Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Venerdì, 24 Agosto 2012 16:13

L'invasione degli ultracorpi

Venerdì, 03 Agosto 2012 19:48

La strategia della pensione

Riguardo ai dati sulle pensioni Inps: -46,99% nei primi sei mesi del 2012, grazie ai provvedimenti varati nel 2011, senza contare che nel 2013 si sentiranno anche gli effetti della riforma Fornero. Sono diminuite soprattutto le pensioni di vecchiaia (-51,09%). In particolare le pensioni di vecchiaia dei lavoratori dipendenti hanno subito una diminuzione del 23,62% mentre quelle dei lavoratori autonomi hanno avuto riduzioni superiori all’80%. E quando ci chiediamo tutto questo a chi possa davvero giovare, la risposta ci viene da, bontà sua, Antonio Mastrapasqua, romano di nascita, che oltre a rivestire il delicato ruolo di presidente dell'INPS ha rivestito o riveste alcune altre decine di incarichi fra cui quelli di presidente  dell’INPDAP (ente di previdenza della pubblica amministrazione), presidente dell’ENPALS (ente di previdenza per i lavoratori dello spettacolo), Presidente di Equitalia Gerit, Presidente di Equitalia ETR, e Vice presidente di Equitalia NOMS, Presidente e Consigliere d’amministrazione della società IDEA FIMIT (società per la gestione del risparmio),sindaco di Coni Sevizi, revisore di Almaviva, consigliere di gestione del Centro sanità SPA, due incarichi come consigliere semplice, tre come liquidatore, più una decina di incarichi in collegi sindacali e come revisore dei conti...insomma un uomo che in teoria dovrebbe lavorare 48 ore al giorno, per percepire la cifra astronomica che percepisce annualmente(all'incirca 1.200.000 euro)...Ma tralasciando la pur non secondaria questione dei compensi spropositati derivanti dalla sovrapposizione selvaggia di cariche ed incarichi, quello che a noi buontemponi sembra inaccettabile, diremmo anzi schifoso e deprecabile, è l'affermazione, non priva di una buona dose di protervia, secondo cui il rinvio del pensionamento (nei casi più fortunati, mentre per un esercito di meno fortunati è stato coniato l'odioso termine esodati, che un poco ci rimanda a situazioni di biblica memoria) di decine di migliaia di lavoratori di tutte le categorie, sia "il buon viatico" per sollazzare i mercati e per coloro che vogliano scommettere in borsa sulla futura tenuta  del sistema pensionistico italiano! Ma stiamo scherzando? Evidentemente purtroppo no... A questo si è ridotta la nostra Repubblica democratica? Evidentemente purtroppo sì... (alessandro gatto)
Venerdì, 20 Luglio 2012 17:59

E la nave va...

2 giugno 1992: sullo yacht Britannia di proprietà dei reali inglesi, ed alla loro presenza, Mario Draghi (allora direttore delegato del Ministero del Tesoro), Beniamino Andreatta (dirigente dell’Eni), Riccardo Galli (dirigente dell’Iri), tramarono con banchieri ed affaristi internazionali fra cui Goldman Sachs, Salomon Brothers, Merryl Lynch affinché il 48% delle aziende italiane venisse acquistato dagli anglo-americani, e soprattutto affinché dei cartelli privati rilevassero la Banca d’Italia, decretando così di fatto la fine della nostra già sofferta sovranità monetaria. Fu poi il governo di Giuliano "pantegana" Amato ( proprio lui quello che oggi si permette anche di venirci a spiegare in televisione le origini di quella crisi di cui egli fu uno dei grandi propiziatori, esibendosi nei panni del professore...) a trasformare gli enti statali in società per azioni utilizzando il decreto Legge 386/1991 e servendole così su un piatto d’argento alle medesime oligarchie finanziarie! Iniziava quindi l'era delle "privatizzazioni", che tanti buoni frutti ha portato e sta portando in Italia ed in Europa...L'attuale ( e di fresca nomina) Ministro del Tesoro Vittorio Grilli, alfiere delle privatizzazioni (non a caso il  Reichsfuhrer Monti lo ha messo su quella poltrona), già allora si prodigava per compiacere i suoi padroni internazionali ed infatti fu, dal 1994 al 2000, a capo del programma di privatizzazioni del Ministero del Tesoro.

Non dobbiamo stupirci se oggi Vittorio Grilli, in pieno clima di "allegra apocalisse", continua nella sua meticolosa opera di demolizione della nostra sovranità nazionale, della nostra indipendenza ed infine della nostra libertà, propugnando privatizzazioni sempre più selvagge...mentre i festini sul Britannia proseguono impuniti!
Giovedì, 05 Luglio 2012 16:31

La legge del... taglione

Venerdì, 22 Giugno 2012 09:05

My Fair Lady

Venerdì, 08 Giugno 2012 11:22

Punt e Mes

Venerdì, 25 Maggio 2012 15:58

Dalla Commedia alla tragedia

Venerdì, 11 Maggio 2012 14:43

Iniquitalia

Giovedì, 26 Aprile 2012 21:20

Scappellamento a destra

Venerdì, 13 Aprile 2012 14:36

La relatività di SuperMario

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni