nessuno, segno evidente che a tutti faceva comodo fare un po' di polemica, un po' di populismo e demagogia, come si dice in questi casi e nient'altro. Durante la discussione sul bilancio del Senato, invece (vedi articolo in brevi di cronaca del 6 novembre) il senatore Enrico Buemi è tornato a parlare di autodichia, a chiedere di trattare il Parlamento come ogni altra pubblica amministrazione.
Stupisce che anche in questo caso il Movimento 5 Stelle non abbia colto l'assist per una battaglia che porterebbe equità, che farebbe rientrare i privilegi del palazzo entro i limiti della PA. Strano davvero... che abbiano respirato troppo l'aria di palazzo?

COMMISSIONI
In commissione Giustizia è stato votato il parere (leggibile di seguito) allo schema di Dpr con le modifiche al Dpr 187/1998 sulla Disciplina dei procedimenti relativi alla concessione ai comuni di contributi per le spese di gestione degli uffici giudiziari.
Durante la discussione si è parlato della trasparenza e della pubblicità del contributo statale alle spese di funzionamento degli uffici giudiziari...
Rendere pubblici i rimborsi ai Comuni non sembrava una cosa impossibile, almeno al senatore Buemi che è intervenuto in questo senso, insieme al senatore Barani (Gal).
Il senatore e presidente di commissione Francesco Nitto Palma, ha fatto presente alla commissione che la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale di dati estranei a quelli contenuti negli atti normativi ed amministrativi adottati dai competenti organi dello Stato, delle Regioni e di altri enti pubblici, comporterebbe costi notevoli e presenterebbe profili di dubbia legittimità. Si legge nel resoconto sommario che la "commissione conviene sulla proposta del presidente Palma". Ossia, dal testo è stato tolto ogni riferimento alla Gazzetta Ufficiale, alla fine ogni Comune pubblicherà le cifre sui propri siti, se vorrà ovviamente e se potrà... 
Perché non inserire nel Dpr l'obbligo di pubblicazione?
A fronte di una spesa minima per la pubblicazione in Gazzetta non sapremo mai quanto chiederanno i Comuni di rimborso.

GIUNTE
La Giunta per le autorizzazioni ha concluso l'esame della domanda di autorizzazione all'utilizzo di intercettazioni di conversazioni nei confronti del senatore Denis Verdini, di Nicola Cosentino, deputati all'epoca dei fatti e di Marcello Dell'Utri, senatore all'epoca dei fatti, deliberando a maggioranza la concessione dell'autorizzazione all'utilizzo delle intercettazioni. La relazione per l'Assemblea sarà preparata da Sofia Amoddio (PD)




Senato della Repubblica
Commissione Giustizia
seduta del 6 novembre 2013
PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE SULL'ATTO DEL GOVERNO N. 30


La Commissione Giustizia del Senato, esaminato lo schema di decreto in titolo,
premesso che nell'ultimo triennio le assegnazioni da parte dello Stato ai Comuni finalizzate al rimborso per le spese di gestione degli uffici giudiziari e anticipate dai Comuni hanno fatto riscontrare una notevole diminuzione;
rilevato altresì che nei passati esercizi, il rimborso versato dallo Stato ai Comuni è stato pari a circa l'80 per cento delle spese effettivamente sostenute ed è stato sovente erogato con ritardi che hanno talvolta superato l'anno;
esprime parere favorevole con le seguenti osservazioni:
1)      si rileva l'opportunità che la modifica della disposizione di cui all'articolo 2 che riduce ulteriormente l'ammontare degli anticipi sia seguita dall'adozione di ulteriori misure necessarie a garantire l'effettiva regolarità nei rimborsi che sino ad ora é mancata. Si rivolga particolare attenzione alle ulteriori spese sostenute da diversi Comuni in relazione alla complessiva riorganizzazione delle circoscrizioni giudiziarie ancora in corso di perfezionamento.
2)      si evidenzia altresì l'esigenza che il contributo alle spese di funzionamento degli uffici giudiziari in favore dei Comuni sia reso pubblico ogni anno, secondo modalità tali da garantirne la fruibilità e conoscibilità per ogni Comune e ufficio giudiziario, anche mediante la pubblicazione il più possibile analitica sui siti internet di rispettiva appartenenza.

Mercoledì, 06 Novembre 2013 14:40

Senato, bilancio, rendiconto e buon senso

La spesa complessiva per il 2013 ammonta a 541 milioni e 500 mila euro, dicono i senatori Questori De Poli (Scelta civica) e Malan (Pdl), con una diminuzione dell'1,6% rispetto al 2012. Rispetto al 2010 poi, quando sono stati spesi 594,5 milioni, la riduzione è di 53 milioni di euro.
Martedì, 05 Novembre 2013 16:24

La Cancellieri si difende in Parlamento

Il Guardasigilli Anna Maria Cancellieri è intervenuta al Senato alle 16 per fare chiarezza riguardo la famosa telefonata intercorsa tra lei e Gabriella Fragni, compagna di Salvatore Ligresti, padre di Giulia in carcere, poi scarcerata per gravi motivi di salute.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni