Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Marocco

Sahara fucina di imprenditorialità globale

20 Novembre 2014 di  Hamza Boccolini

Global Summit dell’economia a Marrakech per sostenere imprenditoria giovanile e femminile. La strategia di crescita di re Mohammed VI d’intesa con la Casa Bianca

Sahara fucina di imprenditorialità globale
Il Sahara come fucina dell'imprenditorialità globale. E' questa l'idea  venuta al re del Marocco, Mohammed VI, che per promuovere le piccole e medie  imprese africane, e sostenere quindi giovani imprenditori e donne alla  ricerca dall'indipendenza tramite l'ingresso nel mercato, ha pensato di  riunire centinaia di imprenditori ed esperti di economia a Marrakech.

E'  stata infatti la "città rossa" la capitale dell'imprenditorialità e delle  start up del paese a partire dal 19 novembre, quando ha ospitato la quinta  edizione del Global Summit sull'imprenditorialità in corso a Marrakech. L’idea  di organizzare questo summit economico nella città del sud del Marocco era  venuta a Mohammed VI durante il suo incontro con il presidente degli Stati  Uniti, Barack Obama, a Washington avvenuto nel novembre del 2013. Secondo  quanto spiegano gli organizzatori del forum “l'iniziativa ha lo scopo di  rendere l'innovazione una fonte essenziale della competitività che è al  centro delle priorità di questa iniziativa, incoraggiando lo sviluppo di una  strategia per una crescita inclusiva”. I due capi di stato avevano anche  espresso la volontà di sviluppare una cooperazione triangolare strategica in  Africa, in particolare nelle zone di accesso all'energia e alla sicurezza  alimentare.

Alla vigilia di questo forum, Mohammed VI, ha ricevuto nel palazzo reale di  Fes il vice presidente degli Stati Uniti, Joseph Biden. Secondo quanto ha  reso noto l’agenzia di stampa marocchina “Map”, Biden si è recato in Marocco  per partecipare ai lavori di questo forum, considerato un evento per le  imprese africane. La scelta del Marocco come paese ospitante, che vede  questo evento per la prima volta in un paese arabo e africano, dimostra il  ruolo svolto dal paese nello sviluppo economico dell'Africa; alla luce anche  dell’attenzione di cui gode da parte dei media africani a internazionali  essendo decine le testate giornalistiche che si sono accreditate. I colloqui  fra il re marocchino e il vicepresidente degli Stati Uniti si sono  concentrati infatti sul rafforzamento del partenariato strategico tra i due  paesi e sullo sviluppo delle relazioni economiche, tema anche del summit  sull'imprenditorialità che ha come titolo: “Sfruttare la potenza della  tecnologia per l’innovazione e l’imprenditorialità”. Si tratta di una  piattaforma usata dagli imprenditori dei due paesi e dimostra secondo gli  analisti del settore africani “l’attenzione di Mohammed VI per  l'imprenditorialità basata sul web e legata alla new economy. Per fare  questo intende promuovere in particolare l’imprenditorialità delle donne”.
Hamza Boccolini
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Hamza Boccolini
Hamza Boccolini
Informazioni sull'autore

Giornalista professionista, segue il mondo arabo per l’Agenzia Nova. Ha lavorato come capo servizio presso l’agenzia di stampa Aki – Adnkronos international, per la quale ha seguito le notizie diffuse dalle tv satellitari mediorientali, e prima ancora per l’agenzia Apcom. È stato docente di ‘Media nel mondo arabo’ per l’Università di Napoli l”Orientale’ e si è specializzato sui movimenti fondamentalisti islamici con un dottorato di ricerca all’Università di Parma. Ha vinto il premio Ischia per il giornalismo nel 2010 per i suoi articoli sulla galassia jihadista nel web. e nel 2013 il premio "Mare Nostrum Award" promosso dalla Grimaldi Lines per i reportage sulle autostrade del mare nel Mediterraneo, e il riconoscimento come "attore del partenariato tra Italia e Marocco" assegnato dall'ambasciata del Marocco.
In passato ha collaborato con diverse emittenti televisive e quotidiani come esperto di questioni mediorientali ed in particolare per le tv SkyTg24 e Canale Italia e per i giornali Libero, l’Indipendente e il Roma. Prima di diventare giornalista ha insegnato ‘Cultura islamica’ presso l’università degli Studi di Siena ed ha scritto pubblicazioni inerenti al mondo islamico come La vita del Profeta Muhammad (Di Salvo Editore 1999) L’Islam a Napoli (Intra Moenia editore 2002) Media e Oriente (Mursia Editore). E’ stato anche corrispondente per l’edizione araba della Bbc e France24.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni