Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Elena Pasquini

Elena Pasquini

Giornalista. Ha lavorato per le guide professionali del gruppo "Il Sole 24 Ore" come redattrice di Guida agli Enti Locali, Guida al diritto, Responsabilità e Risarcimento, Famiglia e Minori. Collaboratrice per i dorsi regionali del gruppo, ha avuto anche esperienze come articolista per il supplemento romano di Avvenire e come analista televisiva presso la Geca Italia. Appassionata di arti figurative, è stata assistente del corso di Storia e tecniche della Fotografia presso la Facoltà di Lettere dell'Università Roma Tre.

Impossibile negare l’accesso ai documenti di autorizzazione urbanistico-edilizio agli interessati per tutelare la riservatezza delle informazioni commerciali o industriali. I cittadini devono poter influire sul processo decisionale dall’avvio del procedimento di autorizzazione dell’impianto.
Venerdì, 18 Gennaio 2013 16:30

L’isolachenoncè della conoscenza

Non un manifesto ma una presa di coscienza di cosa vuol dire avere voglia «di imparare le favole» appena fuori quella che chiamiamo con buona approssimazione civiltà occidentale. Un monito per non dimenticare quanto certi diritti non siano da considerare scontati, mai.

Tra la legge e la sua applicazione pratica qualcuno avrebbe dovuto fare i cosiddetti “conti della serva” per evitare che le questioni pratiche - verificabili prima di disporre su carta la riorganizzazione degli uffici giudiziari e la nuova pianta organica di tribunali e procure della Repubblica – finissero per generare nuovo contenzioso.

Una vera e propria partita a scacchi quella che sta giocando Telecom Italia. L’anno si è aperto con l’ordinanza del Consiglio di Stato del 7 gennaio con la quale si è rigettato il ricorso del ministero dell’Interno contro la decisione del Tar Lazio che aveva dato ragione a Fastweb nella diatriba sull’affidamento della fornitura dei servizi di comunicazione elettronica del dipartimento.
Venerdì, 28 Dicembre 2012 16:54

In una nube di polveri. Sottili

Nuova condanna per l’Italia in materia ambientale da parte della Corte di giustizia dell’Unione europea. Con la sentenza C-68/11 del 19 dicembre 2012 (leggibile integralmente nei documenti allegati) i giudici di Lussemburgo accolgono il ricorso della Commissione europea, nonostante le eccezioni formali rilevate, e stabiliscono che l’Italia è venuta meno agli obblighi di controllo sulla quantità di biossido di zolfo, biossido di azoto, ossidi di azoto, particelle e piombo presenti nell’aria nel 2006 e nel 2007.
Venerdì, 21 Dicembre 2012 23:39

La riforma dell’Isee è carta straccia

Cambino pure i metodi per calcolare l’Isee ma ci si accordi con le Regioni che in base a quell’indicatore gestiscono gli accessi agevolati ai servizi di loro competenza.
Venerdì, 21 Dicembre 2012 16:59

Il Natale dei naviganti

Per l’eCommerce è sempre Natale. Parola di Roberto Lisca, presidente di Netcomm – Consorzio del commercio elettronico italiano, che sottolinea al tempo stesso come si tratti di un “momento chiave in cui si realizza il fatturato più consistente di tutto l’anno. I saldi di Natale nel web sono un’occasione importante sia per i merchant che per i consumatori: i prodotti non solo luccicano ma rispondono anche alle attese perché il web è una vetrina trasparente in cui chi sbaglia viene subito redarguito dal popolo della rete”.
Il Consiglio di Stato chiude la controversia tra la Provincia di Pisa e le banche Dexia Crediop e Depfa Bank sui contratti derivati. Un tema ancora oggi attuale che risente della mancanza di un intervento legislativo sistemico sul punto.
Lunedì, 10 Dicembre 2012 23:17

In Europa la professionalità parla 23 lingue

Non quelli che parlano meglio inglese, francese o tedesco ma i più competenti. Punto fermo al processo di snellimento nell’uso delle lingue in seno all’Unione europea messo dalla sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea del 27 novembre 2012 nel procedimento che vedeva tra le parti l’Italia, la Lituania, la Grecia e la Commissione europea.
La Corte costituzionale rivede la modalità di perfezionamento delle notifiche per il destinatario di una cartella di pagamento nell’ipotesi della cosiddetta irreperibilità relativa: illegittima la previsione per cui i tempi per l’impugnazione partono dalla data di spedizione della raccomandata informativa invece che dal suo ricevimento o, in ogni caso, trascorsi dieci giorni dal timbro postale d’invio.
Pagina 4 di 5

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni