Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Paola Alunni

Paola Alunni

Giornalista professionista si è sempre occupata di Giustizia e cronaca parlamentare.
Si è quindi dedicata alla comunicazione istituzionale lavorando presso l'ufficio stampa del Ministero degli Affari regionali e presso la Presidenza del Consiglio - ministero Rapporti col Parlamento. Ha inoltre collaborato con l'agenzia di stampa Apcom seguendo la giustizia amministrativa. Nonostante l'età continua a fare attività scout.
Venerdì, 06 Giugno 2014 15:06

La testa nel Brasile

Tra poco meno di una settimana non si parlerà più di spread, di tassi, di crisi, di occupazione e disoccupazione. Niente di niente. Verrà tutto sepolto sotto una valanga di palloni, perché tutti (più o meno) siamo già volati in Brasile, come i calciatori.
Venerdì, 30 Maggio 2014 17:27

Aeroporti (non più) militari

Dopo lo sconquasso del voto europeo, il Parlamento torna a lavorare con la solita verve ma con meno voglia di insultare. Momento di sbandamento per il M5S che ha provato a dare battaglia, ricevendo di contro solo risposte puntuali e concrete (vedi interrogazione sull'8 per mille all'edilizia scolastica).

CAMERA
AULA
L'Assemblea di Montecitorio, come avrete già letto, ha approvato le norme sul divorzio breve ma non illudetevi, non potrete divorziare in 12 mesi da domani, perché la norma deve ancora passare da Palazzo Madama e diventerà legge solo se nell'altro ramo del parlamento non cambieranno neanche una virgola, diversamente si tornerà a Montecitorio.
Più interessante invece l'interrogazione presentata dal M5S sulla destinazione della quota otto per mille dell'IRPEF alla ristrutturazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici, una misura approvata dal governo Letta all'interno della legge di Stabilità 2014 per poter essere inserita nella dichiarazione redditi 2014 (quindi dal prossimo anno). A rispondere al movimento è intervenuto lo stesso ministro per l'Economia Pier Carlo Padoan che ha spiegato come nelle disposizioni rientrerà anche la bonifica dall'amianto, mentre per quanto riguarda le modifiche al regolamento presidenziale (DPR 76/1998), compresa la modulistica necessaria per attuare le misure, il tavolo tecnico tra le amministrazioni è in fase di concertazione avanzata e a stretto giro presenterà un provvedimento in materia in Consiglio dei ministri. L'on. Cariello (M5S) ha ringraziato per le puntualizzazioni ma avrebbe preferito un impegno più concreto. Tramontati i tempi in cui le risposte erano di ben altro tenore.
Riguardo invece l'interpellanza sugli intendimenti del Governo in ordine all'introduzione del divieto di erogazione di vitalizi ai condannati per reati di tipo mafioso, presentata dal M5S, il sottosegretario per le riforme costituzionali Ivan Scalfarotto, ha ribadito che il decreto 174/2012 (funzionamento degli enti territoriali) che prevede i trasferimenti erariali a favore delle regioni esclude l'erogazione del vitalizio in favore di chi sia condannato in via definitiva per delitti contro la pubblica amministrazione. Ma il soggetto dell'interrogazione dei 5Stelle era Cuffaro, presidente della Regione Sicilia, la cui esclusione è di competenza esclusivamente regionale. Per il resto, ha concluso Scalfarotto, la questione è all'attenzione del Governo che adotterà le misure più idonee per sostenere il principio di legalità e trasparenza dell'amministrazione pubblica. Pare che la risposta non sia piaciuta. E questa era una risposta di venerdì... i ragazzi si stanno riprendendo.

COMMISSIONI
La commissione Giustizia ha avviato l'esame della proposta di legge per la prevenzione e il contrasto del bullismo e del bullismo informatico.
La commissione Affari sociali ha proseguito in sede legislativa (si salterà l'esame dell'aula) del Ddl in materia di utilizzo del corpo post mortem a fini di studio e ricerca scientifica, un provvedimento che "nasce" dalle ceneri di un provvedimento discusso durante la scorsa legislatura ma mai arrivato ad approvazione. Nel nostro ordinamento non esistono, allo stato attuale, norme specifiche sulla manifestazione di volontà in ordine all'atto di disposizione post mortem del proprio corpo, scopo del Ddl è appunto quello di regolamentare la disciplina in materia.
Davanti alle commissioni riunite Difesa e Trasporti si è parlato di aeroporti con la risoluzione Dell'Orco (M5S) riguardante: impiego presso l'Enav di personale appartenente all'Aeronautica militare anche in relazione all'apertura di numerosi aeroporti militari al traffico civile.
La risoluzione impegna il governo a prevedere una procedura di transito per quegli aeroporti che dovranno passare a tutti gli effetti aeroporti civili. Ora però il problema è che la risoluzione è stata presentata nove mesi fa e nel frattempo lo scalo di Ciampino è già diventato civile a tutti gli effetti mentre quello di Verona Villafranca sta per diventarlo. A seguire toccherà a Brindisi, Rimini e Treviso. Domanda: a che serve discutere adesso della risoluzione? Ma non basta. La discussione è stata rinviata con l'impegno a contattare i rappresentanti Enav per svolgere audizioni... A che pro? Ah saperlo saperlo...

SENATO
A Palazzo Madama fari tutti puntati sulle commissioni riunite Bilancio e Finanze che sono alle prese con il famoso decreto riguardante il bonus Irpef, atteso in Aula per martedì 3 giugno ma non ancora esaminato dalle commissioni.

AULA
L'Assemblea ha approvato la mozione sulla riorganizzazione della rete diplomatico consolare: qualche mal di pancia anche tutto interno al PD, ma alla fine è stato approvato l'ordine del giorno G100 che impegna il Governo a presentare alle commissioni parlamentari competenti un piano di riorientamento della rete e dei servizi diplomatico-consolari secondo il dettato della spending review, ad approntare in tempi rapidi nelle sedi oggetto di chiusura strumenti alternativi di presenza culturale e di erogazione di servizi consolari, a pianificare il rilancio dell'azione degli Istituti Italiani di cultura garantendone però una maggiore trasparenza nella gestione; il tutto indicando sempre i relativi risparmi che si prevede di conseguire. Come si potrebbe tradurre? Non toccate ambasciatori e consoli onorari? L'ordine del giorno è stato votato da Pd, SC, PI, Misto, NCD e il Movimento 5 Stelle.
Via libera alla terza commissione parlamentare di inchiesta sul sequestro e la morte di Aldo Moro e della sua scorta. Terza commissione in 36 anni: riusciremo mai a sapere la verità?

COMMISSIONI
La commissione Affari costituzionali continua con la riforma costituzionale, ma il termine per la presentazione degli emendamenti è stato ulteriormente prorogato alle ore 18 di martedì 3 giugno. Messaggio: non fate melina e non fate arrabbiare il premier che viene lì e vi asfalta all'istante senza aspettare i passaggi parlamentari, quello è capace di farlo.

Venerdì, 23 Maggio 2014 10:04

Non fatevi eterodirigere

Meno male che la settimana parlamentare è stata molto poco attiva, causa elezioni europee. Anzi no, era meglio se stavano dentro ai palazzi a strillarsi addosso senza tediarci con tribune politiche e comizi elettorali.
Mentre fuori i leader si insultavano l'un l'altro amabilmente, dentro le stanze dei palazzi se ne dicevano di tutti i colori. Sembrava non esserci materiale per il diario di questa settimana e invece...

CAMERA
AULA

L'unico provvedimento approvato da Montecitorio è stato il decreto casa, che contiene anche le disposizioni per Expo 2015. Mettetevi comodi, di seguito solo alcune delle chicche che sono state dette in Aula.

L'unica parola buona è stata usata da Daniele Farina (Sel) che magari però poteva essere anche un po' più chiaro per dire che Expo non è solo corruzione e che ci sono tante anime, da singoli soggetti a gruppi fino ad arrivare alle associazioni che stanno lavorando per un modello di agroindustria più equo e solidale, solo che lo ha detto così: "non credo che noi facciamo un buon favore all'Expo diffusa o a quello che rappresenta o ai concetti che la significano se facciamo confusione tra il piano delle opere di Expo, il piano della corruzione e quel conflitto politico-culturale che vi è tra modelli agroindustriali completamente diversi, contro le multinazionali della modificazione genetica, contro un certo modello di agroindustria che tende a cancellare le differenze e la biodiversità. Ecco perché credo che, su questo terreno, anche in forma conflittuale, intorno ad Expo cresceranno molte cose, e non serve questo meccanismo artato di confusione, che, secondo me, non porta nulla, né nel contrasto e nel controllo ai meccanismi di corruttela che abbiamo oggi di fronte agli occhi, né a quei movimenti che provano a costruire dentro e contro quella manifestazione un'alternativa".
Ma non era più facile dire: "facciamo chiarezza: Expo non è solo corruzione, anzi, è anche un tentativo di creare un modello di agroindustria più solidale libero dagli interessi delle multinazionali e il Movimento 5 stelle farebbe bene a non creare ulteriore confusione" ??

Errore da segno blu. All'onorevole Ettore Rosato: il plurale di grido è grida, non si dice "si caratterizza per dei gridi continui al di là dei contenuti"; possiamo essere d'accordo sul contenuto, ma la forma proprio non va. Soprattutto se l'intervento prosegue con " il collega De Rosa è noto per l'uso sconnesso della sua lingua che, evidentemente è scarsamente collegata al cervello".

Prosegue il deputato di Scelta Civica, Mariano Rabino: "Se voglio andare a vedere uno spettacolo di Grillo, pago il biglietto! In questo Parlamento chiedo a quest'Aula e ai colleghi di rifiutare, e all'Ufficio di Presidenza di non tollerare più questo spettacolo permanente, questo show, questa gazzarra e questa cagnara, dove l'unico pensiero che viene, crescente, a me e agli italiani, è che i deputati del MoVimento 5 Stelle – che non hanno fatto un giorno della loro vita il consigliere comunale, il consigliere provinciale, il consigliere regionale ! – non sanno qual è la vita reale della gente e si fanno eterodirigere da uno show man cabarettista. Basta"
Bene, anche in questo caso potremmo essere d'accordo nel merito, ma che significa farsi eterodirigere??

Comunque il deputato M5S Alessandro Di Battista ha ribattuto molto carinamente: avete percentuali da prefisso telefonico, siete arrivati, perché politicamente siete, come lo è stato Monti, una emerita nullità". Evviva la dialettica politica.

Però lo slogan tirato fuori da Alberto Zolezzi (M5S) è carino: Expo, nutriamoli attraverso le sbarre. Crozza ringrazia e sicuramente citerà.

Va assolutamente citata Serena Pellegrino (Sel) con la sua proposta di Ordine del giorno più che ragionevole: "Chiediamo però con questo ordine del giorno al Governo che si impegni ad adottare le opportune iniziative volte a limitare la legislazione d'urgenza e il conseguente troppo frequente ricorso a norme di rango primario e ad atti amministrativi aventi forza derogatoria nei confronti di molte leggi dello Stato (...) L'Expo sono dieci anni che sappiamo che deve essere fatta e che i cantieri dovevano partire". Morale: sappiamo da almeno un decennio che Expo doveva essere fatta, perché ci siamo ridotti all'ultimo momento con deroghe e decreti? Non fa una piega, infatti è stato respinto!

SENATO
A Palazzo Madama non si sono svolte sedute di Assemblea, solo le commissioni riunite Bilancio e Finanze hanno continuato l'esame del decreto bonus Irpef. Presentati gli emendamenti, la prossima settimana la votazione, sulla scia dei risultati elettorali... Chissà che ne sarà (di noi ovviamente).

Domenica, 18 Maggio 2014 18:24

E tu, che documento segreto vuoi?

Più di 100 gli hacker che hanno partecipato e l'evento si concluderà con la premiazione delle migliori App. Che vinca il nerd migliore. Ci sembra la notizia migliore della settimana, tutto il resto, diceva Califano è (la solita) noia.

CAMERA
Notizia importante: da venerdì 23 maggio sarà possibile ricevere copia in posta elettronica dei documenti delle commissioni parlamentari di inchiesta sul ciclo dei rifiuti e sulla morte di Ilaria Alpi e di Miran Hrovatin, recentemente declassificati dal Governo.
A partire da martedì 20 maggio sarà possibile consultare un primo indice dei documenti declassificati sulla homepage del sito internet dell'Archivio storico della Camera ed inoltrare le relative richieste di copia attraverso la compilazione di un apposito modulo disponibile al medesimo indirizzo web allegando copia di un documento di identità valido. Le copie potranno essere ottenute in forma cartacea presentandosi di persona all'Archivio storico della Camera, esibendo sempre un documento di identità valido.

Nel caos totale del "tutti contro tutti", in vista delle elezioni europee, sfugge a qualcuno la discussione del ddl sulla cura e riabilitazione per la dipendenza da gioco d'azzardo... I giochi, soprattutto quelli on line, sono facili da raggiungere per chiunque, anche per i minorenni, si, ti chiedono all'inizio la data di nascita, ma quanto è difficile on line dichiarare una cosa per un'altra? Vedere le iscrizioni su Fb!
Qualcuno sostiene che debbano essere tassati di più. In realtà, però, non è facile calcolare la tassazione perché va fatta al netto delle vincite, con un meccanismo piuttosto complicato. Il Movimento 5 stelle ha sempre cavalcato l'onda: tassiamo i giochi d'azzardo e abbassiamo le tasse a tutti gli altri. Potrebbe essere vero se poi non ci fosse il grosso lavoro del gioco illegale... leggere il rapporto di Libera per credere (Azzardopoli).
Solo una cosa è certa: lo Stato incassa dal gioco d'azzardo sempre meno, mentre crescono i costi sociali, ecco perché oggi il Parlamento si trova a discutere di una legge che tuteli dalla dipendenza da gioco... Forse non basta solo alzare le tasse, come al solito l'estrema semplificazione non giova alla chiarezza, anzi, si rischia di far passare un messaggio sbagliato... il populismo è sempre in agguato.

ASSEMBLEA
Dovremmo parlare dell'approvazione definitiva del decreto lavoro, dovremmo riportare la discussione sulla questione del deputato Genovese... Solo un intervento su tutti: Angelo Attaguile, Lega Nord: "Stimo il magistrato che richiede gli arresti per Genovese, sapete perché? E' stato il PM nel mio processo e, quando sono stato assolto, incontrandomi, mi ha detto che sono una persona per bene e mi chiedeva scusa (...). Sono stato assolto con la revisione del processo, cioè in quarto grado, con la condanna del PM che aveva chiesto il mio arresto il quale, avendo nascosto le prove della mia innocenza, è stato censurato al CSM (...) Oggi ho la certezza che si gioca una partita di calcio tra due squadre: a vincere sarà chi piglia più voti". Dopo di che, passiamo oltre.

COMMISSIONI
In commissione Affari costituzionali forse qualcuno non lo sa ancora, ma sta andando avanti la discussione sul Conflitto di interessi.
La commissione Giustizia ha continuato l'esame del provvedimento che introduce il divorzio breve; nonostante i giornali ne parlino da tempo, vale la pena ricordare che siamo solo al primo passaggio, poi c'è l'Aula, poi c'è il Senato... morale: ai voglia prima dell'approvazione definitiva! La commissione ha continuato anche l'esame del provvedimento riguardante la disciplina della sospensione del procedimento penale nei confronti degli irreperibili: il nome di questo ddl non ci piace, sa di losco...
In commissione Finanze è iniziato l'esame della risoluzione su revisione norma che prevede controllo preventivo dell'Agenzia delle Entrate sulle detrazioni Irpef: che si trovi una soluzione, please!
In commissione Affari sociali continua la discussione del Ddl sulla prevenzione cura e riabilitazione per dipendenza da gioco d'azzardo: ma siamo proprio sicuri che abbiamo bisogno del gioco d'azzardo?

SENATO
AULA

Via libera alle sostanze psicotrope, no, per carità, nel senso buono, Palazzo Madama ha approvato il decreto che rivede la disciplina degli stupefacenti, si torna al pre-Giovanardi. Approvati pure i decreti su Expo 2015 (ma quale periodo migliore per discuterne!) e quello sul regolare svolgimento del servizio scolastico. Entrambi ora passano alla Camera.

COMMISSIONI
In commissione Affari costituzionali prosegue la discussione fiume sulla revisione della seconda parte della Costituzione.
In commissione Giustizia si parla di corruzione, voto di scambio, falso in bilancio e riciclaggio; adottato il testo base, per gli emendamenti ci sarà tempo fino a venerdì 22 maggio. Gli emendamenti per il testo sul regime dei beni pubblici è stato invece posticipato a lunedì 30 giugno... Come si dice per votare e per pagare c'è sempre tempo... No, forse era morire... vabbé...
Le commissioni riunite Bilancio e Finanze parlano di Bonus Irpef. Stiamo a vedere quello che esce.
La commissione Industria ha deciso di disgiungere alcuni argomenti: proseguiranno insieme i ddl in materia di mercato dell'oro, separati da quelli in materia di titoli e marchi di identificazione dei metalli preziosi, da quelli riguardante la regolamentazione del mercato dei materiali gemmologici.
Lunedì, 12 Maggio 2014 17:31

Le filosofie del calcio

Penultima giornata di campionato, in ricordo di Vujadin Boskov non si poteva non parlare di filosofia del calcio. Guardando nello stile di vita di squadre, allenatori e giocatori, c'è chi vince per la terza volta consecutiva, chi, pur avendo fatto un campionato strepitoso deve rassegnarsi ad essere l'eterna seconda e chi invece lotta ancora per un posto in Europa.
Venerdì, 09 Maggio 2014 15:49

Decreti, decreti, decreti

Prima difendeva quella delle toghe, adesso quella del Senato. La settimana parlamentare caratterizzata dal voto sul decreto lavoro e sulla riforma costituzionale "cancella-Senato" si è conclusa con lo scontro tra il premier Renzi e il presidente del Senato Grasso; oggetto del contendere, il ruolo di Palazzo Madama.
Nel giorno della sentenza della Consulta sull'autodichia il presidente del Consiglio Matteo Renzi ribatte: "Anche i funzionari di Camera e Senato dovrebbero applicare il tetto agli stipendi previsto per i manager pubblici. Noi abbiamo chiesto alcuni sforzi, non possiamo intervenire sull'autodichia, loro non hanno risposto". Conclusione logica: ecco perché lo vogliamo cancellare.

SENATO
Stavolta non si può non iniziare il diario da Palazzo Madama, perché ad essere sotto accusa è il servizio studi, sempre molto puntuale sulle iniziative legislative. Sul decreto Irpef non ci sarebbero le coperture, questo in estrema sintesi il concetto espresso dai tecnici del Senato...
AULA
L'assemblea ha dato il via libera al decreto lavoro ed ha avviato la discussione sul decreto riguardante l'emergenza abitativa. Quest'ultimo tra le altre disposizioni, contiene anche quelle per Expo 2015... Viste le ultime cronache giudiziarie, chiudere tutto e dire che ci siamo sbagliati?
COMMISSIONI

La commissione Bilancio, martedì 6 maggio a nome del presidente Antonio Azzollini (Ncd) ha espresso una forte censura nei confronti delle dichiarazioni del Presidente del Consiglio a proposito del dossier sul decreto Irpef. Nessun soggetto politico o istituzionale, ha affermato il presidente, aveva mai utilizzato espressioni come vendetta. Nel coro di dichiarazioni a sostegno della serietà del servizio studi, da segnalare quella del senatore PD Giorgio Santini che auspicava che le dichiarazioni del Presidente del Consiglio rappresentassero un isolato incidente di percorso. E questo accadeva martedì scorso... a contare come poi è andata a finire la settimana, diciamo che il senatore Santini è stato leggermente sconfessato...
La commissione Affari costituzionali ha adottato come testo base per la discussione della revisione della seconda parte della Costituzione il ddl 1429 di iniziativa del Governo. Renzi-Senato 1-0 ma la partita è solo iniziata. Anche perché è stato votato un ordine del giorno (quello di Calderoli per intenderci) che va nella direzione esattamente contraria: senatori eletti... vedremo).
La commissione Giustizia ha continuato l'esame del Ddl sulle coppie di fatto e unioni civili. In altri tempi questo sarebbe stato un argomento caldo, oggi non importa a nessuno viste le altre emergenze...
Le commissioni riunite Giustizia e Sanità hanno concluso l'esame del decreto droghe leggere che martedì 13 maggio approderà in aula. E vai con la depenalizzazione... relatore: Giovanardi!

CAMERA
AULA

Via libera alle dimissioni di Dario Nardella (che dovrà occupare il posto di Renzi al comune di Firenze). L'assemblea ha approvato in via definitiva il decreto sull'esercizio dell'attività di vigilanza della Banca d'Italia.
Ma in Aula a Montecitorio è successo di più. L'ex enfant prodige, vincitore delle regionali in Sardegna a soli 33 anni, diventato famoso per aver copiato il programma elettorale di Roberto Formigoni (lasciando pure le 11 province della Lombardia) ha portato una testata missilistica in Aula. "Questa è la testata esplosa di un missile anticarro trovata davanti ad uno dei 16 nuraghi nascosti e vietati nella base militare di Teulada. Con questi missili all'uranio impoverito state devastando la Sardegna, le sue coste, la sua natura, e state bombardando la più antica civiltà del mediterraneo, quella nuragica" così ha protestato Mauro Pili, ex Pdl, attualmente ritornato in Forza Italia, sventolando appunto una testata missilistica.
"Questa è la prova che state bombardando la civiltà nuragica, e per far sentire la voce della mia terra a questo Stato sono stato costretto a introdurre alla Camera questo residuato bellico. Del resto se è lecito usarlo davanti ad un compendio archeologico non vedrei quale sanzione dovrebbe esserci per portarlo nei banchi di Montecitorio". Verissimo, per carità, ma non possiamo dimenticare quello che ha fatto il suo partito alla Maddalena per il famoso G8 poi spostato a l'Aquila.

COMMISSIONI
La commissione Giustizia ha iniziato l'esame dello schema di decreto legislativo di attuazione della direttiva 2012/13/UE sul diritto all'informazione nei procedimenti penali.
La commissione Attività produttive ha svolto ancora un'interrogazione sul riordino e competenze di Enea (agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile). Da troppo tempo Enea è commissariata, serve solo un decreto del Ministro dello Sviluppo econoomico, subordinato al concerto di altri quattro ministri e il parere delle commissioni parlamentari per riordinare l'Agenzia... 
La commissione Difesa ha approvato il documento conclusivo dell'indagine conoscitiva sui sistemi d'arma destinati alla difesa in vista del Consiglio europeo di dicembra (ma il Consiglio è 2013 o magari 2014, perché se si tratta di quello che deve ancora venire allora bisogna cambiare data...).  Nella discussione ampio spazio alla questione F-35 che però, a giudicare dal documento approvato (leggibile in allegato) era solo un minimo capitolo rispetto all'argomento globale.

Lunedì, 05 Maggio 2014 07:15

Contrasti stridenti

Da una parte il gioco del calcio, quello vero, bello, spettacolare, che ti lascia col fiato sospeso per i continui cambi di fronte, dall'altro le scene dell'Olimpico che lasciano altrettanto col fiato sospeso: a decidere se giocare o meno una partita sono i teppisti che qualcuno ancora definisce tifosi, da un tipo che nientepopodimenoche si chiama Genny 'a carogna.

Se non c'era nessuna voglia di parlare di calcio all'indomani della partita farsa tra Salernitana e Nocerina, figuriamoci oggi.
Non solo siamo fuori dai vertici del calcio che conta da anni (niente Champions da tempo, fuori anche dalla Uefa) ma a contare nel nostro calcio sono i teppisti, a fare notizia è ancora una volta la violenza: spari e sprangate fuori dallo stadio, dentro i fischi all'Inno (solo per questo avrei mandato tutti a casa), l'invasione di campo a fine partita per andare sotto la curva viola e deriderli. Alla faccia del bel gioco, del fair play. In Europa stadi pieni di famiglie, bambini e genitori, tutti seduti; qui da noi pieni di gente che sbraita e inneggia a gente macchiatasi di omicidio.
Contrasti stridenti, bruttezze del nostro Paese che dobbiamo cancellare al più presto.

Milan Inter 1-0
Tanto per rimanere in tema di bruttezze, ma quanto è stata brutta 'sta partita? Il gioco espresso davvero scadente anche perché, ripeto, eravamo reduci dalle partite stellari della Champions. Unici momenti di bellezza, la traversa di Kakà e il cross di Balotelli che si è concluso con l'incornata* di De Jong.
* citazione da Ciccio Graziani.

Catania Roma 4-1
Ma secondo voi è possibile avere circa sessanta punti di classifica di differenza e perdere così malamente? Non vi sembra un contrasto stridente? Sarà solo una coincidenza che appena il giorno prima l'allenatore della Roma Garcia affermava che il campionato era finito? Ci sarà stato per caso un aiutino? Diceva qualcuno importante che a pensar male si farà pure peccato ma ci si azzecca sempre... Brutta partita e brutti presentimenti. E la Juve vince lo scudetto senza neanche giocare.

Chievo Torino 0-1
Il solito guizzo di Immobile sembrava aver risolto la partita ma niente da fare, gol annullato e per chiudere è servito un'autogol di Agazzi. Arriva così un'altra vittoria del Toro, anche se sommessa, ma pur sempre il degno tributo al grande Torino della tragedia di Superga di 65 anni fa.

Genoa Bologna 0-0
La gara non entusiasma, anche se non può essere classificata proprio tra le bruttezze. Nessuna emozione e, come diceva nonna "senza lode e senza infamia". In quelle poche occasioni si fa trovare sempre pronto il giovane portiere Perin (Brasile, Brasile...).

Parma Sampdoria 2-0
Bella festa a Parma, tifoserie gemellate, famiglie sugli spalti, tributi al grande tecnico Boskov: la bellezza del calcio si esprime così e con il bel gioco espresso da Cassano che segna ma non esulta per rispetto nei confronto della sua ex squadra. Bruttezze? I tatuaggi di Schelotto in bella mostra per l'esultanza post-rete degni più di Hector Barbossa che di un giocatore di calcio.

Udinese Livorno 5-3
Bella partita, belle le punizioni-gol di Paulino, ma altrettanto belle la rovesciata,le reti e gli assist di Di Natale. Tanti gol, tante emozioni, questo è il calcio che ci piace.

Lazio Verona 3-3
Rigore è quando arbitro fischia: la massima di Boskov dovrebbe diventare legge per tutti gli allenatori. Brutte scene invece alla fine della partita tra Reja e Mandorlini. Il numero dei gol trae in inganno, la partita non ha fatto vedere grandi bellezze.

Juve Atalanta 1-0
La festa c'era stata già il giorno prima, i bianconeri sono entrati in campo da campioni d'Italia e il gioco ne ha risentito. Nessuna bellezza anche qui, rigori mancati e poco gioco. Il calcio italiano s'ha da' sveja'...

Fiorentina Sassuolo 3-4
La bellezza è vedere giovani talenti crescere come quello di Berardi... speriamo non si rovini col tempo. La bellezza è vedere l'abbraccio di due allenatori-amici come Montella e Di Francesco e soprattutto il ritorno in campo di Giuseppe Rossi che torna al gol. Bruttina purtroppo però la Fiorentina del primo tempo. 

Napoli Cagliari 3-0
Brutta serata a Napoli, a dispetto della coppa Italia conquistata e del risultato finale. Brutta serata per gli strascichi di Roma, per le condizioni del tifoso napoletano, per una tifoseria che non ha fatto proprio una bella figura in mondovisione... Per smaltire anche questa dovrà passare del tempo. Nel 2006 siamo arrivati ai mondiali malconci per lo scandalo del calcio-scommesse, quest'anno per i tumulti negli stadi... magari ci riscattiamo ancora una volta con una bella vittoria, chissà...

Lunedì, 28 Aprile 2014 09:20

Supereroi

Grandi poteri, grandi responsabilità, ma i supereroi muoiono? Questo numero della rubrica non può non rendere omaggio al grande Boskov, che seppe portare il primo e per il momento unico scudetto alla Sampdoria di Vialli e Mancini, di Lombardo e Pagliuca, di Vierchwod e del presidente Mantovani.
Giovedì, 24 Aprile 2014 17:03

Incontentabili

Noi, che siamo un po' antichi e datati, ci ricordiamo la pubblicità con Adolfo Celi o Giampiero Albertini che alla domanda "ma lei è incontentabile" rispondevano: "sempre!"
Ecco Adolfo Celi ricorda un po' tanti parlamentari italiani che pur di distinguersi dicono no a tutto.
Nella sua comunicazione al Parlamento sulle linee programmatiche del suo dicastero, il Guardasigilli Andrea Orlando ha dettato l'agenda da qui ai prossimi mesi (l'intervento è leggibile in allegato).
Agenda che ad esempio è piaciuta agli avvocati, forse un po' meno ai magistrati (ha parlato di riforma del Csm per toglierlo dalle derive dettate dalle correnti interne alla magistratura, l'avesse detto - anzi ripetuto - Lui, sarebbero stati strali e fulmini). Per il resto ha inserito tanti punti ripetuti dagli "addetti ai lavori" da quindici anni a questa parte come un disco rotto: ufficio del giudice, potenziamento del processo telematico, ricorso alle procedure alternative... eppure c'è stato qualcuno che ha detto che comunque manca un disegno organico.

CAMERA
AULA

Per descrivere le giornate di Montecitorio come al solito dovremmo fare ricorso al migliore (peggiore) vocabolario delle stamberghe (oramai arrossiscono pure queste) dei porti clandestini dei pirati. Ma gergo da postribolo a parte, la cronaca è stata più o meno questa.
Il decreto lavoro passa in prima lettura alla Camera non senza fatica e va al Senato. Passa il testo votato dalla commissione Lavoro dove, dicono le opposizioni, ha avuto la meglio l'ala sinistra del PD. A dire il vero, però in commissione Lavoro gli emendamenti sono stati presentati e votati anche da altri partiti, ad esempio da Renata Polverini (Forza Italia). Un testo che sarebbe uno scempio a sentire Brunetta. Però delle due cose una: o Brunetta contesta anche la Polverini, oppure il tutto puzza tanto di campagna elettorale. La seconda che hai detto direbbe "Quelo".
Tra le proteste, da segnalare il M5S che oramai porta di tutto in aula (compresa la citazione di Cetto La Qualunque): catene, codici a barre, aspettiamo solo il motorino buttato giù dal terzo anello come a San Siro...

COMMISSIONI
In commissione Bilancio, tenuto conto anche della votazione della commissione omonima del Senato, nessuno dei candidati all'Ufficio parlamentare di Bilancio ha raggiunto il quorum necessario per essere eletto (in extremis è stato eletto Polillo, vedi Senato).
Le commissioni riunite Ambiente e Attività produttive hanno proseguito le audizioni sulla risoluzione riguardante la sospensione delle autorizzazioni per nuove attività di prospezione e coltivazione di giacimenti petroliferi e modifica della normativa sulla materia.
Davanti alle commissioni riunite Difesa di Camera e Senato, il commissario straordinario del Governo per la revisione della spesa pubblica (spending review) Carlo Cottarelli ha illustrato il processo di risparmio nel settore Difesa. Per un piccolo commento vedi Senato.
In commissione Attività Produttive si è parlato della riorganizzazione dell'Enea, ente pubblico di ricerca. Il ministero dello Sviluppo Economico, ha detto il viceministro Claudio De Vincenti, sarà promotore di una modifica normativa per introdurre un modello ordinamentale semplificato volto a valorizzare il patrimonio di competenze dell'Enea.
Secondo la risposta scritta depositata in commissione, il governo continuerà l'opera di riordino dell'ente previsto dalla legge 99/2009. Per quanto riguarda i finanziamenti, nonostante i tagli, il ministero sostiene che ci saranno le risorse per poter portare proseguire con la mission dell'Ente (vedi documento allegato).

SENATO
AULA

Con 171 voti a favore, un solo contrario e 32 astenuti l'Assemblea di Palazzo Madama ha approvato il decreto sul superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari che ora passa alla Camera. Scritto così sembra una cosa bella, in attuazione a quanto promesso tante volte, in realtà è l'ennesima proroga alla esistenza degli ospedali psichiatrici che avrebbero dovuto chiudere da tempo. Era settembre del 2011, quando Palazzo Madama approvò la mozione per la chiusura dei "contenitori della follia" (http://www.goleminformazione.it/articoli/ospedali-psichiatrici-giudiziari-basta-con-i-contenitori-della-follia.html#.U1k-L1zFYgo).
L'Assemblea ha votato anche la mozione sulla cura dei malati di Alzheimer. Bei propositi, ma se non hanno attuato quella sugli ospedali psichiatrici, perché adesso dovrebbero dare attuazione a questa?

COMMISSIONI
La commissione Affari costituzionali è sempre impegnata nella revisione della seconda parte della Costituzione. Come dice la prof di mio figlio: Per impegnarsi, si impegna, bisogna però capire con quali risultati.
La commissione Giustizia ha ascoltato le comunicazioni del ministro della Giustizia Andrea Orlando sulle linee programmatiche del suo Dicastero. Divorzio breve alla francese, senza passare dal giudice (come a Monopoli con il via se hai la carta "possibilità"), potenziamento del Processo Civile Telematico, Ufficio del giudice, ricorso alle dispute alternative, interventi per l'emergenza carceraria, etc. Temi chiesti e richiesti da anni, ma nonostante questo c'è stato chi comunque si è lamentato perché non c'è un disegno organico... Rispetto a quanto visto approvare in tempi recenti quello promesso dal Guardasigilli è più che un disegno organico, credetemi...
Gli uffici di presidenza delle commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato hanno discusso della questione dei due fucilieri Marò: il resto è su tutti i giornali, finita l'era De Mistura, inizia quella della politica internazionale.
Le commissioni Difesa di Camera e Bilancio hanno ascoltato il commissario straordinario del Governo per la revisione della spesa pubblica, Carlo Cottarelli, sul processo di spending review nel settore difesa. Ma 'sti F35 li comprate o no? Perché per il momento non si è capito, neanche dopo l'audizione... Per il momento si è capito solo che ci saranno i tagli ma a cosa non si sa.
La commissione Bilancio in extremis (voto arrivato dopo Montecitorio) ha votato Gianfranco Polillo, penultimo nominativo mancante per la costituzione della rosa dei dieci tra i quali saranno scelti, dai Presidenti di Senato e Camera, i tre membri del Consiglio direttivo dell'Ufficio parlamentare di bilancio.
Venerdì, 18 Aprile 2014 15:56

Ti smonto come una legge

All'insegna di "ti smonto come la legge Fornero": i rapporti dialettici tra parlamentari migliorano... se li paragoniamo ad una bettola di quinta categoria di Calcutta.
CAMERA
AULA

Il decreto sul rilancio dell'occupazione di Renzi approda in Aula e piovono subito le (chiamiamole così, per decenza) osservazioni. Sergio Pizzolante, NCD (a proposito, glielo hanno detto che starebbe al governo insieme a Renzi?) "Siamo partiti per smontare la legge Fornero e alla fine il Partito Democratico in Commissione Lavoro ha smontato la legge Poletti (il ministro del Lavoro)". Certo, a anche in futuro potrebbe essere un problema se la minoranza del PD in commissione fosse maggioranza... tutte le volte bisognerebbe stare lì a rimettere mani ad un testo uscito completamente stravolto dalla commissione.
Va segnalato però un piccolo miracolo: Il disegno di legge che istituisce un Sistema nazionale a rete per la protezione dell'ambiente e disciplina l'istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale è stato votato all'unanimità. Si, avete letto bene, anche dal Movimento 5 Stelle.
Miracolo che non si è ripetuto con la relazione al Documento di Economia e Finanza: il M5S ha puntato il dito sulla famosa lettera di Bruxelles datata 16 aprile... secondo i "grillini" sarà necessaria una manovra correttiva a giugno. Chi vivrà vedrà.
Solita (oramai non fa più notizia) bagarre in aula durante l'informativa del ministro dell'Interno Angelino Alfano sul flusso migratorio.
Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha risposto alle interrogazioni sul processo civile, promettendo ancora una volta dialogo e pacatezza nell'approccio di via Arenula. Nessun Dorma...
Domanda finale. Oggi tutti rinnegano la legge Fornero (come per il fiscal compact) ma, ci si chiede: chi è stato allora ad approvarla? La Fornero da sola nel suo orto? Attenzione cittadini, la campagna elettorale è partita.

COMMISSIONI
La commissione Affari costituzionali ha proseguito l'esame del provvedimento che Istituisce una Commissione parlamentare d'Inchiesta sulle condizioni di permanenza nei centri di identificazione ed espulsione. Proseguito anche l'esame del Ddl che modifica la normativa in materia di accesso dei membri del Parlamento ai documenti amministrativi per esigenze connesse allo svolgimento del mandato parlamentare.
In commissione Bilancio arrivano le prime nomine per la costituzione dell'Ufficio parlamentare di Bilancio: hanno raggiunto i 2/3 del quorum Pietro Garibaldi, Chiara Goretti, Angelo Fabio Marano, Giuseppe Pisauro e Paolo Savona.

SENATO
AULA
Sono volati stracci (ma appunto la cosa non fa più notizia) durante l'approvazione del provvedimento che modifica l'articolo 416-ter del Codice penale in materia di scambio elettorale politico-mafioso.
Approvato anche il decreto in materia di avvalimento dei soggetti terzi per l'esercizio dell'attività di vigilanza della Banca d'Italia che ora passa all'esame della Camera.
Anche l'Assemblea di Palazzo Madama ha approvato la relazione al Def: in allegato il dossier in materia (che è intestato sia al servizio studi del Senato che a quello della Camera... ma noi sappiamo chi vince...).
Caso Umberto Del Basso De Caro: (con un nome così, non te l'aspetti che sia indagato) il sottosegretario è stato oggetto di interpellanza da parte del Movimento 5 Stelle per essere revocato dall'incarico in quanto indagato per peculato (imputato secondo i proponenti). L'Aula ha respinto la mozione di revoca con 168 contrari, 14 astenuti e 9 favorevoli. Al M5S si prega di fare bene i conti prima di presentare mozioni a uffa...

COMMISSIONI
La commissione Affari costituzionali è impegnata nella discussione del ddl costituzionale che rivede la seconda parte della Costituzione. In proposito si veda il documento con i riferimenti ipertestuali in allegato del Servizio Studi (del Senato...).
La commissione ha continuato l'esame dell'altro provvedimento costituzionale recante la soppressione delle Province.
Concluso l'esame del provvedimento che istituisce una Commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e la morte di Aldo Moro.
Anche la commissione Bilancio del Senato per l'ufficio parlamentare di bilancio ha eletto Pietro Garibaldi, Chiara Goretti, Angelo Fabio Marano, Giuseppe Pisauro e Paolo Savona. Nella seduta precedente erano stati votati Marco Cangiano, Luigi Paganetto e Alberto Zanardi. Sarà necessario quindi un ulteriore scrutinio per eleggere i due nomi mancanti.

COMMISSIONI BICAMERALI
La Giunta per le autorizzazioni ha proseguito e rinviato l'esame della domanda di autorizzazione a eseguire la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di Francantonio Genovese, chiedendo una proroga di ulteriori 30 giorni.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni