Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Bruno Cosentini

Bruno Cosentini

Ingegnere, dopo molti anni trascorsi tra l'Aeirtalia, la Boeing di Seattle, l'Eternit e la Metalrame del Gruppo Pirelli, dove ha ricoperto la carica di amministratore e direttore generale, è passato dalla fucina alla cucina dedicandosi ai clienti del ristorante "Il Vinacciolo", a Napoli.
URL del sito web: http://www.ilvinacciolo.com
Venerdì, 27 Dicembre 2013 19:25

‘O capitone (in umido)

Il capitone è particolarmente grasso e la tradizione (quella originale) prevede che sia il piatto forte della cena della vigilia di Natale, che – per il resto – dovrebbe essere una cena magra in previsione del pranzo di Natale. Negli ultimi anni però la cena magra è quasi scomparsa, ma è rimasto il capitone. Non solo la sera della vigilia, ma anche – in molte famiglie – per la cena di fine anno. Poi però non vi lamentate se dopo le feste avete messo tre chili…
Venerdì, 20 Dicembre 2013 12:50

Lasagne mare e terra

“Lasagne”, il nome della caratteristica pasta tradizionalmente emiliana ma in uso in moltissime regioni italiane e cucine regionali, deriva dal greco làganon, che indicava un contenitore per lavorare la farina, il “tripode”, il cui nome è stato probabilmente poi esteso all’impasto dal quale si ricavavano quelle sfoglie sottili utilizzate per avvolgere diversi tipi di cibi.
Venerdì, 15 Novembre 2013 15:27

Zuppa ceci salsiccia e spinaci

La preparazione dei ceci secchi è piuttosto lunga, in quanto vanno lasciati in ammollo dalle 8 alle 24 ore e bisognerà poi cuocerli in un tegame per almeno 3 ore, o nella pentola a pressione da un’ora a un’ora e mezzo, meglio se a fuoco lento.
I ceci in scatola, invece sono molto più veloci da preparare, poiché non richiedono ammollo (in quanto già lessati), e si cucinano molto velocemente.
Venerdì, 18 Ottobre 2013 00:00

Pasta salmone e asparagi

Attenzione quando comprate gli asparagi: le punte devono essere sode e chiuse. Se sono aperte vuol dire che l’asparago è vecchio.
Sabato, 12 Ottobre 2013 15:02

Spaghetti a vongole fuggite (fujute)

La cucina napoletana, come molte cucine “povere” (ossia capace di realizzare ottimi piatti con ingredienti dal costo non eccessivo), dispone anche di qualche… trucco. Tra questi, quello più diffuso è ingannare il gusto: far credere, dare la sensazione, che ci sia un ingrediente che invece non c’è. Naturalmente l’ingrediente che non c’è è quello più costoso. E’ il caso delle vongole, ma anche del tonno. Le vongole fujute (un francesismo: dal verbo fuir, fuggire) sono un esempio classico. Inutile dire che con i commensali dovrete essere onesti e avvisarli prima. Altrimenti… fujtevenne.
Venerdì, 20 Settembre 2013 00:00

Filetto di maiale pancetta e peperoni

Il peperone ha fatto la sua comparsa sulle tavole europee quando venne importato in Spagna verso la metà del 1500; poi arrivò in Italia, e solo nel 1700 in Ungheria, attualmente il paese principale produttore di paprika, spezia ottenuta da particolari varietà di peperoni, che vengono fatti essiccare, ridotti in polvere e mescolati con farina di frumento. Per questa ricetta vanno bene i peperoni italiani. Non occorre che andiate in Ungheria o in Spagna.
Venerdì, 13 Settembre 2013 00:00

Risotto con il coniglio

Il risotto di coniglio può essere anche un piatto unico se lo accompagniamo con il coniglio restante dopo aver tolto quattro o cinque pezzi sufficienti a preparare il risotto.
Sabato, 27 Luglio 2013 12:03

Risotto gorgonzola pere e noci

Esistono due tipi di gorgonzola, quello dolce a pasta morbida e quello piccante a pasta dura. Naturalmente per questa ricetta occorre quello morbido. A proposito, se ne comprate in quantità maggiore, il gorgonzola può essere conservato tagliandolo a fette sottili e congelandolo.
Il pesce spada (Xiphias gladius) è un pesce dalle notevoli dimensioni e solitario (difficilmente lo troviamo in coppia o in branco) che può raggiungere i 4 metri e mezzo di lunghezza e può pesare anche 500 chili. Per questa ricetta non vi serve così grande: basta anche uno di quelli più piccoli pescati nei nostri mari.
La bottarga viene ricavata dalle uova di tonno rosso o di muggine (che sarebbe il cefalo).
Pagina 1 di 9

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni