Settimanale di notizie, approfondimenti, opinioni, commenti di esperti e documenti integrali.

Follow Us

Cibo e salute

Il digiuno allunga la vita

17 Giugno 2014 di  Filippo Senatore

Quattro giorni di digiuno al mese favoriscono il rinnovamento cellulare e rallentano l’evoluzione dei tumori. Lo studio di un ricercatore italiano sulla longevità e la qualità della vita.

Il digiuno allunga la vita
Uno studio condotto in California da un gruppo di ricercatori internazionali guidato da Valter Longo direttore dell’Istituto di gerontologia dell’Università (U.S.C.) di Los Angeles è stato pubblicato sulla rivista scientifica americana “Cell Stem Cell “. Il professor Longo per sei mesi ha sottoposto un gruppo di volontari ogni fine mese a periodi di digiuno di 4 giorni.

Spiega il direttore nato a Genova, nonni calabresi, che la mancata assunzione di cibo crea un cambio nel metabolismo che favorisce il rinnovamento cellulare. Il digiuno stimola le cellule staminali che rigenerano l’organismo. Osserva il professore che durante il digiuno il sistema immunitario si libera dalle cellule non necessarie stimolando le cellule staminali che favoriscono la crescita delle cellule utili. Sostiene lo studioso che le cellule anomale eliminate prevengono l’insorgenza dei tumori. Non è solo la longevità obiettivo degli studiosi ma l’analisi di meccanismi biologici che migliorano la qualità della vita attenuando gli effetti di malattie invalidanti della vecchiaia. Stili di vita sani vanno incentivati ma occorre seguire i protocolli medici senza affidarsi al fai da te.

Il professor Longo nel 2008 ha rilevato che cinque degli otto tipi di cancro dei topi hanno reagito al solo digiuno, con un rallentamento della crescita e del diffondersi del tumore. E non ci sono eccezioni. “La combinazione di cicli di digiuno e di chemioterapia è stata molto più efficace che la sola chemio,” ha riferito l’autore della ricerca, Vari cicli di digiuno, combinati con la chemioterapia, hanno curato il 20% dei topi che soffrivano di un tipo di cancro infantile molto aggressivo, diffusosi in tutto l’organismo, e il 40% dei topi che presentavano una minore diffusione. Nessun topo è invece sopravvissuto con la sola chemioterapia. “Solo test clinici portati avanti per parecchi anni possono dimostrare se effettivamente gli esseri umani trarrebbero beneficio da questo trattamento”, aveva prudentemente avvisato Valter Longo. La sperimentazione sull’uomo degli ultimi mesi conforta molte deduzioni dello studioso italiano. Il quadro che ne viene fuori mette in luce la correttezza degli stili di vita del passato. Le grandi religioni monoteiste hanno imposto i digiuni temporanei come forma di purificazione. Anche quelle orientali hanno fatto del digiuno una disciplina spirituale.

Gli eremiti e gli ordini monacali hanno osservato regole di vita rigide compreso il digiuno quaresimale e infrasettimanale. Sant’Antonio Abate (250- 356) anacoreta egiziano noto per i digiuni nel deserto morì ultracentenario. Così Il monaco basiliano San Nilo da Rossano (910-1004). Di San Francesco di Paola (1416-1507) si conosce lo stile di vita vegetariano vegano e i lunghissimi digiuni testimoniati nei processi canonici di Cosenza e Tours.

Professore come si determinano i benefici biologici nell’uomo?
Se intende dire come si fa a sapere se il digiuno ringiovanisce il sistema immunitario per esempio, si può misurare il livello di linfociti e il rapporto di vari tipi di cellule del sistema immunitario.
Potrebbe spiegare la connessione relativa ai danni biologici dell’età?
L'età danneggia le cellule in generale incluse le cellule immunitarie e potenzialmente quelle staminali. il digiuno uccide parte delle cellule immunitarie, attiva le cellule staminali e sostituisce le cellule immunitarie uccise con cellule giovani.
Cosa vuol dire IGF-1?
Insulin-like growth factor 1: il fattore di crescita ottimale di insulina.
Perché decresce nel periodo di digiuno?
Perché l'organismo e le cellule non devono né crescere né dividersi.
Che benefici ha costatato?
Il digiuno prolungato stimola la rigenerazione in parte inattivando l’igf-1
Perché ha sperimentato una durata di 4 giorni di digiuno?
Perché è il periodo minimo per ottenere questo effetto.
Per digiuno si intende totale privazione di cibo ?
Sì ma lo si può fare anche con diete speciali ma sempre a basse calorie: non più di 200.
In che quantità va assunta l’acqua durante il digiuno?
A sufficienza.
Cosa vuol dire HGH?
Human growth hormone: la crescita dell’ormone umano.
Mi può spiegare i benefici e rischi di un digiuno non controllato che dura più di 4 giorni
I benefici sono molti inclusa la protezione cellulare e la rigenerazione. I rischi sono diversi se un dietologo medico con esperienza non è coinvolto.
Quali sono i prossimi obiettivi delle sue ricerche?
I prossimi obiettivi sono di dimostrare che queste terapie di digiuno periodico possono essere efficaci per la prevenzione e cura di varie malattie in studi clinici.
Filippo Senatore
© goleminformazione.it - riproduzione vietata
Filippo Senatore
Filippo Senatore
Informazioni sull'autore
Bibliotecario al Corriere della Sera e giudice di pace. Ha pubblicato vari libri di poesie, l'ultimo si intitola "Pandosia".
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni