Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Dalila Liguoro

Dalila Liguoro

Nata a Milano nel 1977, vive e lavora tra Milano e Lainate dove ha aperto due studi di Psicologia e Grafologia. Di matrice interattivo-cognitiva, ha sviluppato la teoria del Ruolo e del Personaggio della quale si serve nei suoi corsi sull'autostima e di geragogia. 
Pioniera delle consulenze online, dedicate a coloro che non possono raggiungere gli studi facilmente.
Specializzata in criminologia; organizza gruppi d'aiuto per chi subisce violenza o convivenze difficili, ed è consulente di studi legali per perizie psicologiche e criminologiche.
Specializzata in grafodiagnosi e successivamente in perizia grafotecnica. Svolge corsi di Grafologia sia per privati che per aziende. Collabora con diversi avvocati e con il tribunale di Milano per il quale è consulente di ufficio.
Collabora con centri culturali e università dedicate agli adulti e alla terza età
Esperta psicologa in ambito sportivo, collabora con diverse palestre, circuiti, organizzazioni sportive e riviste dedicate allo sport.
E' stata presentatrice e autrice di rubriche dedicate alla psicologia e alla grafologia per TeleNBC e Tele Cuore.

http://www.facebook.com/spaziopsichico

URL del sito web: http://www.spaziopsichico.it
Venerdì, 26 Ottobre 2012 17:07

Sindrome di Stoccolma dal sesso alla politica

Nello scorso articolo abbiamo parlato della sindrome di Stoccolma concentrandoci sulle origini, sia da un punto di visto semantico, per capire come è nata questa definizione, sia da un punto di vista effettivo, per scoprire come nasce questa sindrome e quali sono le sue conseguenze. A questo punto guardiamone gli sviluppi pratici, sia per analizzare le connessioni con altri contesti che per esaminare (ma questo lo faremo nella prossima puntata) alcuni dei casi più famosi.
Venerdì, 19 Ottobre 2012 16:04

La sindrome di Stoccolma

Pur non essendo riconosciuta come sindrome vera e propria, né come stato clinico patologico, la sindrome di Stoccolma è pur sempre una reazione mentale molto interessante, che ha spesso rapito l’attenzione dei mass media nonché di molti artisti: i notiziari di tutto il mondo ne hanno parlato, si sono tenuti molti dibattiti sul tema e ha ispirato film e libri. Ma cos’è esattamente e come nasce?
Giovedì, 11 Ottobre 2012 22:48

Dacci oggi il nostro manipolatore quotidiano

Dopo aver parlato delle diverse tipologie di manipolazione mentale, e aver dato qualche indicazione per sfuggirvi non resta che parlare delle tecniche per non persuadere.
Come già accennato nell’articolo precedente (correlato a questo) può capitare, e presumibilmente più volte di quello che pensiamo, che ci ritroviamo proprio noi dalla parte del persuasore, probabilmente senza rendercene conto. Ogni volta che parliamo con qualcuno cerchiamo in qualche modo di convincerlo della nostra opinione, di persuaderlo delle nostre idee.
Dopo aver parlato delle tecniche di manipolazione mentale, tra cui il lavaggio del cervello, la persuasione e il plagio, eccoci alle “istruzioni” per difendersi.
E’ ovviamente impossibile suggerire tecniche per sfuggire alla tortura e alla limitazione della propria libertà. Vediamo invece quali possono essere i consigli per far fronte alle tecniche mentali manipolatorie raggruppandole a seconda della “contro-tecnica” utile alla difesa.
Venerdì, 28 Settembre 2012 13:21

Plagio: i sette passi delle sette

Nell’articolo sulla manipolazione mentale (correlato a questo che state leggendo) abbiamo raccontato del lavaggio del cervello nei regimi totalitari e della persuasione dei popoli a “regime consumista” contrapponendo la Cina all’America. Poi ci siamo chiesti in quali circostanze si potesse parlare di plagio, trovando nel “medioevo ecclesiastico” la risposta a tale quesito.
Eccoci quindi arrivati al plagio “moderno” rispetto al quale vengono in rilievo forme di religione medioevale: le sette religiose odierne.
Venerdì, 21 Settembre 2012 16:47

Persuasione e pubblicità

Dopo aver parlato del lavaggio del cervello nella Cina rossa, modello esemplare di manipolazione mentale dei regimi totalitari, bisogna soffermarsi sulla manipolazione mentale dei popoli occidentali.
Un po’ di storia
Che la persuasione sia un metodo di controllo anche occidentale trova le sue radici nella nostra storia antica.
Partiamo dagli albori.
Già nel 450 a.C. Protagora sosteneva l’importanza della retorica asserendo che la persuasione ottenuta attraverso di essa servisse a creare la realtà e che quindi l’argomentazione più convincente fosse creatrice. Questo discorso va contestualizzato in una Grecia dove lo studio della retorica era fondamentale. I Greci prevedevano che ognuno dovesse essere avvocato di se stesso, e un imputato che non aveva fatto tesoro di quelle lezioni (e che non aveva abbastanza denari per ingaggiare un sofista come professore privato) rischiava che seppur nel giusto sarebbe stato condannato. Del resto diceva lo stesso Protagora “l’uomo è misura di tutte le cose”.
Venerdì, 14 Settembre 2012 17:57

Lavaggio del cervello e regimi totalitari

Nell’articolo precedente (correlato a questo) abbiamo spiegato le differenze tra “manipolazione mentale”, “lavaggio del cervello”, “plagio” e “persuasione”, abbiamo quindi fatto un excursus storico per contestualizzare questi concetti e definire la loro nascita.
Nel fare questo abbiamo lasciato aperte due domande importanti che ci aiuteranno a focalizzare la nostra attenzione sul concetto “lavaggio del cervello”, ovvero cosa accadde nella base di Yenan? E ancora, cosa accade tutt’oggi nei laogai?
Giovedì, 06 Settembre 2012 23:43

La manipolazione mentale ieri e oggi

Negli ultimi articoli abbiamo parlato della sindrome di alienazione parentale e abbiamo notato come in questa si attui una sorta di “lavaggio del cervello” o “manipolazione mentale” dei figli da parte di uno dei due genitori, talvolta di entrambi, allo scopo di metterli contro l’altro genitore.
Ma così come è possibile cercare di “programmare” i propri figli contro il partner antagonista, è possibile manipolare la mente di chiunque per altri scopi.
Venerdì, 31 Agosto 2012 00:55

Quando mamma e papà sono… Visitors

Raramente si sente parlare di sindrome di alienazione riferita ad altre figure parentali al di fuori dei genitori, così come ancora più raramente si discute su quale sia, o potrebbe essere, l’atteggiamento migliore che dovrebbero tenere i familiari di bambini “in via di alienazione”.
Questo breve articolo vuole proprio colmare questi buchi e portare alla superficie nuove riflessioni e stimoli per futuri studi e ricerche.

Venerdì, 03 Agosto 2012 16:45

I figli del burattinaio

L’alienazione parentale è un tipo di strumentalizzazione usata da un genitore che vuole trasformare i figli in una sua proprietà, ottenendone esclusivo affetto e ammirazione, escludendo dalla loro mente l’altro genitore. Si tratta di un abuso emotivo nei confronti dei figli che vengono manovrati da un genitore, “spronati” velatamente per ottenerne vantaggi di vario tipo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni