Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Francesca Cangelli

Francesca Cangelli

Professore associato confermato di Diritto amministrativo nell’Università degli Studi di Foggia. Insegna Diritto amministrativo, Diritto urbanistico e ambientale e Contabilità dello Stato e degli enti pubblici nel Dipartimento di Giurisprudenza dell’Ateneo foggiano.
Ha svolto attività di docenza e di ricerca presso numerosi Atenei italiani, presso la Faculty of Law dell’University College of London, e presso l’Institute of Advanced Legal Studies (IALS) di Londra, nonché presso la Scuola superiore della pubblica amministrazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Ha pubblicato monografie (Potere discrezionale e fattispecie consensuali, Giuffrè, 2004; Piani strategici e piani urbanistici. Metodi di governo del territorio a confronto, Giappichelli, 2012) e numerosi articoli e saggi in materia di procedimento amministrativo, accordi e contratti pubblici, giustizia amministrativa, diritto sportivo e diritto urbanistico.
Venerdì, 21 Marzo 2014 19:27

Regole per le e-cigarette? Fumo negli occhi

Il commercio e l’utilizzo delle sigarette elettroniche necessitava di regole chiare e precise che fossero in grado di salvaguardare gli interessi di tutti i soggetti coinvolti: dello Stato, che continuava a perdere grosse fette di gettito erariale; dei cittadini, che rischiavano di avvicinarsi ad un prodotto privo di qualsiasi controllo; dei tabaccai, che improvvisamente si sono trovati dinnanzi ad un “prodotto concorrente” che, non solo poteva essere venduto da tutti e senza alcuna specifica disciplina fiscale, ma la cui vendita, paradossalmente, non era consentita in tabaccheria.
Lunedì, 01 Luglio 2013 11:34

Rifiuti: la filiera delle responsabilità

Il sistema di gestione di rifiuti solidi urbani costituisce in Italia uno dei principali fattori di criticità per la finanza pubblica, specie regionale e locale, oltre a rappresentare – ça va sans dire – uno dei problemi più seri e diffusamente irrisolti in relazione alla vivibilità e alla salubrità dell’ambiente urbano.
Venerdì, 03 Maggio 2013 16:28

Ente pubblico, cattivo pagatore

Plus (ma anche bis) dat qui cito dat dicevano gli antichi, che –evidentemente- non conoscevano i tempi (e i modi!) della nostra pubblica amministrazione, quando veste i panni del debitore.
Che oggi la considerazione della pubblica amministrazione sia “ai minimi storici” è affermazione che non può essere confutata, né meriterebbe particolari specificazioni. Ruberie, corruzione, abusi, mala gestio ci consegnano una pubblica amministrazione che l’immaginario collettivo costruisce – nella più indulgente delle ipotesi – come un’accolita di incapaci e fannulloni o – peggio – di furbetti o di veri e propri malfattori.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni